Intervista al rapper Doppia B -

Intervista al rapper Doppia B

Il rapper Doppia B si racconta a Lifestyleblog.it! Ecco l’intervista.

Quali sono state le tue prime esperienze musicali?
A livello artistico ho iniziato in un piccolo gruppetto. Eravamo in tre, io, Ems e una cantante e giravamo per i locali di Napoli cercando di guadagnare qualcosa. Avevamo 15 anni. Poi ci dividemmo, Ems tornò in America e anche la cantante si distaccò da noi, cosi iniziai la mia carriera da solista, ma per molti anni sono stato fermo, immobile, senza fare nulla, perchè ero caduto in depressione. Una volta passato questo brutto periodo che mi ha segnato, ho poi fatto 4 dischi.

Cosa significa per te avere tutti questi fan che ti scrivono ogni giorno? Come riesci a gestirli?
Questo sinceramente non lo so, io ci metto sempre il massimo impegno. Mi concentro al massimo su quello che faccio e non voglio nient’altro al di fuori della musica. Quelli che mi scrivono sono persone come me, gente che si immedesima soprattutto nella mia persona o che ha subito e passato tutto quello che è dovuto toccare a me.

Finalmente tra poco ascolteremo il tuo nuovo album. Cosa puoi dirci?
Il nome del disco non è casuale. Il Croupier è di norma colui che gestisce il gioco e la vita in fondo lo è. Volendo fare un paragone col passato potremmo dire che questo album si divide un due lati, il primo comprende collaborazioni con artisti partenopei come Gianni Fiorellino, Tommy Riccio, Giovanna De Sio, Enzo Di Domenico e Stefania Lay. Nel secondo lato, invece, ci sono rapper come Shaone, Amiz, Dj Jad (ex Articolo 31), Maxi B e Ciccio Merolla. Una mescolanza di tanti stili che hanno reso questo lavoro secondo me tutto da ascoltare.

Si sente già parlare della cover realizzata di un brano di Angela Luce. Cosa puoi anticiparci?
Partendo dal presupposto che ogni pezzo è una parte di me e del mio passato, questa collaborazione è nata quando mio fratello più piccolo fu investito e andò in ospedale. Ero in sala con Giovanna De Sio e quasi per gioco abbozzammo questo pezzo. Si iniziò con un arrangiamento, e poi arrivò la versione definitiva, passando ovviamente per la richiesta dei diritti d’autore di questo brano.

Cosa ti aspetti da questo lavoro?
Onestamente sono 3 anni che lavoro a questo disco. L’obiettivo è che la gente capisca e si immedesimi nei testi. Quello che ci ho messo dentro è tutto quello che sento dentro di me, è tutto vero. Spero che la gente apprezzi. Spero sia un successo anche per tutte le persone che mi sono state vicine, soprattutto la mia nuova famiglia che mi ha adottato e ha creduto in me.

Tre aggettivi per definirti?
Cinico, perché non ho mai fiducia nelle persone, anzi in niente e nessuno, nemmeno in me stesso, perché penso che il mondo sia cinico e io mi adeguo di conseguenza. Testardo, perché sono un ragazzo che sembra arrendersi molto facilmente, invece non riesco proprio a farlo, vado sempre in fondo alle cose, in tutto. Generoso, perché tengo tantissimo alle persone che contano per me. Gli do tutto quello che ho se meritano.

 

Lifestyleblog.it

La redazione di Lifestyleblog.it

Post navigation

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

P