2.5 C
Comune di Monopoli
martedì 19 Gennaio 2021

Isabella Orsini: “Mi piacerebbe fare un film con De Niro”

Da leggere

10 film per riprenderti dal Blue Monday, il giorno più triste dell’anno

Da Il lato positivo a cantando sotto la pioggia, fino al cinema di Bud Spencer e Terence Hill. 10...

Lifestyle Awards Auto 2021: i vincitori

Peugeot fa incetta di premi ai Lifestyle Awards Auto 2021. Circa 1800 votanti hanno preso parte al contest per...

Sicilia: una terra ricca di cultura e ottimo cibo

La Sicilia è una delle regioni più importanti d’Italia dal punto di vista culturale. Non a caso migliaia di...
Bruno Bellini
Bruno Bellini
Direttore Responsabile Lifestyleblog.it - Classe '81, da Monopoli (Bari) Dal 2015 partecipa al Festival di Sanremo come giornalista accreditato e componente della Giuria Stampa.

SAINT TROPEZ – Una persona dal cuore d’oro: definiremmo così l’attrice Isabella Orsini, intervistata da Lifestyleblog.it. Mentre si concede un meritato relax tra sole e mare nel sud della Francia con la famiglia al completo, la Orsini pensa già ai suoi prossimi impegni lavorati e al futuro da mamma. Con un sogno nel cassetto: arrivare ad avere quattro figli e combattere per aiutare la gente in un momento particolare come quello che stiamo vivendo.

Sei molto Impegnata sul fronte sociale. Protagonista di recente in una campagna contro la violenza sulle donne ma non solo. Sono tanti gli impegni che ti vedono coinvolta…
Difendo sia le donne che i bambini. Sono due punti sensibili per la mia vita. E’ molto importante per me far parte di associazioni che si occupano della loro tutela. Sono anche madrina dell’associazione per i malati della depranocitosi. E’una malattia non molto conosciuta che tocca molta piu gente di quanto si possa immaginare. E’una malattia orribile, i bambini soffrono pene terribili e spesso vado a trovarli. Si cerca di trovare un vaccino che non c’è. Ed è difficile parlarne. E’una malattia che mi ha toccato molto il cuore, per questo ho deciso di far parte di questa associazione che si trova in Francia. Sono madrina dell’Associazione Bambini Cardiopatici nel centro Italia. Poi vado spesso in Africa, in Mozambico, dove ci sono villaggi e abbiamo costruito pozzi per bambini. Stiamo costruendo un consultorio. Sto facendo un’altra cosa interessante ed importante. In America va “di moda” dare farmaci a quei bambini un po’ “turbolenti”. Ci sono bambini di 2-3 anni che sono sotto psicofarmaci perchè più agitati di altri. I genitori piuttosto che trovare la causa di questo stato, danno loro psicofarmaci e adesso anche in Italia si usa fare così: una cosa molto orribile. Questi bambini cosa diventeranno? E’una questione seria. Un conto è darlo a una persona che ne ha bisogno, un conto a un bambino che è in fase di crescita. L’opinione pubblica è divisa in due parti. A me piacerebbe sensibilizzare su questa problematica anche i lettori di Lifestyleblog.it

Sei diventata mamma per la seconda volta da pochi mesi. Che tipo di mamma sei?
Sono la classica mamma italiana. Adoro i bambini…. ne vorrei fare quattro! Li riempio di coccole, di baci, sono iper apprensiva e attenta. La più grande che ha 4 anni molte volte dorme con me e mio marito, facciamo colazione insieme nel letto la mattina, siamo sempre insieme.

Come concili gli impegni lavorativi con il lavoro?
La cosa più facile del mondo, quando uno è contento di avere una bella famiglia sta sempre con loro. Adesso sono in vacanza con la mia famiglia e i miei genitori nel sud della Francia. Abbiamo preso una casa vicino al mare e ci sono tutti, anche mio fratello. Tutti insieme. Mi piace vivere con tutti quanti ed è normale conciliare il tutto. Poi non è difficile, il mestiere di attore ti porta a lavorare e avere mesi di vacanza.

Le tue vacanze continueranno in Italia?
Fino a metà agosto sarò in Francia tra Saint Maxim e Saint Tropez. Poi sarò in italia nel mio casolare in campagna in Umbria, che adoro, e poi a Maratea per il Festival che si svolge lì. Parlerò ache con un regista che mi ha contattato per un film. Poi torno in Umbria, forse un weekend a Capri. A ottobre girerò a New York “First Law”. Cerco sempre film che abbiano un messaggio da dare. Cerco di fare poche cose ma di qualità. Parla della storia degli indiani di america, argentini, che sono stati espropriati prima con le buone, e poi con le cattive, da persone bianche poichè avevano trovato giacimenti di petrolio. Siamo sempre lì…Torna sempre la storia ricorrente che abbiamo vissuto con la Libia. La storia è ciclica.

A novembre è in uscita un altro film…
Probabilmente si a novembre, devono trovare la distribuzione francese. E’un film che parla della tragedia di Ustica, in cui sono protagonista. E’una co-produzione. Devono definire il budget, il periodo è complicato. Ho diversi film in ballo che devono essere chiusi. Putroppo la crisi sta colpendo il cinema. Vanno di moda le commedie piuttosto che quelli impegnativi. Tutto è più complicato perchè si preferiscono le commedie in quanto fanno ridere in un momento triste. Ma penso sia importante anche fare film con un tema diverso. Un modo per combattere anche alcune situazioni. Sarebbe anche utile far riflettere le persone.

Con chi sogni di recitare?
Sono molto amica di Robert De Niro. Adora le mie lasagne e quando può fa un assaggino. Mi piacerebbe fare un film con lui. Lo adoro, è un amico e mi diverte.

Avrai sogni nel cassetto.
Arrivare a fare quattro bambini, tenere la famiglia unita e fare più cose possibili per aiutare la gente. Avere un potere di comunicazione più grande per essere più incisiva nella vita delle persone. Sono laureata in legge, anch’io giornalista pubblicista e sono abbastanza “rivoluzionaria”: vedo tante cose che non vanno e vorrei migliorare la situazione che viviamo e vivremo. Vorrei più potere per poi combattere.

Ultime news

10 film per riprenderti dal Blue Monday, il giorno più triste dell’anno

Da Il lato positivo a cantando sotto la pioggia, fino al cinema di Bud Spencer e Terence Hill. 10...

Potrebbe interessarti