Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Lifestyle

Birra Peroni è Top Employers 2014

Birra Peroni si aggiudica per il quinto anno consecutivo la certificazione ‘Top Employers Italia’, riconoscimento assegnato tutti gli anni dal Top Employers Institute alle “imprese con eccellenti ambienti di lavoro e avanzate politiche di gestione delle risorse umane”. Birra Peroni è stata premiata per le strategie organizzative all’avanguardia nell’ambito della comunicazione, dei programmi di formazione e sviluppo e dei regimi di lavoro flessibile su cui possono contare i suoi dipendenti.

«La valorizzazione delle risorse umane e la partecipazione dei dipendenti alla vita aziendale sono gli asset delle nostre politiche HR – ha dichiarato Emiliano Maria Cappuccitti, Direttore Risorse Umane di Birra Peroni – come dimostrano le misure di welfare e flessibilità sui quali ci siamo focalizzati negli ultimi anni e l’accordo integrativo contrattuale».

L’impegno di Birra Peroni, in particolare, favorisce le seguenti pratiche: blog e forum online e sondaggi ai lavoratori per incoraggiare la comunicazione interna e favorire co-working e networking tra i dipendenti; regimi di lavoro flessibile come telelavoro e lavoro da casa per semplificare la vita alle mamme e ai papà e ai lavoratori con particolari esigenze; sessioni di coaching e mentoring, formazione su specifici settori o attività e scambi internazionali, per la crescita di giovani talenti.

In particolare, Birra Peroni aderisce ed è protagonista in progetti come: Employability 2.0, che offre a laureandi e neolaureati due anni di formazione ed esperienza interaziendale; Trainee  Development, che arruola brillanti neolaureati in un percorso di acquisizione delle competenze (generali e tecniche) su Birra Peroni, con lo scopo di preparare specialisti altamente qualificati da far crescere all’interno dell’azienda.

In ambito formazione, nell’ultimo anno Birra Peroni ha inoltre avviato, in collaborazione con Enapra – scuola di formazione di Confagricoltura – dei corsi di formazione per imprenditori agricoli under 35, produttori di orzo per l’azienda, riservando loro un corso di aggiornamento sugli aspetti normativi e fiscali per la gestione delle aziende, sull’accesso al credito e ai fondi nazionali ed europei per l’agricoltura e sulla gestione ecologica e sostenibile di energia ed acqua. Dimostrazione dell’attenzione che l’azienda ha verso la propria filiera, la sostenibilità dei propri prodotti, “dalla terra alla tavola”, e verso i giovani come volano della crescita.

A beneficiare dei piani di crescita, non solo le giovani leve: nei reparti amministrativo, direzionale ed esecutivo dell’azienda per ciascun lavoratore vengono definiti profili di competenza inerenti ad abilità, comportamenti e risultati attesi, che incentivano a partecipare ai processi di formazione e sviluppo e favoriscono la job rotation.

Redazione
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Potrebbe interessarti...

Food & Beverage

Arriva Nastro Azzurro Mais Nostrano – Qualità Certificata, la special edition realizzata in esclusiva per Esselunga. Un pack speciale con il quale il brand...

Food & Beverage

Nastro Azzurro, insieme agli italiani, sostiene il mondo Horeca. Un sostegno che consiste in una donazione di 500.000 euro che servirà a far ripartire...

Lifestyle

Nastro Azzurro è da sempre a fianco di chi guarda al futuro con creatività e positività. Per far fronte all’emergenza COVID-19, il brand lancia...

Food & Beverage

Tra le prime produttrici di whisky al mondo, si attestano certamente la Scozia e l’Irlanda, ma non mancano anche distillati molto amati nati negli Stati Uniti...

Copyright © 2011 Lifestyleblog.it | Testata on-line iscritta al Tribunale di Bari al n. 23/2011
News e approfondimenti su Tv, Musica, Auto, Motori, Hi-tech, Cinema, Moda e tanto altro ancora.
Direttore Responsabile: Bruno Bellini Lifestyleblog.it