Connettiti con noi

Eventi

MusicEmotion: la musica della Filarmonica della Scala al cinema

Redazione

Pubblicato

il

Foto Luca Piva

Daniel Harding, Myung-Whun Chung, Gianandrea Noseda e Daniele Gatti sono i protagonisti dell’edizione 2014 diMusicEmotion, insieme al fotografo Oliviero Toscani, che firma l’originale concept fotografico del progetto.
MusicEmotion per il terzo anno porta i grandi concerti sinfonici della Filarmonica della Scala nei migliori cinema, con l’alta qualità del DCP. Negli anni scorsi sono stati trasmessi concerti diretti da Daniel Barenboim, Andrea Battistoni, Riccardo Chailly, Christoph Eschenbach, Daniel Harding, Fabio Luisi, Bobby McFerrin e Georges Prêtre. MusicEmotion, con la regia di Pietro Tagliaferri, permette agli spettatori dei cinema di immergersi nella musica, trascinati dal direttore e dall’orchestra. Seguendo il concerto e il backstage dell’evento, ci si trova avvolti da un’esperienza musicale emozionante, una visione a 360° di altissima qualità. Tutti i concerti, fin dalla prima stagione, vengono introdotti da Francesco Micheli e arricchiti da contributi speciali e interviste esclusive con i direttori d’orchestra, i solisti e i musicisti della Filarmonica della Scala, per la regia di Andrea Franceschini.

Le note di Johannes Brahms e Igor Stravinskij il 5 febbraio 2014 inaugureranno la stagione cinematografica di MusicEmotion, con la bacchetta di Daniel Harding e Lars Vogt al pianoforte. Un’occasione straordinaria anche per gli studenti di tutta Italia: agli eventi unici serali per le sale italiane e internazionali si aggiunge infatti una proposta dedicata alle scuole. Per ricevere tutte le informazioni sul progetto, video, approfondimenti e l’elenco completo delle sale è possibile registrarsi alla newsletter del sito www.musicemotion.filarmonica.tv

Nella stagione 2014 una significativa novità: è stato affidato in esclusiva a Oliviero Toscani l’originale concept fotografico del progetto. Si è scelto di ritrarre tutti i protagonisti della Filarmonica della Scala, attraverso lo sguardo di un grande interprete italiano della fotografia e della comunicazione, un modo diverso di comunicare un’orchestra, il suo lavoro e la sua “umanità”.

MusicEmotion, distribuito nelle sale cinematografiche italiane da Parthénos, è realizzato dal produttore Musicom.it – che effettua tutte le riprese in HD della Filarmonica della Scala – ed è sostenuto fin dalla prima edizione da UniCredit, Main Partner della Filarmonica dal 2003. Si avvale inoltre della collaborazione del Touring Club Italiano.

MusicEmotion trasmette tutte le quattro serate in DCP a 2k (alta risoluzione). Il DCP (Digital Cinema Package) è il formato digitale per la distribuzione cinematografica che sostituisce la stampa su 35mm, offrendo allo spettatore l’esperienza cinematografica dei grandi concerti della Filarmonica della Scala con la migliore immagine e il miglior suono possibile.

MusicEmotion trasforma i concerti in uno spettacolo musicale cinematografico per una platea senza confini.

CALENDARIO
maggiori dettagli sulle proiezioni sono disponibili su www.musicemotion.filarmonica.tv

5 Febbraio alle 20.30
Direttore Daniel Harding
Pianoforte Lars Vogt
Johannes Brahms, Concerto per pianoforte e orchestra n.1 in Re minore op.15
Igor’ Stravinskij, Le sacre du printemps

Il concerto diretto da Daniel Harding unisce un caposaldo del repertorio romantico, il concerto di Brahms, all’opera rivoluzionaria che ha spalancato le porte dell’era moderna in musica: la Sagra della Primavera di Stravinskij, che ha appena compiuto 100 anni. La prima esecuzione del Concerto in re minore, il 22 gennaio 1859 a Hannover, con Brahms appena venticinquenne al pianoforte, naufragò nell’indifferenza e nell’incomprensione. Il celebre incipit è affidato alla sola orchestra che presenta un tema assertivo e drammatico prima dell’entrata del pianoforte, cui non sono richieste prove di virtuosismo spettacolare ma un’integrazione piena nel complesso discorso orchestrale: un deciso passo avanti rispetto al protagonismo solistico in voga fino ad allora. La sagra della primavera, che alla prima parigina nel 1913 suscitò una vera e propria rissa tra conservatori e progressisti, evoca i riti primaverili della Russia pagana, culminanti nel sacrificio di una fanciulla costretta a danzare fino alla morte. La partitura semplifica gli aspetti melodici e armonici a vantaggio di una straordinaria invenzione ritmica e coloristica, che costruisce un paesaggio sonoro “barbarico” assolutamente nuovo e ancora oggi impressionante.

26 Febbraio alle 20.30
Direttore Myung-Whun Chung
Ludwig van Beethoven, Sinfonia n°6 in Fa maggiore Pastorale op. 68
Johannes Brahms, Sinfonia n°4 in Mi minore op 98

Myung-Whun Chung, allievo ed assistente di Carlo Maria Giulini, omaggia con questo classico impaginato il grande direttore italiano di cui ricorre il centenario della nascita. Beethoven intraprese la composizione della Sinfonia n. 6 nell’estate del 1807, e la condusse a termine nel maggio 1808. La sinfonia è insolitamente costituita da cinque movimenti, ciascuno dei quali reca un’indicazione programmatica: con la Sesta Beethoven rilegge e supera il descrittivismo settecentesco sostituendolo romanticamente con una rappresentazione della natura attraverso il sentimento dell’uomo. Scritta tra il 1884 e il 1885 la Sinfonia n. 4 di Brahms è la penultima opera sinfonica del compositore: costituisce un edificio sinfonico di inaudita complessità culminante nel grandioso finale, un succedersi di 35 variazioni su un tema derivato dalla Cantata BWV 150 “Nach dir, Herr” di Bach, che allude scopertamente alla musica preclassica, e in particolare alla forma della passacaglia.

19 Marzo alle 20.30
Direttore Gianandrea Noseda
Violoncello Enrico Dindo
Ottorino Respighi, Antiche danze ed arie per liuto, Seconda suite
Alfredo Casella, Concerto per violoncello|Sinfonia n°2

Fin dai primi anni di attività la Filarmonica della Scala ha sistematicamente promosso il repertorio sinfonico italiano. Questo concerto include la prima esecuzione alla Scala della monumentale Seconda sinfonia di Casella: una pagina che documenta la ricchezza il cosmopolitismo della scena musicale italiana del 900. Respighi presentò una Prima Suite di Antiche danze e arie trascritte da originali per liuto nel 1917. L’esecuzione all’Augusteo di Roma, riscosse un caloroso successo che, indusse il compositore a licenziare, nel 1923, una Seconda Suite per orchestra, che fu ascoltata per la prima volta a Cincinnati nel 1924 e comprende quattro brani risalenti ai secoli XVI e XVII. Nel 1930 la multiforme e frenetica attività musicale di Alfredo Casella lo porta a fondare il Trio Italiano insieme al violinista Alberto Poltronieri e al violoncellista Arturo Bonucci, per cui scrive il Triplo Concerto. Per Bonucci scrive invece nel 1935 il Concerto op.58, una delle pagine concertanti più riuscite del Novecento italiano, in cui l’impostazione puramente neoclassica dei lavori precedenti si accende di tensioni moderniste debitrici in particolare a Hindemith. Testimonianza delle molteplici influenze che si intrecciano nell’opera del giovane Casella è la trascinante Seconda Sinfonia, un lavoro monumentale e appassionato che costituisce forse il più importante riflesso dell’opera di Gustav Mahler sulla musica italiana e accoglie echi di danza e ritmi militari in una costruzione di sicuro esito emotivo e spettacolare.

9 Aprile alle 20.30
Direttore Daniele Gatti
Johannes Brahms, Sinfonia n°3 in Fa maggiore op. 90
Richard Strauss, Don Juan poema sinfonico op.20
Alban Berg, Tre pezzi per orchestra op. 6

Daniele Gatti dirige la Filarmonica della Scala in un concerto che disegna l’arco del sinfonismo tardoromantico dalla maturità brahmsiana alla svolta di Berg passando per il lussureggiante vitalismo orchestrale di Strauss. Sui leggii dei professori scaligeri la Sinfonia n.3, il Don Juan e i Tre pezzi per orchestra: tre brani che richiedono a direttore e orchestra impegno, profondità, virtuosismo e capacità analitica. Un tour de force strumentale, intellettuale ed emotivo che conferma lo stretto legame tra il maestro milanese e l’orchestra. Don Juan, scritto tra il 1887 e il 1888 ed eseguito per la prima volta a Weimar l’11 novembre 1889 per la direzione dell’autore, è, insieme al Macbeth degli stessi anni, il primo dei poemi sonori che riveleranno le spettacolari qualità di orchestratore del giovane Strauss. Berg compose i Tre pezzi per orchestra op.6 nel 1913/14 e li dedicò a Schönberg in occasione del suo quarantesimo compleanno. I Tre pezzi portano alle estreme conseguenze la riflessione sull’eredità mahleriana segnando al contempo la raggiunta maturità di un Berg non ancora trentenne imponendosi tra i punti di svolta della musica del nuovo secolo.

CALENDARIO PROGETTO SCUOLE

PROGETTO MusicEmotion PER LE SCUOLE
Proiezione di tre concerti per le scuole secondarie di primo e secondo livello

Direttore Bobby McFerrin
Programma:
L. Bernstein, Candide, Overture
G. Fauré, Pavane op. 50
A. Vivaldi, Concerto per due violoncelli RV 531
B. McFerrin, Solo Improvisations
F. Mendelssohn-Bartholdy, Sinfonia n. 4 Italiana

Direttore Daniel Harding
Pianoforte Lars Vogt
Programma:
J. Brahms, Concerto per pianoforte n.1 in Re minore Op.15
I. Stravinskij, Le sacre du printemps

Direttore Myung-Whun Chung
Programma:
L.v. Beethoven, Sinfonia n°6 Pastorale
J. Brahms, Sinfonia n°4

Gli insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo livello interessati ad aderire al progetto possono contattare: scuola@musicom.it  Tel: 331 22 11 254 – Fax: 02 461 570

Il Direttore Daniel Harding commenta così l’esperienza cinematografica di MusicEmotion “C’è qualcosa che il pubblico si perde durante un concerto, quello che proviamo noi a stare fisicamente al centro della scena, l’esperienza fisica e viscerale di fare musica”. E continua “Dare per una volta l’impressione al pubblico di trovarsi al centro della scena, con le immagini enormi e ricche di dettagli sul grande schermo del cinema, la qualità del suono dei sistemi audio più moderni, è davvero entusiasmante. Penso che sia una cosa fantastica che il pubblico possa avere accesso agli spettacoli della Scala dovunque la gente viva. Credo comunque che portare grandi spettacoli in ogni angolo del paese, anche in quelli più difficili da raggiungere, sia davvero una meravigliosa idea”. Il violoncellista Enrico Dindo invita invece il pubblico all’esecuzione di Casella “Avete la possibilità di venire ad ascoltare un concerto assolutamente inusuale e grandioso. Casella è uno straordinario autore, molto poco conosciuto, e il Concerto per violoncello è bellissimo.” Il suo Direttore, Gianandrea Noseda, aggiunge: “Mi unisco al mio amico per dirvi che arriverete a questo concerto e vi chiederete: “Casella, chi è costui?” e ne uscirete assolutamente conquistati”.

Advertisement
Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Advertisement

Iscriviti alla nostra Newsletter

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Leggi la nostra Privacy Policy.

Ultime News

Quelli che il calcio Quelli che il calcio
Radio e Tv14 ore fa

Quelli che il Calcio: la puntata del 15 dicembre

Quelli che il calcio torna domenica, 15 dicembre dalle 14.00 su  Rai2. Anticipazioni della puntata di Quelli che il Calcio...

Valerio Scanu Valerio Scanu
Musica15 ore fa

Valerio Scanu – Christmas Edition all’Auditorium Parco della Musica

Torna Valerio Scanu con il consueto concerto di Natale quest’anno denominato Christmas Edition. Un appuntamento imperdibile per i fan del cantautore sardo,...

Un giorno in pretura Un giorno in pretura
Radio e Tv15 ore fa

Un giorno in pretura: la puntata del 15 dicembre.

“La strana morte di Alfredo Cappelletti” sarà al centro della puntata di Un Giorno in Pretura, il programma di Roberta...

Camila Raznovich Camila Raznovich
Radio e Tv15 ore fa

Kilimangiaro, la puntata del 15 dicembre

Il giro del mondo del Kilimangiaro attraverso la bellezza, le culture e le curiosità del pianeta continua nella puntata del...

Fabio Fazio - Che tempo che fa Fabio Fazio - Che tempo che fa
Radio e Tv15 ore fa

Che tempo che fa, la puntata del 15 dicembre

Domenica 15 dicembre 2019, alle ore 21.00 su Rai2, nuovo appuntamento con Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio, con...

Al Bano Carrisi Al Bano Carrisi
Radio e Tv15 ore fa

Al Bano a Settimana Ventura

Al Bano Carrisi sceglie lo studio di “Settimana Ventura” per un dialogo franco, diretto e toccante con l’amica Simona Ventura, domenica 15 dicembre alle 11.55...

Mara Venier - Domenica IN Mara Venier - Domenica IN
Radio e Tv15 ore fa

Domenica In: la puntata del 15 dicembre

Puntata numero 14 di Domenica In, in onda domenica 15 dicembre alle 14 su Rai1, in diretta dagli Studi ‘Fabrizio...

Lisa Marzoli Lisa Marzoli
Libri21 ore fa

“A Natale regalate libri”, parola di Lisa Marzoli

Ogni sabato mattina su RaiUno ci accompagna alla scoperta delle migliori novità editoriali e alla riscoperta dei grandi classici della...

Top Model of the World Italy 2019 Top Model of the World Italy 2019
Eventi1 giorno fa

Verso la finale di Top Model of the World Italy 2019

Fervono gli ultimi preparativi per la fase finale dell’ambito e prestigioso concorso di bellezza femminile Top Model of the World Italy...

Brunori sas Brunori sas
Musica2 giorni fa

Per due che come noi, il nuovo singolo di Brunori Sas

Esce oggi su YouTube il videoclip di PER DUE CHE COME NOI, il nuovo singolo di Brunori Sas (Island Records), su tutte le piattaforme digitali...

Più Lette