Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Food & Beverage

Premio Birra in cucina a Stefano Ciotti

È Stefano Ciotti, dell’Urbino dei Laghi Ristorante e Naturalmente Pizza (PU), il vincitore del Premio Birra in Cucina 2014, riconoscimento assegnato per il settimo anno consecutivo da Birra Moretti e dedicato agli chef che si sono distinti per un utilizzo innovativo della birra in abbinamento ai piatti e in ricettazione.
Il Premio è stato consegnato oggi da Alfredo Pratolongo, Direttore Comunicazione e Affari Istituzionali di HEINEKEN Italia, nella cornice di Identità Golose, il congresso italiano dedicato alla cucina d’autore, in corso in questi giorni al MiCo (FieraMilano City) di Milano, di cui Birra Moretti si conferma Main Sponsor.
Classe 1973 e romagnolo d’origine, Stefano Ciotti già a 18 anni aveva collaborato con i più quotati chef della regione, tra cui Gino Angelini, Vincenzo Cammerucci, Luigi Sartini e Silver Succi. Dopo un’esperienza tristellata al Don Alfonso a Sant’Agata sui Due Golfi (NA) e una breve parentesi parigina all’Armani Cafè, approda nel 2004 come Executive Chef al Carducci 76 di Cattolica (RM) dove riceve la stella Michelin. Nel giugno del 2009 viene eletto Migliore chef emergente del Nord e dal 2012 è alla direzione del ristorante dell’Urbino Resort. Nel creare i suoi piatti Ciotti rielabora la tradizione in chiave innovativa, mantenendo dunque un legame con il territorio e, allo stesso tempo, mettendo a disposizione della cucina moderna le sue creazioni.
Facciamo un passo indietro: prima di lui hanno ricevuto il Premio Birra in Cucina grandi nomi del panorama dell’alta ristorazione italiana. Tra questi Claudio Sadler e Davide Oldani, due chef pluristellati coinvolti da Birra Moretti in numerosi progetti inscritti all’interno di un percorso di diffusione della cultura birraria, che lo storico marchio ha intrapreso nel 2007 con l’obiettivo di promuovere un utilizzo consapevole e di qualità della birra sia in abbinamento sia in ricettazione. Spicca, fra i vari progetti, il Premio Birra Moretti Grand Cru, primo concorso culinario – nato nel 2011 in collaborazione proprio con Identità Golose – dedicato a chef e sous-chef under 35 con la passione della birra in cucina, che ha visto i due grandi maestri impegnati nel ruolo di giurati. Il Premio è diventato negli anni una delle più importanti piattaforme di talent scouting in Italia: sono infatti più di 440 le giovani promesse del panorama della ristorazione made in Italy che hanno partecipato alle prime tre edizioni.

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...

Eventi

A Roma si e’svolta la XXV edizione del Premio Internazionale Giuridico Scientifico ‘G. Falcone – P. Borsellino’ presso la Camera dei Deputati. La commissione...

Radio e Tv

Andrà in onda a novembre Il ristorante degli chef, su Rai 2 Sono iniziate le riprese de “Il ristorante degli chef”, il nuovo talent...

Food & Beverage

Il rinomato Chef internazionale Tino Vettorello, anche quest’anno sarà presente alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Lo chef, che ha già conquistato le star...

Radio e Tv

Un ritratto intimo e totalmente inedito di Cannavacciuolo, uno degli chef più popolari della TV Antonino Cannavacciuolo ha risanato le “cucine da incubo” in tutta Italia, ha...