7.2 C
Comune di Monopoli
giovedì 21 Gennaio 2021

Estate: gelati e bambini. Come sceglierlo?

Da leggere

Samuel: “Negli ultimi due anni ho avuto un periodo deflagrante”

Samuel torna sulla scena musicale con "Brigatabianca" il nuovo album da solista a distanza di quattro anni da “Il...

Elodie e i Pinguini Tattici Nucleari firmano le frasi dei Baci Perugina per San Valentino 2021

Elodie e i Pinguini Tattici Nucleari firmano le frasi dei Baci Perugina per San Valentino 2021. La scelta è...

Negramaro: dal 22 gennaio il nuovo singolo “La cura del tempo”

I Negramaro tornano in radio con un nuovo singolo “La cura del tempo” (Sugar Music). Si tratta del secondo brano estratto...

L’estate è ufficialmente iniziata e per tutti il gelato è molto più di una semplice golosità: rientra in un piacere da gustare in compagnia o da soli, come merenda o integrazione del pranzo… e anche per i bambini può essere parte di un’alimentazione varia ed equilibrata grazie alle sue proprietà nutrizionali, soprattutto per compensare le fatiche dello sport e del gioco.

“Basta solo saper scegliere, in base al profilo, ai ritmi e alle attività che ogni bambino svolge durante il giorno” commenta Giorgio Donegani Presidente della Fondazione Italiana per l’Educazione Alimentare (Food Education Italy). “I ghiaccioli, per esempio, se accompagnati dal consumo di acqua durante la giornata, forniscono un appagante senso di fresco e per i bambini possono essere un modo per mantenere l’idratazione e il tono di cui hanno bisogno per continuare nelle loro attività. Infatti spesso mentre giocano e fanno movimento, trascurano l’importanza di bere e mangiare”.

I ghiaccioli – come per esempio il Pirulo Tropical (52 kcal) o il Pirulo Watermelon (62 kcal), il primo con succhi di frutti tropicali e il secondo con succo di anguria e mela – sono composti prevalentemente proprio da acqua e zucchero, sostanze fondamentali in estate.

Senza dimenticare che nei mesi estivi, a causa delle alte temperature, i bambini tendono a diventare inappetenti e il gelato permette di fornire loro le calorie che necessitano senza però sforzarli troppo nell’alimentazione.

Ecco allora alcune linee guida pensate dal dott. Donegani per scegliere consapevolmente il gelato più adatto ai vostri bambini:

Il “bomber” futuro campione? Le coppe non solo si vincono ma … si mangiano anche!

Quelle con gusti alla crema (vaniglia, panna, cioccolato…) che sono più calorici di quelli alla frutta, meglio ancora se arricchite da croccante, mandorle, pezzi di cioccolato o frutta candita. Per il tipo tutto pepe, vivace, scatenato, sportivo, e di buon appetito, il gelato è infatti il supercarburante per fare rifornimento di energia prima di ogni partita di calcio, piuttosto che per una lunga corsa nei campi.

Il profilo del gelato ideale: 150 -200 kcal, grassi da 5 a 10g, carboidrati 15-35 g

 

Sembra che non mangi proprio nulla: ma come fa a stare sul campo da tennis? Perfetti i gelati alla crema e i “sandwich”!

Se gli spaghetti non piacciono e la carne non va giù, il gelato può diventare un sollievo non solo per il bimbo che se lo gusta ma anche per la mamma che finalmente lo vede mangiare di gusto. Un bel cono panna e cioccolato, piuttosto che uno ricoperto con aggiunta di mandorle e nocciole o, meglio ancora, un classico gelato “a sandwich”, con l’imbottitura di panna e cioccolato stretta tra due grossi biscotti (che forniscono un’utilissima quantità di amido).

Il profilo del gelato ideale: 200 -260 kcal, grassi da 10 a 15 g, carboidrati 20-40 g

 

Ultime news

Marco Camisani Calzolari: da oltre 25 anni diffonde il verbo del digitale

Divulgatore, docente, scrittore e consulente, MARCO CAMISANI CALZOLARI lavora nel mondo digitale da 25 anni. Insegna Comunicazione Digitale all’Università ed è...

Potrebbe interessarti