Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food & Beverage

Italiani in viaggio: il caffè può aiutare a combattere la stanchezza

Londra – In concomitanza con l’avvicinarsi delle vacanze, l’Institute for Scientific Information on Coffee (ISIC) ha messo in evidenza una serie di studi scientifici che dimostrano come il caffè sia in grado di influire positivamente sulle prestazioni mentali e sulla capacità di attenzione di chi viaggia. L’articolo “Coffee & Travel; Fact or Fiction” sottolinea, infatti, che il consumo di caffè sarebbe associato a una maggiore vigilanza e concentrazione e che, se ben alternato con momenti di riposo, contrasterebbe la stanchezza causata dalla guida su lunghe distanze1,2 o su viaggi a lungo raggio3.

Un’alta percentuale degli incidenti stradali in Europa, quasi il 20%, sembra essere causata dai lunghi viaggi in macchina, che possono davvero stancare e affaticare i guidatori[1]. La stanchezza, infatti, riduce la lucidità, la concentrazione e altera la prontezza di riflessi. I conducenti affaticati hanno quindi meno probabilità di essere in grado di frenare o sterzare in tempo al fine di evitare o ridurre un possibile incidente4.

ISIC segnala che per combattere la stanchezza in viaggio:

  • 1 tazzina di caffè (circa 80 mg di caffeina) migliorerebbe le prestazioni di guida e ridurrebbe la sonnolenza durante la guida in autostrada5
  • nel  2015 uno studio ha rilevato che bere 1-2 tazzine di caffè (circa 150mg caffeina) ridurrebbe i livelli di sonnolenza fino al 25%6
  • 1 tazza di caffè forte (circa 125 ml per circa 200 mg caffeina) equivarrebbe a un pisolino di 30 minuti consentendo di evitare la perdita del controllo nella guida notturna senza però alterare il sonno successivo 7
  • il caffè migliorerebbe la lucidità e la concentrazione8 che sono essenziali per una guida sicura e aiuterebbe anche a gestire la sonnolenza di coloro che soffrono di jet lag

 

Rispettare le linee guida della sicurezza stradale rimane l’assoluta priorità, ma il caffè potrebbe essere un valido aiuto per contribuire a mantenersi vigili durante la guida su lunghe distanze. Inoltre, è emerso che aiuterebbe anche chi si trova a fare i conti con la sonnolenza dovuta al jet lag9 e a contrastare gli effetti della disidratazione durante i viaggi in aereo10.

 

caffe

Note bibliografiche

  1. Horne J.A., Reyner L.A. (1996) Counteracting driver sleepiness: effects of napping, caffeine, and placebo. Psychophysiology, 33(3):306-9.
  2. Reyner LA & Horne JA. (1997) Suppression of sleepiness in drivers: combination of caffeine with a short nap. Psychophysiology, 34:721
  3. Arendt J. (2009) Managing jet lag: Some of the problems and possible new solutions. Sleep Med Rev, 13:249-56.
  4. Portuguese Association of Sleep. www.apsono.com/documentos/4f26d30c7a720APC_BROCHURA_SONO_NET2.pdf
  5. Mets M.A.J. et al. (2012) Effects of coffee on driving performance during prolonged simulated highway driving Psychopharmacology (Berl), 222(2): 337–342
  6. Bosó P., Lijarcio J.I., López C., Puchades R., Escamilla C., Martí-Belda A., Llamazares J. and Montoro L. (2015) The coffee in the driving: analysis of its effects on tired or drowsy drivers http://alvolantegentedespierta.es/#homePage
  7. Philip P et al. (2006) The effects of coffee and napping on nighttime highway driving: a randomized trial. Ann Intern Med, 144:785
  8. EFSA Panel on Dietetic Products, Nutrition and Allergies. (2011) Scientific Opinion on the substantiation of health claims related to caffeine and increased fat oxidation leading to a reduction in body fat mass (ID 735, 1484), increased energy expenditure leading to a reduction in body weight (ID 1487), increased alertness (ID 736, 1101, 1187, 1485, 1491, 2063, 2103) and increased attention (ID 736, 1485, 1491, 2375) pursuant to Article 13(1) of Regulation (EC) No 1924/20061. EFSA Journal, 9:2054
  9. Ker K. et al. (2010) Caffeine for the prevention of injuries and errors in shift workers. Cochrane Database Syst Rev, (5):CD008508.
  10. Killer S. C. et al. (2014) No Evidence of Dehydration with Moderate Daily Coffee Intake: A Counterbalanced Cross-Over Study in a Free-Living Population. PLoS ONE, 9(1): e84154.
Advertisement
Redazione
Scritto da

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Potrebbe interessarti...

Food & Beverage

Arriva Nastro Azzurro Mais Nostrano – Qualità Certificata, la special edition realizzata in esclusiva per Esselunga. Un pack speciale con il quale il brand...

Food & Beverage

Tra le prime produttrici di whisky al mondo, si attestano certamente la Scozia e l’Irlanda, ma non mancano anche distillati molto amati nati negli Stati Uniti...

Food & Beverage

La Festa della Donna, evento riconosciuto in tutto il mondo, viene celebrato l’8 marzo e quale migliore occasione per ritrovarsi, in compagnia di famigliari...

Food & Beverage

Come ogni anno saranno tanti gli italiani che scelgono di aspettare il nuovo anno fuori dalle mura domestiche. Per la precisione 5,6 milioni di...

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011
News e approfondimenti su Tv, Musica, Auto, Motori, Hi-tech, Cinema, Moda e tanto altro ancora.
Direttore Responsabile: Bruno Bellini Lifestyleblog.it