Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Festival di Sanremo

Sanremo commentato a più mani: un esperimento social fai da te

Diario della seconda Serata del Festival di Sanremo

Nonostante una lunghissima carriera televisiva, per Alice ed Helen Kessler, quella di stasera è stata la prima partecipazione al Festival; “Non  abbiamo mai pensato perché non ci abbiano mai chiamato”.

Una seconda puntata originale – alla Pif – ha curiosato nelle costumerie del festival di Sanremo: quanti ricordi! Nilla Pizzi, Gigliola Cinquetti….fino ai più recenti. E che dire del foulard del ranuncolo chiaro….quando i fiori erano il vero simbolo di Sanremo?

Qualcuno dichiara: “E’ un festival moscio!”….Come fare per ridargli vita? Quale ricetta proporre in questa fase iniziale della 64ma edizione?

Qualcuno ha detto che lo scoop di ieri era montato…. Quanti qui-pro-quo! 5,4,3,2,1…sta partendo la sigla! Si incastrerà anche stasera il sipario?

Un Fazio alla lavagna, segue il metodo di Alberto Manzi che ha insegnato a scrivere con il “Corso di istruzione popolare per il recupero dell’adulto analfabeta”: ha insegnato ai suoi alunni a “guardare il mondo”. Un grande Claudio Santamaria legge la lettera del Maestro Manzi: “Non rinunciate mai ad essere voi stessi, padroni del vostro senso creativo….ricordatevi che nessuno potrà mai distruggervi se non lo volete…serenamente…allegramente”….onesta…onestà…onestà…quella cosa che oggi manca nel mondo; intelligenza, preparazione, comprendere, amare e…amore. Voi siete parte di me e io di voi” (Alberto Manzi 1976). I bambini sono il nostro futuro: dobbiamo accendere in loro la luce….e solo allora potremo pensare a un grande futuro.

Ecco le gemelle Kessler: un ritorno all’atmosfera del sabato sera. Improvvisamente si aggiunge Luciana, la terza…gemella? …Un po’ più rigida, ma è la nostra Luciana nazionale che sa fare autoironia, ridendo di sè e facendo ridere gli altri.

Cos’è il bello? Un duetto in sottofondo musicale tra Fabio e Luciana…: pillole di spensierata saggezza.

Franca Valeri, accolta da una standing ovation, raccoglie l’affetto di un pubblico che la ricorda al telefono con “Mammà…sei te…”. E’ venuta con l’intenzione precisa di conoscere la Littizzetto. Che eleganza! Ma riusciranno mai i nostri artisti di oggi ad arrivare alla gloria di Franca, mantenendo viva e integra la loro carriera per così tanti anni? E vogliamo parlare della sua dialettica…senza turpiloqui? Un originale ping-pong artistico “Littizzetto-Valeri” mette due generazioni a confronto: l’incontro del secolo!

Dal 1985…anno in cui a Sanremo ritirò il premio per la canzone del secolo “Questo piccolo grande amore”: Claudio Baglioni.  Un viaggio tra le emozioni dei grandi successi….un percorso…”Strada facendo”. Un pubblico partecipe e interattivo ha accompagnato tutto il medley: chissà nelle case degli italiani?

La grande voce di Rufus Wainwright ha sicuramente “smontato” le titubanze mediatiche; del resto, prima dei giudizi gratuiti è sempre bene constatare. E’ considerato il più grande cantautore del pianeta e non manca certo di espressività comunicativa.

Francesco Renga si presenta disinvolto e a proprio agio, con uno stile elegante, come sempre. Pezzi originali e diversi tra loro con belle orchestrazioni.

Giuliano Palma, con stile elegantemente frizzante presenta un primo pezzo in cui si identifica chiaramente lo stile di Nina Zilli. Il secondo pezzo è un bello swing.

Noemi si presenta con un abito originale…quasi un’installazione; un richiamo alla principessa del regno di Fantasia della Storia infinita…ricordate? …o alla Principessa di Guerre Stellari.  Dopo una partenza con imprevisto ha subito recuperato la calma. Una bella interazione con il pubblico, dietro richiesta, accompagna l’esibizione con il battito di mani. Una bella interpretazione!

Renzo Rubino, reduce dalla scorsa edizione 2013, si propone con uno stile nuovo, distaccato dalle sensibili tematiche. Due pezzi: uno dinamico-melodico, l’altro d’atmosfera che in parte richiama lo stile musicale di “Amami uomo (Il postino).

Ron, mantiene il suo stile tradizionale nel brano “Un abbraccio unico”: in un certo senso richiama la vincitrice “Vorrei incontrarti tra cent’anni”. Novità nel secondo brano dal titolo “Sing in the rain”, una ballata stile country.

Riccardo Sinigallia presenta il primo pezzo con un sound molto particolare; originale il testo. Qualcuno paragona lo stile a quello di Max Gazzè o degli America. Particolare la chiusura, quasi dedicata. Forte l’impronta dei Tiromancino.

Francesco Sarcina, ex Vibrazioni, ha senz’altro mantenuto lo stile, mantenendo comunque l’espressività e il carico emotivo.

Ed ora la voce ai giovani:

Inaugura Diodato, cantautore pugliese, propone un pezzo melodico, vissuto emotivamente…forse perché pezzo autobiografico?

…seguito da Filippo Graziani, figlio d’arte. Presenta un pezzo dinamico, coinvolgente, fortemente italiano e molto radiofonico: lo sentiremo spesso.

Bianca, l’unica presenza femminile, si impone sul palco con la sua sicurezza ed eleganza. Un brano crescente che via via diventa sempre più coinvolgente. Lo stile è tipicamente sanremese, orecchiabile e facilmente memorizzabile.

Zibba chiude la seconda serata del Festival con un pezzo dimanico, etnico e caratteristico. Il gruppo è accompagnato dall’unico maestro d’Orchestra-donna, Andrea Mirò che si identifica per la sua originale direzione strumentale molto corporea ed espressiva.

 

Hanno introdotto i risultati degli artisti: le gemelle Kessler, Armen Zoegglerr, Cristiana Collu, Kasia Smutniak, gian Antonio Stella, Veronica Angeloni e Clemente Russo.

Hanno passato il turno: “Vivendo adesso” per Francesco Renga, “Così lontano” per Giuliano Palma, “Bagnati dal sole” per Noemi, “Ora” per Renzo Rubino, “Sing in the rain” per Ron, “Prima di andare via” per Riccardo Sinigallia e “Nel tuo sorriso” per Francesco Sarcina.

Delle nuove proposte, passano la gara Diodato con “Babilonia” e Zibba, con “Senza di te”. Parteciperanno alla gara finale per contendersi il primo posto in classifica.

Tutti i giovani si esibiranno nella serata di sabato.

Mauro Caldera
Scritto da

Da Milano: Giornalista, Ufficio Stampa e Autore Televisivo. Si interessa di musica, cultura e spettacolo e collabora con la Fondazione Mike Bongiorno. Segue in diretta le più importanti manifestazioni musicali italiane.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...

Musica

Il 2020 è quasi finito. È stato un anno particolare e unico – durante il quale siamo stati fisicamente separati per tanto tempo, ma...

Interviste

Dal 17 novembre è disponibile “YIN E YANG” (LM Music), il nuovo album di Leonardo Monteiro attualmente impegnato nel MURO a “ALL TOGETHER NOW” su Canale...

Musica

Esattamente 21 anni fa, il 30 novembre 1999, usciva “…Squérez?”, il disco di debutto dei Lùnapop di Cesare Cremonini, tra i primi dieci album...

Musica

Dall’Inno di Mameli a Va pensiero, da Azzurro a Il cielo è sempre più blu, da Roma Capoccia a Napule è. Sono solo alcune...