1.8 C
Comune di Monopoli
mercoledì 20 Gennaio 2021

Carlo Conti: “Riscoprire le canzoni del passato, spero sia un’idea vincente”

Da leggere

Elodie e i Pinguini Tattici Nucleari firmano le frasi dei Baci Perugina per San Valentino 2021

Elodie e i Pinguini Tattici Nucleari firmano le frasi dei Baci Perugina per San Valentino 2021. La scelta è...

Negramaro: dal 22 gennaio il nuovo singolo “La cura del tempo”

I Negramaro tornano in radio con un nuovo singolo “La cura del tempo” (Sugar Music). Si tratta del secondo brano estratto...

10 film per riprenderti dal Blue Monday, il giorno più triste dell’anno

Da Il lato positivo a cantando sotto la pioggia, fino al cinema di Bud Spencer e Terence Hill. 10...

SANREMO – Intervenuto nella sala stampa del Teatro Ariston, Carlo Conti anticipa quella che sarà la puntata odierna, svelando qualche retroscena.
“Stasera mi rilasserò nel sentire queste nuove versioni cover. Un’idea concepita con la speranza che possa diventare un successo per l’estate 2015 e che i giovani possano riscoprire canzoni reinterpretate da questi protagonisti. Uno di questi brani, è stato suggerito a Britti che non lo conosceva. Strimpellava con la chitarra, e mentre la mamma gli ha portato le lasagne lo ha sentito suonare e ha detto: “Bellissima, come mai la suoni?”. Ecco, questo fatto di riscoprire canzoni del passato in nuova veste spero sia un’idea vincente di questo festival”.

E riguardo alla scelta musicale, afferma. “Sono convinto della parte musicale. Mai come quest’anno la presenza musicale è fondamentale. Ho messo quattro canzoni nuove in prime time ed è stata una conquista, i dati di ascolto mi hanno dato ragione. Le canzoni stanno riempiendo le radio, globalmente tutte sono già state scaricate e funzionano. Certi generi alternativi mancano, mentre ho messo alcuni classici. A fianco dei più nuovi, o alternativi, mi sarebbe piaciuto qualcosa tipo rock alternativo, indie. Pochi quelli che hanno presentato questi brani, che però non erano all’altezza. Non ho messo nomi storici: Albano e Romina, per fare un esempio, li ho preferiti come ospiti. Non hanno presentato la candidatura, sia chiaro, ma non li avrei visti in linea con questo tipo di Festival. La musica è un gusto personale, ogni direttore artistico ci ha messo la sua impronta. Non dobbiamo avere pregiudizi verso nessuna canzone e espressione musicale”.

 

 

Ultime news

A marzo la serie tv su Francesco Totti

Arriva a marzo 2021, su Sky e Now Tv, Speravo de Morì prima: la serie su Francesco Totti, capitano...

Potrebbe interessarti