3.6 C
Comune di Monopoli
sabato 16 Gennaio 2021

Buffon: “Prossimo traguardo? Lo scudetto”

Da leggere

Samsung svela la Serie Galaxy S21

La nuova serie top di gamma Samsung Galaxy S21 arriva in tre differenti modelli per rispondere alle esigenze di ogni stile di...

Fiorella Mannoia: “E’ un grande onore riaprire lo spettacolo nel 2021”

“E’ un grande onore riaprire lo spettacolo nel 2021, di essere io quella che riporta sul palco la musica,...

Emma e Alessandra Amoroso: “Abbiamo imparato l’amore per noi stesse”

“Pezzo di cuore” è il titolo di uno dei duetti più attesi degli ultimi 10 anni, tra due delle...

Il portiere della Juve Gigi Buffon ha parlato ai microfoni di Sky Sport HD, nel post partita di Cagliari-Juventus.

Hai ripreso padronanza dell’area di rigore.
Sì, perché diciamo che sono anche messo in condizione di poterlo fare nel miglior modo possibile. Poi, anche perché il mio più grande critico, mio padre, spesso e volentieri mi dice: “mamma mia, non esci più, una volta uscivi sempre, ora quando ti vedo mi fai pena”, allora per dargli coraggio, ho ricominciato a rimpossessarmi dell’area di rigore.
Oggi hai fatto un grande intervento sull’1-1 che ha salvato il risultato.
La differenza oggi è in questo episodio, ma come dico sempre, ci vuole anche quel briciolo di fortuna. Mi sono fatto guidare un po’ dall’istinto, penso di essere stato bravo a scegliere subito, ad aver preso in considerazione la scelta di coprire la porta e riprendere posizione. Quello, secondo me, mi ha permesso di parare il tiro. In quei casi lì, l’importante credo sia non avere esitazioni sul cosa fare, ecco, vedere partire il tiro e fare la scelta immediatamente.
Un commento sull’11esima vittoria consecutiva.
È un traguardo che sicuramente ci fa piacere e ci rende onore, per quello che stiamo facendo. È un traguardo al quale teniamo sicuramente molto di più rispetto a quelli personali, visto che fino a due o tre domeniche fa c’era in ballo anche un mio possibile record. Questo sicuramente vale molto di più perché è un record di squadra, è un qualcosa che magari negli anni durerà, secondo me.
Il prossimo traguardo qual è?
Cercare di vincere lo scudetto, il terzo di fila, visto che mi sembra siano passati quasi 80 anni dall’ultima volta che  è accaduto alla Juventus. Come sappiamo tutti, riuscire ad avere l’opportunità, la fortuna, la bravura, di scrivere delle pagine importanti per una società come la Juventus, credo sia già un orgoglio.
“La Juve è come il maggiordomo, è sempre colpevole”: l’hai scritta tu o hai un ghost writer?
Ho una fervida fantasia, accompagnata anche da un po’ di lessico, poi mi piace anche sdrammatizzare e ogni tanto poter ridere sulle cose che potrebbero avere un’accezione negativa.
Una riflessione sul gioco della Juve.
Ha ragione chi vince, come sempre. Probabilmente noi siamo bravi perché in Italia sappiamo affrontare nella maniera migliore, anche tatticamente, tutti gli avversari e i risultati lo confermano. Magari in Europa ci vuole qualcosa di diverso e alternativo, ma penso che abbiamo un allenatore talmente preparato che saprà già porre i rimedi per il prossimo anno.
“Pirlo e Buffon me li tengo stretti”, ha detto Conte. Cosa significa questo in prospettiva?
Significa che probabilmente, al di là delle ragioni anagrafiche, ci sono delle ragioni tecnico tattiche e sportive che fanno sì che magari, nonostante non siamo più dei giovincelli, in campo godiamo ancora di ottima salute. Questa è la cosa più importante che fa bene a noi stessi e fa bene anche alla squadra e alle squadre nelle quali giochiamo, tra le quali la Nazionale.

Ultime news

La ricetta per la ripresa, parla Montefusco: “Comunicare è la parola d’ordine”

In un’intervista fiume ad Affaritaliani, Claudio Montefusco (vicepresidente del Gruppo Ballandi e fondatore di Live.com, la  società leader nella...

Potrebbe interessarti