Conte: “Abbiamo fatto rotazioni studiate”

Ai microfoni di Sky Sport HD, nel dopo partita di Parma, l’allenatore della Juventus Antonio Conte.


Avete vinto una partita molto importante grazie a due cambia e ad una giocata di Quagliarella
Si, però, abbiamo vinto da Juve, da grande squadra che voleva la vittoria, che ha rischiato pochissimo e che ha voluto giocare anche sulla distanza e alla lunga siamo stati premiati. Quindi, sono molto contento per la prestazione, per la puntualità dimostrata dai ragazzi, anche perché martedì abbiamo un impegno comunque importante contro il Real Madrid e qualcuno  inconsciamente poteva pensare a questa partita. Invece, siamo stati bravi, mi è piaciuto molto chi è entrato, come Padoin, mi è piaciuta molto la prestazione di Ogbonna, di un po’ di tutti i calciatori, la giusta mentalità, la giusta concentrazione. Abbiamo fatto rotazioni studiate, penso che questo anche ci ha dato un vantaggio anche alla distanza.

Vucinic e Liechsteiner sono recuperabili per martedì?
No, non sono recuperabili perché non si sono mai allenati con noi, stanno facendo di recupero e non so neanche onestamente se con il Napoli saranno a disposizione, ma è molto difficile.

Quanto è importante avere un giocatore che s’inventa all’improvviso la giocata come Quagliarella?
Noi ci auguriamo di vederne sempre più spesso di questi tiri da parte di Fabio. Ha fatto sicuramente un tiro incredibile, è nelle sue corde questo tipo di giocata, però, no glielo dite, perché se no, a volte, quando tira da centrocampo mi fa arrabbiare. E’ stato bravo Pogba a tenerla bassa, perché non era facile questa palla, invece, di piatto l’ha tenuta molto bassa e ha fatto un gran gol.

Su Ogbonna, forse, bisogna ancora lavorare un po’ sulla personalità, o ce l’ha?
L’abbiamo preso da Torino dove giocava con grandissima personalità, con grandissimo carisma. Penso che lui ha fatto un salto importante quest’anno. E’ da soli tre mesi che sta con noi e un po’ gli è cambiato il mondo, perché, qui, qualsiasi cosa fai con la Juventus, in positivo o in negativo, viene messa in risalto. Ci sta che la maglia pesi, ma Ogbonna ha tutte le qualità e oggi l’abbiamo visto che può diventare un giocatore molto, molto forte. L’abbiamo preso proprio per questo motivo, deve continuare a lavorare, essere più cattivo, soprattutto nei contatti fisici e acquisire quel pizzico di personalità in più, che solo il tempo e la consapevolezza di vestire questa maglia gli può dare.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Quagliarella: "Bravo Pogba a crederci"

Articolo successivo

Higuain: "Sto cercando la miglior forma"

Articoli correlati
P