Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

La nuova Audi A3 Cabriolet: subito ai vertici della categoria

Sportiva, versatile ed elegante: la nuova A3 Cabriolet colpisce subito per le linee filanti e la capote in tela. Anche tecnicamente la quattro posti scoperta non ha eguali nella sua categoria: struttura leggera, motori molto efficienti e sistemi di assistenza funzionali.

La nuova Audi A3 Cabriolet è un’auto sportiva. Rispetto al modello precedente è cresciuta notevolmente: in lunghezza da 4,24 a 4,42 metri, nel passo da 2,58 a 2,60 metri e in larghezza da 1,77 a 1,79 metri. Eppure la A3 Cabriolet pesa, nella versione di base, solo 1.345 chilogrammi, cioè circa 60 chilogrammi in meno di prima. Nella cellula abitacolo molti elementi sono in acciaio ad altissima resistenza; il cofano motore è in alluminio. La competenza che Audi ha maturato nella costruzione leggera è testimoniata anche dai motori e dal telaio.

Lo sbalzo posteriore allungato svolge un ruolo importante nell’accentuare le proporzioni armoniose della due porte. Modanature d’alluminio incorniciano il parabrezza e impreziosiscono la linea di cintura; le fiancate sono definite da linee decise e superfici di lamiera tese atleticamente. I fari piatti conferiscono al volto uno sguardo deciso; come le prese d’aria e i paraurti, accentuano la dimensione della larghezza della A3 Cabriolet. A richiesta sono disponibili i fari in tecnologia LED.

La nuova A3 Cabriolet è dotata di una capote leggera in tela che, azionata da un motorino elettroidraulico, si apre e si chiude in 18 secondi, anche durante la marcia fino a una velocità massima di 50 km/h. Una volta aperta, la capote viene riposta nell’apposito alloggiamento multiuso. In alternativa è disponibile una capote insonorizzata dotata di uno strato interno più spesso di materiale espanso, che riduce ulteriormente il livello di rumorosità nell’abitacolo, di per sé già contenuto. Nella versione Ambiente il frangivento è di serie; in tutte le linee è disponibile a richiesta il riscaldamento della zona testa per i sedili anteriori. In caso di cappottamento un sistema adattivo di roll-bar protegge efficacemente i passeggeri.

Gli interni della quattro posti scoperta sono ariosi e curati. La plancia è slanciata; la consolle centrale è orientata verso il guidatore. I listelli decorativi elaborati, le grandi bocchette dell’aria rotonde e l’elegante campo di comando del climatizzatore portano un pizzico di classe superiore nell’abitacolo.

Come in ogni Audi i comandi della nuova A3 Cabriolet sono semplici e intuitivi; la qualità delle lavorazioni definisce nuovi parametri di riferimento. Il bagagliaio di 320 litri di capienza può essere aumentato ribaltando gli schienali dei sedili posteriori; a capote aperta ha un volume di 275 litri.

 

Fino a 180 CV (132 kW): tre motori ai nastri di partenza

La nuova Audi A3 Cabriolet viene lanciata con due motori TFSI e un TDI; tutti soddisfano i valori limite della normativa Euro 6. Hanno una cilindrata di, rispettivamente, 1,4, 1,8 e 2,0 litri con potenze da 140 CV (103 kW) a 180 CV (132 kW). Tutti e tre i propulsori sono stati sviluppati ex novo; a fronte di prestazioni migliori consumano fino al 13% in meno rispetto ai motori del modello precedente. Una particolarità è la tecnologia cylinder on demand (COD) del 1.4 TFSI, che ai bassi carichi disattiva due cilindri. Altri motori sono in preparazione.

La nuova Audi A3 Cabriolet è all’avanguardia anche per quanto riguarda la trasmissione. Il motore 1.8 TFSI è abbinato al cambio S tronic a sette rapporti: in abbinamento al sistema di regolazione della dinamica di marcia “Audi drive select“ (di serie nella versione Ambition), questo cambio a doppia frizione dai cambi marcia rapidissimi è dotato anche di funzione ruota libera, che riduce ulteriormente i consumi. Il 1.4 TFSI cylinder on demand e il 2.0 TDI clean diesel inviano la coppia alle ruote anteriori attraverso un cambio manuale. Sarà disponibile anche la trazione integrale quattro, una novità per la A3 Cabriolet.

Il carattere sportivo della quattro posti scoperta si basa sostanzialmente sulla distribuzione finemente equilibrata dei carichi sugli assi, che con la trazione quattro è del 56% sull’asse anteriore e del 44% sull’asse posteriore. È uno degli effetti del sistema della piattaforma modulare trasversale (MQB) su cui si basa la Audi A3 Cabriolet. Con questo sistema tutti i motori hanno la stessa posizione di montaggio; rispetto al modello precedente l’asse anteriore è stato spostato in avanti di 40 millimetri.

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...

Motori

Nel 2018, Audi ha lanciato sul mercato la prima generazione di Audi SQ2. Ora, il SUV compatto sportivo evidenzia ulteriormente il proprio carattere grintoso...

Motori

Nissan presenta la nuova gamma Micra, evoluzione dell’iconica berlina compatta a 38 anni dal debutto in Europa. La gamma 2021 migliora l’offerta con cinque...

Motori

Incisiva, grintosa e ispirata esteticamente alla mitica Audi ur-quattro, la seconda generazione di Audi A1 Sportback è caratterizzata da sistemi d’infotainment e assistenza al...

Motori

La spesa per mantenere la propria auto nel 2020 in Italia è in calo del -7.4% rispetto ai dati del 2019. La conferma arriva dal nuovo Osservatorio di SOStariffe.it: un’auto comporta spese...