Connettiti con noi

Motori

Salone di Ginevra 2016: anteprima mondiale della concept car T-Cross Breeze

Redazione

Pubblicato

il

In occasione dell’86ª edizione del Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra, i riflettori sono puntati sul nuovo
T-Cross Breeze. “Questa Volkswagen open air aggiunge al mondo delle vetture compatte un modo tutto nuovo di vivere l’automobile”, dichiara Herbert Diess. Con queste parole, il Presidente del Consiglio di Amministrazione della marca Volkswagen commenta il prototipo esposto in anteprima mondiale al Salone di Ginevra, aggiungendo poi: “Il nostro T-Cross Breeze è il primo crossover scoperto della sua categoria e, al contempo, una cabriolet grintosa e accessibile con una posizione di seduta più alta per una visuale sempre perfetta”. Questa concept rappresenta la volontà della Casa di percorrere nuove strade, dove la mobilità sia sempre più un’esperienza da vivere. “Il T-Cross Breeze è ancora un prototipo, ma potremmo immaginarci il lancio di una decapottabile di questo tipo sul mercato. Una vettura divertente e accessibile, forte di un’elevata adattabilità all’uso quotidiano. Un’autentica
Volks-Wagen, un’auto per tutti
” – questa la conclusione di Diess. La concept car, con il suo motore turbo benzina a iniezione diretta (TSI) da 110 CV, fornisce così spunti realistici di una gamma totalmente nuova. Klaus Bischoff, Responsabile Design della Marca Volkswagen, prosegue: “Il T-Cross Breeze è un teaser del crossover più piccolo della Volkswagen, oltre a costituire il punto di partenza di un nuovo design per crossover e cabriolet nel settore delle compatte”.

New Volkswagen – La Volkswagen si rinnova.Il nostro Marchio riparte dal T-Cross Breeze”, così Klaus Bischoff. “Vogliamo suscitare l’interesse e l’entusiasmo del pubblico per la ‘New Volkswagen’. Puntiamo a raggiungere questo obiettivo con un concept di vettura senza precedenti nella sua categoria, una plancia di nuova concezione e un design accattivante ed espressivo. Abbiamo fatto del nostro meglio dando vita sicuramente a uno dei crossover da quattro metri più emozionanti dei nostri anni”, dichiara il Responsabile del Design. Pertanto l’anteprima mondiale del nuovo T-Cross Breeze al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra segna una svolta a livello di concept e design per le Volkswagen compatte.

 

Lancio di nuovi prodotti – Crossover e SUV in tutte le categorie rilevanti

Nuovi crossover e SUV Volkswagen pronti al lancio. In futuro, la Casa di Wolfsburg offrirà un crossover in ogni segmento rilevante. Questa offensiva verrà inaugurata con il lancio sul mercato della nuova Tiguan, fissato per maggio. Per i maggiori mercati d’oltreoceano, la nuova Tiguan sarà poi disponibile anche in una versione con passo più lungo. Per quanto riguarda le classi superiori, saranno introdotti un nuovo Midsize SUV (per gli Stati Uniti e la Cina) e la nuova Touareg. Al di sotto della Tiguan debutteranno due nuove gamme di crossover, rappresentate dai prototipi T-ROC e
T-Cross Breeze (rispettivamente nelle classi della Golf e della Polo).

 

Efficienza di trazione – TSI 110 CV

ll T-Cross Breeze sceglie la potenza del motore turbo. Il T-Cross Breeze rappresenta un modello scoperto tanto accessibile quanto piacevole da guidare. Partendo da queste considerazioni, un motore benzina a iniezione diretta (TSI) sovralimentato da un litro di cilindrata, con sistema start/stop e di recupero dell’energia, è la motorizzazione di accesso al mondo dei propulsori ecocompatibili. L’1.0 TSI 110 CV colpisce per i suoi 175 Nm di coppia massima disponibili già a partire da 1.500 giri. Il TSI aziona l’asse anteriore mediante un cambio DSG a doppia frizione a 7 rapporti. Con questa dotazione, il crossover cabrio del peso di 1.250 kg passa
da 0 a 100 km/h in 10,3 secondi, con una velocità massima che si attesta su 188 km/h. I consumi e le emissioni di CO2 sono pari rispettivamente a 5,0 l/100 km e 115g/km. Complice anche un serbatoio carburante da 40 litri, l’autonomia teorica raggiunge gli 800 km.

 

Dimensioni – Un posto a sé tra le compatte

Potente e accattivante. Con i suoi 4.133 mm, il T-Cross Breeze è leggermente più lungo della Polo Cross. Passo lungo (2.565 mm) e sbalzi ridottissimi: questi in sintesi i presupposti essenziali per proporzioni sportive. Il prototipo è largo 1.798 mm (specchietti retrovisori esterni esclusi), un valore decisamente più alto rispetto alle vetture della classe della Polo. A bordo del T-Cross Breeze i passeggeri siedono poi notevolmente più in alto. A capote chiusa, l’altezza complessiva di questa Volkswagen misura precisamente 1.563 mm.

 

Design – Prima anticipazione di una gamma di SUV tutta nuova

Esterni – Il design dei SUV del XXI secolo. Grazie all’inconfondibile DNA stilistico del Marchio, basta uno sguardo per capire se un modello fa parte della gamma Volkswagen, anche in assenza del logo VW. Il design del nuovo T-Cross Breeze sottolinea inoltre il fatto che ogni gamma e categoria di vetture del Marchio può vantare una propria indipendenza. La Tiguan, il cui lancio è previsto per maggio, sarà il primo modello di serie caratterizzato dal nuovo design definito per i SUV, esclusivo e accattivante. Per il prototipo T-Cross Breeze i canoni di riferimento sono gli stessi, sottolineando così l’appartenenza a una gamma di crossover e SUV a se stante.

  • Design caratteristico. Se ovviamente le diverse gamme di crossover e SUV presentano anche punti in comune, le specificità risultano però altrettanto facilmente riconoscibili. Si pensi, per esempio, al frontale, che sul T-Cross Breeze si distingue per una calandra decisamente ampia e gruppi ottici sottili. Questi dettagli danno vita al nuovo e grintoso volto del crossover più compatto della Casa di Wolfsburg. Le inconfondibili luci diurne a LED con arco voltaico in filigrana posizionate sotto i fari con la medesima tecnologia LED, e i grandi “anelli” intorno ai fendinebbia (sempre a LED), sottolineano il carattere e l’originalità del crossover compatto. Anche le fiancate sono inconfondibili. Un chiaro esempio dell’originalità di ogni nuova gamma di crossover e SUV è dato dalla doppia linea caratteristica. A differenza, per esempio, della Tiguan, qui questa linea non corre diritta nella parte inferiore, ma presenta un andamento ascendente in corrispondenza della ruota posteriore. Il risultato? Fiancate dal design completamente nuovo. Altri componenti che caratterizzano questa parte della vettura sono naturalmente i cerchi. I cerchi in alluminio da
    19 pollici vantano un design a spirale personalizzato, in corrispondenza del mozzo ruota, con elementi in plastica colorata a forma di stella. A dominare il posteriore, invece, un cofano estremamente largo con gruppi ottici a LED integrati. Al di sotto di quest’ultimo ritroviamo infine un bagagliaio di circa 300 litri di capacità, ottimamente sfruttabile.
  • Colori carrozzeria esclusivi. Il T-Cross Breeze è verniciato in un verde chiamato Summer Green Metallic, che si abbina alla perfezione con il colore in contrasto dei particolari in Deep Teal (una tonalità fredda e scura del color petrolio). Sono in quest’ultima tonalità i passaruota maggiorati, la calandra e le parti inferiori delle fiancate e dei paraurti. Il colore Deep Teal è utilizzato anche per gli elementi in plastica e la parte interna dei cerchi. Tutti i componenti in alluminio visibili della carrozzeria (l’inserto sulla cornice del parabrezza e gli elementi offroad come le protezioni sottoscocca al frontale e al posteriore, come pure i listelli sottoporta) sono sabbiati. La capote in tessuto è di colore nero.

 

Interni – Affascinante avanguardia

Addio interruttori. L’abitacolo di questa Volkswagen è particolarmente all’avanguardia. I designer si concentrano sull’essenziale, dando vita a un nuovo modo di vivere lo spazio e disegnando un posto di guida di nuova concezione. In questo contesto, viene sfruttata l’interfaccia uomo-macchina di ultima generazione, sviluppando nuove soluzioni di comando che, prima o poi, soppianteranno in toto gli interruttori. Una cosa è certa: l’abitacolo di questo prototipo non è affatto fantascienza, bensì un’anticipazione realistica dell’evoluzione della serie a medio termine. La Volkswagen introduce già a bordo del T-Cross Breeze soluzioni di comando dove l’uso di interruttori è ridotto al minimo. A livello di concept il crossover cabrio guarda al BUDD-e, presentato per la prima volta al CES di Las Vegas all’inizio dell’anno ed esposto anche a Ginevra. A eccezione di piantone dello sterzo, comandi degli alzacristalli e tasti per aprire e chiudere la capote in tessuto, tutti gli elementi di comando del T-Cross Breeze sono infatti superfici touch o soluzioni by wire di nuova concezione. Una costante è rappresentata dal sistema di comando gestuale. La nuova interfaccia uomo-macchina con i suoi display collegati è indipendente ed è quindi simile a quella presente a bordo del van a emissioni zero BUDD-e. Ecco come sarà la plancia di domani. Da notare infine che anche elementi puramente funzionali come le bocchette di aerazione si fondono senza soluzione di continuità nell’abitacolo.

Design e materiali high-tech. Il linguaggio delle forme e i colori degli interni richiamano quelli che contraddistinguono gli accattivanti esterni. Il dash pad e le aree esterne della consolle centrale brillano nella vivace vernice Summer Green Soft, in contrasto con le superfici scure dell’abitacolo. Al pari degli esterni, anche qui viene utilizzata la colorazione Deep Teal. Le due tonalità vengono riprese anche per gli inserti al volante. Il colore ceramique chiaro è impiegato invece per elementi come gli appoggiabraccia e le maniglie delle porte, la parte posteriore della consolle centrale, che sembra fluttuare nell’aria, e il retro dei sedili. La precisione di ogni singolo bordo è sottolineata dalla combinazione di superfici sabbiate e lucide. La Volkswagen introduce importanti novità sul fronte della scelta dei materiali: al pari delle scarpe sportive più high-tech, le varie parti dei sedili mirano a risultare per così dire “anatomiche” e creare un effetto 3D cromatico (in Deep Teal). Da qui un processo di lavorazione in cui vengono impiegati i materiali più disparati per creare rivestimenti dei fianchi dei sedili all’insegna della massima ergonomia. In questo caso si utilizzano speciali fibre ibride di poliammide, un materiale indeformabile, robusto e resistente allo sfregamento. Questo processo si può applicare a ogni forma. Nel caso del T-Cross Breeze, per esempio, anche le tasche sul retro dei sedili sono state realizzate con questo tipo di lavorazione.

Interfaccia uomo-macchina. L’interfaccia uomo-macchina (HMI) interattiva fornisce un’interessante anteprima della prossima generazione di vetture. In questo caso, con il T-Cross Breeze la Casa di Wolfsburg ha trasferito il visionario sistema del BUDD-e sulla classe compatta. Due display fisicamente separati si fondono tra loro sotto il profilo estetico e funzionale: l’Active Info Display come strumentazione programmabile dall’utente davanti al guidatore e la Head Unit come schermo separato del sistema di infotainment nella consolle centrale. Entrambe le zone creano un’unità funzionale.

Active Info Display. Con la digitalizzazione della strumentazione si apre un mondo completamente nuovo di possibilità grafiche e interattive. La Volkswagen identifica questa nuova generazione di strumentazione digitale con la denominazione Active Info Display. Con il T-Cross Breeze, la Volkswagen mostra l’evoluzione dell’Active Info Display, già utilizzato a bordo della Passat e della nuova Tiguan.

  • L’innovativa grafica presenta le informazioni di marcia sotto forma di indicazioni tridimensionali e animate dal design completamente nuovo. Queste superfici grafiche, dallo stile all’avanguardia e programmabili liberamente dagli sviluppatori, rappresentano un rivoluzionario punto di svolta dai classici strumenti di forma circolare. Creano una piattaforma virtuale di informazioni completamente nuova in cui il guidatore può configurare in autonomia determinati elementi, analogamente a come si gestiscono le App sullo smartphone. A seconda della configurazione, le indicazioni cambiano, si spostano, si rimpiccioliscono o diventano più grandi. Questa piattaforma virtuale vanta una grafica di base con elementi a nido d’ape, che rappresentano il fil rouge stilistico che contraddistingue l’intera struttura del T-Cross Breeze. Elementi simili sono infatti utilizzati, per esempio, nella plancia o all’esterno, in corrispondenza della calandra. La scelta della robusta struttura a nido d’ape non è stata casuale; questo tipo di costruzione si adatta infatti alla perfezione al carattere di questa vettura offroad.
  • Selezione predittiva del profilo di guida. Il T-Cross Breeze è dotato di un sistema di selezione predittiva del profilo di guida. Questa funzione di assistenza, strettamente collegata in rete con sistema di navigazione, telecamera anteriore e altri sistemi Volkswagen, consente di registrare, per esempio, parametri come la topografia del percorso. Attivando la funzione automatica della selezione predittiva del profilo di guida, il sistema reagisce in autonomia, modificando per esempio le caratteristiche di motore, sospensioni e sterzo a seconda della situazione di marcia.
  • Terreno instabile. Sull’Active Info Display, una piattaforma grafica specifica è collegata direttamente alla selezione predittiva del profilo di guida. Si tratta di una funzionalità offroad che si aggiunge a quelle già presenti. Nella modalità automatica della selezione del profilo di guida, la vettura riconosce tramite i vari sensori a bordo e la valutazione dei dati geografici se il guidatore si allontana dalle strade asfaltate e sta percorrendo un tratto sconnesso. In questo caso, l’HMI abbinato alla selezione del profilo di guida predittiva, attiva una modalità offroad di nuova concezione. Sul display, quindi, il conducente visualizza i messaggi “TERRAIN IDENTIFIED” / “OFFROAD MODE ACTIVATED”. Nel contempo cambiano anche tutte le indicazioni interattive. Viene così segnalato se la vettura a trazione anteriore è in grado di affrontare in sicurezza un determinato terreno instabile oppure no. In base alla situazione del momento i contenuti offroad, ora più rilevanti, hanno la priorità mentre le “normali” informazioni di marcia vengono rimpicciolite e spostate ai margini. Il centro del display viene ora occupato da una mappa topografica dell’area immediatamente circostante, con una raffigurazione stilizzata del telaio (pneumatici e ammortizzatori). Partendo dal modello di base a nido d’ape si sviluppano, a seconda dell’altezza del terreno scansionato davanti e accanto al T-Cross Breeze, delle colonnine con sezione a nido d’ape che riproducono la topografia. I tratti da evitare sono evidenziati in modo specifico.

Head Unit. Il display centrale del sistema di infotainment (Head Unit) può essere configurato a piacere. Le varie unità tematiche possono essere sistemate liberamente in una griglia definita. Anche qui viene ripresa la struttura a nido d’ape. È per esempio possibile visualizzare la topografia dell’intero percorso. Inoltre possono essere raffigurate, per esempio, informazioni relative alle varie altitudini presenti lungo l’itinerario. Dalla grafica a nido d’ape può anche svilupparsi un equalizzatore dinamico. Una inbox mostra i tre SMS più recenti insieme all’immagine del mittente. Tra gli altri campi tematici si ricordano i dati relativi al meteo o la visualizzazione cover flow della mediateca. Tutte queste unità tematiche possono essere disposte liberamente da guidatore e passeggero anteriore, come accennato. La configurazione e il comando sono intuitivi. Anche il comando del climatizzatore si distingue per l’intuitività: grazie ai sensori di prossimità, avvicinando la mano si apre sul touchscreen una finestra che mostra le consuete funzioni di climatizzazione e la regolazione del riscaldamento dei sedili.

Controllo by-wire. Tra le funzioni di nuovo sviluppo ricordiamo l’unità con comando ‘by wire’ nella consolle centrale. Tramite la piccola centralina di controllo vengono gestiti il cambio a doppia frizione DSG, il freno di stazionamento elettronico e la regolazione adattiva dell’assetto (DCC / nelle posizioni Sport, Normal e Comfort). Tre comandi cilindrici in vetro dotati di sensori, dal design raffinato, consentono un utilizzo intuitivo di queste funzioni. Intorno a questi elementi di vetro sono disposti i comandi touch per le luci di emergenza, la funzione Auto-Hold, l’avviamento e l’arresto del motore (Keyless Access) e l’interruttore del profilo di guida (Mode).

Sound system BeatsAudio. Beats Electronics, società americana specializzata in sistemi audio fondata nel 2008 dal rapper Dr. Dre, si è imposta nel panorama del settore grazie soprattutto alle sue cuffie. Oggi, l’azienda nata in California, offre straordinari prodotti di nicchia per veri intenditori. Tra questi, fantastici impianti audio per automobili. E proprio uno di questi sound system BeatsAudio viene ora montato a bordo del T-Cross Breeze. Un subwoofer integrato nella consolle centrale tra guidatore e passeggero presiede alla riproduzione dei bassi in questo impianto. L’amplificatore a 8 canali da 300 watt per il sistema audio è dotato di un processore digitale del suono (DSP). Gli altoparlanti high-end distribuiti nell’abitacolo contribuiscono a garantire un suono cristallino; una perforazione particolare enfatizza anche visivamente il sistema della BeatsAudioTM. Ovviamente il sound system è compatibile con App Connect. Così, tramite CarPlay (Apple), Android Auto (Google) o la tecnologia MirrorLink è possibile gestire le playlist di quasi tutti gli smartphone attualmente in commercio tramite l’HMI del T-Cross Breeze. Anche in questo caso parliamo di tecnologie mature per la produzione di serie. Parallelamente al T-Cross Breeze, al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra debutterà anche la up!, evoluta sotto numerosi aspetti, che monta infatti un sound system BeatsAudio molto simile sotto il profilo tecnico.

volkswagen-tbreeze

Advertisement

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Ultime News

Cinema e Spettacolo2 ore fa

In arrivo il Morandini 2020

Come da tradizione, anche quest’anno il Morandini 2020 (Zanichelli), la storica guida alle produzioni cinematografiche e televisive, sceglie per la copertina un...

Fabio Fazio - Che tempo che fa Fabio Fazio - Che tempo che fa
Radio e Tv2 ore fa

Compensi Fabio Fazio, per la Corte dei Conti è tutto regolare

Compensi Fabio Fazio, per la Corte dei Conti, che ha archiviato l’inchiesta relativa, è tutto regolare. Il compenso di 2.240.000...

Tokyo Tokyo
Viaggi e Turismo3 ore fa

Cosa vedere a Tokyo nei mesi invernali 2020

Se nei mesi invernali bisogna fare i conti con temperature più rigide, in questo periodo dell’anno Tokyo ricompensa i viaggiatori...

Paolo Rossi e il suo nuovo libro Paolo Rossi e il suo nuovo libro
Libri3 ore fa

Paolo Rossi torna in libreria con “Quanto dura un attimo”

Paolo Rossi torna in libreria con “Quanto dura un attimo” (Mondadori) presentando la sua attesissima autobiografia scritta con Federica Cappelletti.  Il...

X Factor Live 2019 X Factor Live 2019
Radio e Tv3 ore fa

La finale di X Factor 2019: i finalisti e gli ospiti

Solo i migliori 4 di questa edizione potranno esibirsi in uno dei templi dei big della musica nell’attesissima finale di X Factor 2019,...

Whatsapp Whatsapp
Tecnologia3 ore fa

Dispositivi a rischio con WhatsApp: i consigli

Tra le piattaforme di messaggistica istantanea WhatsApp conosce pochi rivali in termini di popolarità, avendo più di 1 miliardo e 600 milioni...

Gianluca Mech Gianluca Mech
Eventi3 ore fa

Gianluca Mech compie 50 anni: la festa

Gianluca Mech compie 50 anni! Per festeggiare un traguardo così importante, il guru di Tisanoreica ha scelto una location incantevole...

Shopping Natalizio Shopping Natalizio
Lifestyle3 ore fa

Calendario dello shopping natalizio: ecco i giorni migliori

Così come d’estate ci sono giornate da bollino nero per il traffico sulle autostrade verso le località di vacanze, anche...

Le Iene - Nicola Savino ed Alessia Marcuzzi Le Iene - Nicola Savino ed Alessia Marcuzzi
Radio e Tv3 ore fa

Le Iene Show: la puntata del 10 dicembre

Martedì 10 dicembre, su Italia1 in prima serata nuovo appuntamento con Le Iene Show Conducono Alessia Marcuzzi e Nicola Savino con la Gialappa’s Band. I servizi della puntata de Le Iene Un nuovo...

Roxette Roxette
Musica4 ore fa

E' morta Marie Fredriksson, cantante dei Roxette

E’ morta a 61 anni Marie Fredriksson, cantante dei Roxette, la band svedese composta insieme a Per Gessle. Dopo una...

Più Lette