Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Interviste

Danny’s Shutter “Solo le immagini sono il mio vocabolario”

Danny’s Shutter è un fotografo ed un creativo in continua evoluzione. Nel giro di pochissimi anni risulta essere tra i più richiesti avendo conquistato con i suoi servizi fotografici i rotocalchi più prestigiosi, le case editrici ( l’ultima produzione è per la Vallardi Editore con la copertina del libro “Come diventare Marchesa”) e concretizzato tantissime campagne pubblicitarie e redazionali di moda. Inoltre sono numerosissimi i volti noti che hanno posato per lui: Maria Giovanna Elmi, Alda D’Eusanio, Raffaella Fico, Gigliola Cinquetti, Aldo Biscardi, Serena Grandi, Ornella Muti, Raffaele Paganini, Nadia Cassini, Giulio Andreotti, Marchesa D’Aragona ecc, ecc. E’ nato ed abita a Roma, città dove ha firmato l’esclusiva totale per il nostro Paese con la www.pgscarl.it qualificata agenzia di spettacolo di Danilo Piccini e Walter Garibaldi, ora diventata la P&G Management. Ad oggi ha collezionato più di duemila pubblicazioni, un considerevole traguardo. Il sito di riferimento dell’artista fotografo è: www.dannys.it Schivo più del dovuto accetta felicemente di incontrare noi di Lifestyleblog per una piacevole chiacchierata.

Grazie per l’occasione.
Il mestiere del fotografo deve rimanere nell’ombra, gli artisti sono altri e di loro ormai sappiamo ogni cosa, il mestiere che faccio mi aiuta a rimanere nel mistero, solo per questo sono restio a concedermi ai media, però sono io che ringrazio voi per l’interesse e la costanza dimostrata.

Quando e come hai iniziato ad appassionarti di fotografia?
Direi fin da bambino, quando per casa giravano delle foto; mi sembrava qualcosa di magico rivedere persone e momenti vissuti poco tempo prima.

Quali soggetti prediligi per i tuoi scatti?
Sono innamorato della fotografia, di essa mi piace tutto. Il reportage, i ritratti, le figure panoramiche, la fauna, la flora, il pianeta animale. La fotografia pura è luce, bisogna solo sapere come disporla ed utilizzarla.

Quale messaggio vorresti esprimere con le tue immagini?
Vorrei far capire che la fotografia insegna a osservare e a cogliere le cose e restituisce i momenti della vita che spesso si dileguano. Imparare soprattutto a guardare un soggetto da angolature differenti.

Nel tuo Portfolio tantissimi i Vip. Solo i personaggi noti possono ambire ad avere un tuo posato?
Assolutamente no, con l’Agenzia che mi rappresenta stiamo fornendo a prezzo politico e vantaggioso i Book per giovani artisti, modelli, attori, cantanti. Nel lavoro della comunicazione una fotografia è il tuo biglietto da visita. I personaggi ti vengono richiesti dai Direttori delle testate e sono molto felice di questa proficua collaborazione.

Ti ispiri a qualche maestro della fotografia in particolare?
Tutti e nessuno, il passato è ottimo per conoscere il presente e disegnare il futuro. Amo la naturalezza, sono contrario agli artifizi da Photoshop, chi troppo lo usa è perché oltre a non avere fantasia evita di conoscere l’anima che si cela in fondo ad ogni singola forma. Farlo vuol dire metterci energia, è faticoso ma regala immense soddisfazioni.

Al momento quali progetti hai in cantiere?
Sono impegnato in giro per il Paese con i redazionali ed i posati delle Star, non viaggio mai da solo, con me un’assistente, il truccatore, l’hair stylist, figure fondamentali ma che purtroppo andranno a scomparire se i Direttori continueranno questa scellerata virata verso il basso, riducendo sensibilmente i budget a disposizione facendone risentire la qualità stessa del giornale. Preferiscono pubblicare servizi d’archivio piuttosto che commissionarne di nuovi od anche immagini sfocate rubate e prive di qualsiasi appeal che scontentano il pubblico e l’attore che vi si vede ritratto senza un concept ed un serio studio alla base.

Tante sono anche le fotografie che ritraggono gli animali.
C’è anche la piccola Mia una gattina che amo, furba, vispa, irrefrenabile. Prima di lei ero più per i cani ma da quando è arrivata non posso separarmene e pensare che l’ha trovata mia moglie ed ora è diventata la Regina dei nostri Uffici. Nello studio fotografico però evito di farla entrare dato che ha un pelo medio lungo ed ho una paura folle possano andare a depositarsi sull’attrezzatura.

Puoi raccontarci un curioso retroscena legato al tuo lavoro?
Omettendo i protagonisti si. Mi sono ritrovato a fotografare una grandissimo nome della scena nazionale e non solo. Ci ha ospitati per una settimana, dovevo documentare come passava le giornate. Appena arriviamo ci accoglie disponibile e sorridente invitandoci a seguirlo in piscina dove ci presenta parte della famiglia compresa la moglie e subito ci raggiunge il personale di servizio per prenderci i bagagli ed indicarci gli alloggi. Eravamo in una gigantesca Villa da fiaba, qualcosa di difficilmente raccontabile, insomma trovammo l’anfitrione perfetto, ero sempre in sua compagnia durante i diversi ottimi pasti, ore di svago e divertimento senza fine. Arrivai all’ultimo giorno e mi accorsi di non aver mai fatto neanche un solo scatto e in serata sarei dovuto ripartire. Nel primo pomeriggio, dopo pranzo mi misi a cercarlo. Lo trovai avvinghiato all’amante. Se avessi scattato con il valore di quelle foto ora camperei di rendita, invece feci finta di nulla e me ne andai. Poco prima di andarmene venne da me dicendomi che mi aveva visto molto bene e che ammirava il mio comportamento. Gli strinsi la mano ma decisi di non avere più a che fare con lui, come avrei potuto guardare la sua signora negli occhi dopo quello che avevo scoperto? Ancora oggi continua a chiamarmi per offrirmi lavori allettanti ed ambiti ma io sono irreprensibile e preferisco farmi negare od inventare scuse, anche perché mi risulta continua ad essere sposato.

Ci vuoi svelare il tuo sogno nel cassetto?
E’ un progetto ambizioso in ambito europeo, riguarda la pubblicazione di un libro di fotografie che narri le persone ed i luoghi più caratteristici attraverso tratti somatici ed architettonici che fungano da file rouge a staffetta, detto così posso sembrare un folle ma è sempre bene non spiegare minuziosamente, altrimenti qualcuno potrebbe rubarmi l’idea e la suggestione che l’ha fatta nascere ma sono certo che riuscirò anche in questo. A parole è sempre così difficile però appena metterò a punto i provini ve li mostro, lo preferisco. Scusatemi ma solo le immagini sono il mio vocabolario.

Redazione
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Potrebbe interessarti...

Interviste

Ha solo 23 anni ma ha le idee molto chiare, a partire dal nome d’arte dove il cognome Cioffi ha la meglio sul nome, Andrea. Salentino di...

Interviste

“Con il cosiddetto Dl Rilancio è stato stabilito che le aziende che hanno già usufruito di 9 settimane di cassa integrazione ne hanno a...

Interviste

Se tornasse L’inverno, Come respiri, E poi arrivò dicembre, Meccaniche dell’esitare e Io rinasco in te, disponibili da qualche giorno sui principali digital stores,...

Interviste

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato del nuovo singolo Wavy, di Malcky G. Abbiamo incontrato il giovane rapper italo americano con il quale abbiamo...

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011
News e approfondimenti su Tv, Musica, Auto, Motori, Hi-tech, Cinema, Moda e tanto altro ancora.
Direttore Responsabile: Bruno Bellini Lifestyleblog.it