12.7 C
Comune di Monopoli
sabato 23 Gennaio 2021

In Cina una laurea honoris causa per Roby Facchinetti

Da leggere

Elisa Isoardi: “Salvini? L’ho amato tantissimo”

Elisa Isoardi,ospite domani in esclusiva a Verissimo, racconta la sua esperienza nel 2018 alla conduzione de ‘La prova del cuoco’ coincisa con...

C’è Posta per te: le anticipazioni della puntata del 23 gennaio

Prosegue l’appuntamento per eccellenza del sabato in Tv: sabato 23 gennaio in prima serata su Canale 5 terzo rendez...

Samuel: “Negli ultimi due anni ho avuto un periodo deflagrante”

Samuel torna sulla scena musicale con "Brigatabianca" il nuovo album da solista a distanza di quattro anni da “Il...

Dopo essersi esibito negli scorsi giorni a Shangai, ROBY FACCHINETTI è volato nella città di Luoyang (provincia di Henan) dove la Luoyang Normal University gli ha conferito una laurea honoris causa «per la straordinaria qualità delle composizioni che hanno creato uno stile musicale originale e inconfondibile. Roby Facchinetti, nella sua prolusione, si è soffermato sul tema della gestione della complessità nel settore della musica, in cui è necessario far convivere talento, spirito di gruppo, tecnologie e organizzazione».

 

Nella cornice del Teatro della Nuova Area di Luoyang Roby si è poi esibito in un concerto che è stato applaudito da tutto il pubblico presente. L’esecuzione del brano strumentale “Poeta(che Roby ha dedicato a Valerio Negrini) è stata impreziosita dal contributo della soprano cinese Feng Chaoyan.

Il Sindaco della città, Wang Lilin, dopo aver pronunciato un caloroso apprezzamento per la performance, ha annunciato la volontà della Municipalità di invitare i Pooh a Luoyang per un concerto nello Stadio della città.

 

Roby Facchinetti si trova in questi giorni in Cina per partecipare ad una serie di eventi organizzati dall’Ambasciata d’Italia per promuovere la cultura e l’immagine italiana presso le nuove generazioni.

«La diplomazia culturale rappresenta un elemento fondamentale per promuovere l’intera economia italiana in Cinadichiara Alberto Bradanini, Ambasciatore d’Italia I Pooh esprimono una qualità musicale di altissimo livello che, sono sicuro, sarà in grado di entrare nel cuore delle giovani generazioni cinesi».

 

Qualche giorno fa Roby si è esibito a Shanghai, in occasione dell’evento “ELLE China 2014 Style Awards”, unico straniero invitato da Modern Sky, prestigiosa global music company, e da ELLE a partecipare alla manifestazione. Davanti ad un pubblico di 2500 giovani, Roby Facchinetti è riuscito, secondo la critica cinese, a “raggiungere il cuore e la testa dei ragazzi presenti con la bellezza della sua musica”, tanto che l’account dei Pooh su Weibo (il più popolare social network cinese) ha registrato oltre 150.000 contatti in un solo giorno.

 

L’artista è fresco del successo del suo terzo album di inediti da solista, Ma che vita la mia(etichetta e distribuzione Carosello Records), entrato direttamente al 1° posto della classifica degli album più venduti, che arriva aoltre 20 anni dal precedente “Fai col cuore” (1993) e 30 anni dopo l’omonimo “Roby Facchinetti” (1984). L’album contiene gli ultimi brani nati dalla collaborazione tra Roby Facchinetti (musiche) e Valerio Negrini (testi), fondatore e storico paroliere dei POOH scomparso più di un anno fa.

La tournée di grande successo “Ma che vita la mia Tour” prosegue, le prossime date saranno il 30 novembre al Teatro Verdi di Montecatini (Pistoia), il 12 dicembre al Gran Teatro Geox di Padova e il 13 dicembre al Teatro Condominio di Gallarate (Varese).

RobyFacchinetti_Cina2

 

Ultime news

10 film in uscita nel 2021 da non perdere

Siamo onesti, il 2020 non è stato un anno facile per il cinema. Le sale chiuse per l'emergenza COVID...

Potrebbe interessarti