18.8 C
Comune di Monopoli
mercoledì 12 Maggio 2021

Polifemo – Quello che nessuno ti fa vedere

Da leggere

Da domani, martedì 28 gennaio alle 23.00 arriva su MTV (canale 8 del DTT) Polifemo – Quello che nessuno ti fa vedere un programma con Vito Foderà. Polifemo è un racconto in 6 puntate di un’Italia che funziona attraverso gli esempi illuminanti dei pochi coraggiosi che cercano di trasformare la crisi in opportunità e occasione positiva.

Polifemo da quindivoce ad un’Italia che in pochi raccontano. Un’Italia di cui tutti parlano ma che nessuno capisce. Un Paese da scoprire e da spiegare, guardando una generazione che ancora oggi sembra essere sconosciuta, nascosta dietro social network e indagini di mercato, ma che invece è una generazione che pensa, crea, si muove, si mette in discussione, protesta, propone, si arrangia, si inventa.

Polifemo – Quello che nessuno ti fa vedere propone 6 foto inedite con lo stesso sfondo: l’Italia di oggi. In ogni puntata Polifemo cerca di rispondere a domande inevase sugli argomenti di maggiore attualità per i giovani, di spiegare meccanismi complessi con parole semplici anche attraverso schede animate dedicate all’argomento della puntata. Si parte con la prima puntata dedicata al cibo, svelando storie positive di chi esporta con successo il made in Italy.

 

Argomento della prima puntata in onda Martedì 28 gennaio: Uno spaghetto ci salverà

Un mondo di opportunità e affari, tendenze e regole, desideri e sogni in cui reinventarsi ma anche investire e speculare. Se il cibo è davvero il volano per il Paese, la valorizzazione del Made in Italy dipenderà da chi prenderà in mano le redini di questo pilastro dell’economia e della cultura italiana. E mentre i media si popolano di volti e format tv sull’argomento c’è una generazione di giovani professionisti, imprenditori, creativi e pionieri già in campo per recuperare, rinnovare e rilanciare un’industria sempre più strategica per tutto il Paese. Protagonisti della puntata Natale Giunta, 33 anni, cuoco di termini Imerese e Oscar Farinetti fondatore di Eataly.

Natale Giunta è l’unico cuoco che vive sotto scorta in Italia, probabilmente nel mondo. In un periodo dove i cuochi sono star televisive, lui fa il percorso inverso e, pur mantenendo un noto ristorante a Palermo, se ne va dall’Italia per aprire 3 ristoranti negli Usa.

La storia è particolare: da ragazzo fa lo sciacqualattughe a Termini Imerese quando il suo capo chiude il ristorante dove lavora e glielo cede per 30 milioni (di lire). Lui ha solo 800mila lire e fa cambiali in bianco per prenderselo. Il primo giorno non arriva nessuno. Dal secondo è pieno e non si ferma più. Anni dopo riesce ad aprire a Palermo e fa lavorare solo ragazzi siciliani. Gli chiedono il pizzo, lo minacciano ma lui resiste. E’ uno dei pochi che fa funzionare alcune aree della piana di Termini Imerese. Ora sta per aprire negli States e, per farlo, si porterà solo ed esclusivamente ragazzi siciliani, oltre ai prodotti che rigorosamente importerà, ma non solo: per avere il formaggio come lo vuole lui farà arrivare negli Usa anche le capre e i pastori dalla Sicilia. Sembra pazzesco ma farà così.

Altro personaggio interessante della puntata è il fondatore di Eataly, Oscar Farinetti. La sua filosofia: promuovere la qualità, pagare il giusto tutti coloro coinvolti nel ciclo produttivo, dal contadino al distributore. Il problema dell’italia è Eataly è il primo retail ad essersi avventurato al’estero. L’italia è vittima di un paradosso: abbiamo un patrimonio enogastronomico senza pari al mondo ma non lo valorizziamo, importiamo cibo e vini per un valore che supera quello del nostro export.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Superbonus, Zampa (Fibre Net): “Mancano certezze, serve più tempo”

"Quello che manca è la certezza di come lavorare. Il fatto di avere bisogno di più tempo per fare...

Potrebbe interessarti