6.5 C
Comune di Monopoli
martedì 26 Gennaio 2021

Giuseppe Sternativo: “Al cinema interpreto l’amante di Luisa Ranieri ma nella vita…”

Da leggere

Lifestyle Awards Musica 2021: i vincitori

Ed eccoci ad annuciare i vincitori dei Lifestyle Awards Musica 2021. Manca il PREMIO WEB che sarà aperto nei...

Godzilla vs. Kong: il primo trailer ufficiale

Guarda il trailer ufficiale di Godzilla vs. Kong, quarto capitolo del Monsterverse con ptrotagonisti i due Titani: chi vincerà?

10 film in uscita nel 2021 da non perdere

Siamo onesti, il 2020 non è stato un anno facile per il cinema. Le sale chiuse per l'emergenza COVID...
Giuseppe Sternativo, all’opera in MALDAMORE. Al cinema interpreta l’amante di Luisa Ranieri ma nella vita…Ecco l’intervista all’attore per Lifestyleblog.it
Raccontaci cosa e come nasce questo tuo mestiere d’attore?
…Mi ritrovai a 18 anni nella grande capitale con un solo obiettivo: fare l’attore. E così, tra vari lavori e laboratori teatrali riuscii ad entrare all’Accademia d’arte drammatica, dove mi sono diplomato. Da lì un percorso in ascesa con tutte le criticità che un lavoro come quello dell’attore può portare.
Giuseppe, nell’ultimo anno ti abbiamo visto su diversi set, alle prese con ruoli molto diversi tra loro.. si direbbe che stai davvero cominciando a realizzare il tuo sogno..
Sì, diciamo che credo di essere sulla via giusta..sono accadute tante cose, per fortuna tutte positive. Posso dire di essere più  maturo e più sicuro di me stesso Le ultime esperienze mi hanno offerto quelle consapevolezze che stavo cercando e mi hanno dato la possibilità di mettermi finalmente alla prova in progetti di ampio respiro.

Vuoi raccontarci le tue ultime esperienze?
E’ stato un anno intenso.. ho partecipato al film di Mirca Viola, che ha debuttato come regista in “l’Amore fa male”. Lì ho interpretato il ruolo di un architetto molto sicuro di se’. Poi ho lavorato nel film “La Moglie del sarto” con Mariagrazia Cucinotta,  regia di Massimo Scaglione, qui ho interpretato il ruolo di un bullo che alimentava le chiacchiere del paese, il cui unico scopo era quello di avere un rapporto fisico con la protagonista Rosetta, interpretata da Mariagrazia Cucinotta.. 2012 ho lavorato nel film “Stalker”, regia di Luca Tornatore, dove interpreto il ruolo di un insegnate di danza classica. Nel 2013 ho lavorato nel film di Moccia “Universitari” dove interpretavo il ruolo di gestore di un locale notturno.

In questi giorni nella divertente commedia Maldamore sei l’amante piu invidiato d’Italia.
Infatti e ne sono bene fiero, in “Maldamore” regia Angelo Longoni , interpreto l’amante di Luisa Ranieri. Sul set è stata un’esperienza bellissima e poi lavorare con dei professionisti del loro calibro è sempre una grande opportunità. Grazie a queste esperienze sono cresciuto, ma soprattutto ho capito che il set è la mia seconda casa.
Il teatro riempie tanto spazio nel tuo percorso artistico?
Si ho appena finito un’altra esperienza a teatro con Seta di Alessandro Baricco, regia di Olimpia Alvino. Stare tutte le sere in scena è emozionante, un’adrenalina continua e una palestra senza eguali.
C’è qualcuno a cui devi dire grazie?
Va di moda dire ‘devo ringraziare soprattutto me stesso’… ma tutti sappiamo che non basta studiare, avere pazienza e soffrire nell’attesa della ‘grande occasione’… è importante conoscere le persone giuste che oltre ad offrirti buone opportunità, ti danno la forza di non mollare.

Ma come si fa a conquistare la credibilità e l’aiuto degli ‘addetti ai lavori’?
Qui voglio dare una risposta scontata..ma molto vera. Sono sempre stato me stesso, e  ho capito l’importanza di curare ogni dettaglio della mia formazione. Nessuno, alla lunga, accetta di far lavorare qualcuno che non è supportato da una preparazione seria, ma soprattutto..’continua’. Insomma nessuno, proprio nessuno in questo mestiere può permettersi di vivere di rendita…

Qual è il regista con cui vorresti lavorare e quale ruolo sogni di interpretare?
Non c’è un regista in particolare con cui vorrei lavorare, perche’ penso che ognuno di essi ha una propria peculiarità…Certo penso ai grandi Maestri come Fellini, Pasolini e Rossellini e dico che mi sarebbe tanto piaciuto lavorare con loro. Il mio più grande desiderio é di interpretare un ruolo, forte, drammatico, molto diverso da me, ma perché no, anche incontrare qualcuno che riesca a mettere in risalto la mia vena comica… ho la tendenza a sdrammatizzare e ad ironizzare in varie situazioni della mia vita..Mi piacerebbe che la gente possa conoscere anche questo mio lato nascosto.Insomma per dirla tutta io son pronto!

Ultime news

Il grande cuore di Aviva Wines, spunta un’iniziativa solidale con Fedez

Una storia a lieto fine. Una storia che strizza l’occhio alla solidarietà. Ma, soprattutto, una storia che parla italiano....

Potrebbe interessarti