Connettiti con noi

Estetica e Cosmesi

Bellezza: natura o artificio? Parla Paolo Iannitelli, il chirurgo delle dive

Elena Ballerini

Pubblicato

il

di Elena Ballerini – C’è un solo potere che domina sul potere: il sesso. E il sesso valica molto spesso i confini della bellezza, li attraversa ma è sempre capace di tornare indietro. Non esistono sogni eterni e nulla è più terreno e assediato dal tempo come la bellezza.
La bellezza è rimasta intrappolata nei canoni che ci impone la società o ancora vive di luce propria? Quanto siamo prigionieri dell’immagine oggi?
Siamo tutti dilaniati dalla pseudo perfezione che traspare dalle riviste, dai manifesti dalla TV. Tutti ad omologarci dietro canoni comuni perché noi li abbiamo voluti inchiodare ai nostri occhi per guardarli e riguardarli ancora . Abbiamo perso la fantasia di immaginare il bello. Ci appiccichiamo alla mente una bellezza reale Per assomigliarvi o far assomigliare qualcuno che ci mette comodo rivedere così. La bellezza una volta era un culto, si distaccava dalla monotonia, ma era fissa e quasi prevedibile. Oggi non esiste un solo canone di bellezza ma esiste più di tutto la smania di possederla.. Possederla come fine e come mezzo.

Per essere belle bisogna ricorrere per forza alla chirurgia estetica?
No, per essere belli non è necessario ricorrere alla chirurgia estetica. la chirurgia estetica è solo una delle tante possibilità. Dev’essere usata con cautela, con eleganza, con molta prudenza e non deve essere mai usata come mezzo per arrivare a qualcosa di irraggiungibile. Bisogna invece essere realisti, sapere il risultato che si vuole ottenere, ma sapere da dove si parte, qual è la base. La chirurgia estetica come la medicina estetica rappresentano solo un mezzo per raggiungere l’armonia.

Qual è l’intervento che pratica con maggiore frequenza?
Pratico con maggior frequenza la mastoplastica additiva, cioè le protesi al seno e la blefaroplastica ossia il ringiovanimento dello sguardo. Ambedue sono interventi molto richiesti: la mastoplastica additiva viene richiesta soprattutto in una fascia di età compresa fra i 20 e i cinquant’anni con aspettative diverse con tipi di intervento diverso, la blefaroplastica dai quarant’anni in su. Per quanto riguarda la mastoplastica esiste la mastoplastica additiva semplice che è un intervento che permette un aumento di volume del seno mentre invece c’è. E’ diverso quando una paziente presenta un seno svuotato, soprattutto dopo un allattamento un dimagrimento importante: in questo caso non si non si fa ricorso soltanto alle protesi ma anche un intervento chiamato masto pessi che rappresenta un vero e proprio lifting del seno.

Perché esiste nell’immaginario collettivo una chirurgia estetica percepita come poco elegante e trash?
Un po’ è responsabilità dei pazienti ma anche dei medici, insomma dei colleghi. La chirurgia plastica spesso è stata rappresentata come qualcosa di eccessivo: si notano sovente pazienti con interventi chirurgici smodati. Spero che questo vada sempre più scomparendo nel tempo. Amo sempre dire che la medicina estetica non è una chirurgia minore è una chirurgia che deve essere fatta in modo elegante, corretto e sobrio. Serve a ridare forme e non soltanto volumi. Non è necessario aumentare per raggiungere la bellezza desiderata.

Bacone sosteneva che certe asimmetrie fossero la ragione stessa della bellezza. Lei è d’accordo?
È verissimo le asimmetrie fanno parte della bellezza. Noi non siamo in grado di correggere le asimmetrie che fanno parte della bellezza naturale. Esistono asimmetrie che possono e debbono essere corrette, ma le asimmetrie naturali come può essere un seno lievemente asimmetrico deve essere mantenuto tale, rispettato, perché certe asimmetrie rappresentano dei canoni intrinseci della bellezza stessa.

Che cos’è “la bellezza un sogno di pietra” come diceva Baudelaire?
Questa forse la domanda più difficile. Io ritengo che la bellezza rappresenti la ricerca di un’armonia del proprio corpo e forse anche, voglio azzardare, del proprio corpo con la propria anima. È un canone soggettivo e non oggettivo. Si può essere belli per se stessi e non necessariamente per gli altri.

Commenti

commenti

Presentatrice televisiva e cantautrice. Laureata in scienze giuridiche con una tesi in diritto privato, si avvicina al mondo della scrittura fin da piccola e attualmente è impegnata nella stesura di un libro.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette

X