Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Interviste

Intervista a Micol Azzurro

Simpaticissima oltre che bella. Parliamo di Micol Azzurro, attrice e showgirl italiana che si è raccontata così ai microfoni di Lifestyleblog.it. Con lei abbiamo parlato del suo percorso lavorativo dagli inizi sino ai giorni d’oggi passando anche alla vita privata. Il tutto con il sorriso e la simpatia che la contraddistinguono.

Partiamo dai tuoi inizi nel mondo dello spettacolo
Ho iniziato a studiare 14 anni. A 17 ho vinto delle borse di studio che mi hanno permesso di arricchire il mio percorso con delle professoresse con le quali ho studiato il metodo Stanislavskij – Strasberg e poi ho iniziato a lavorare in parallelo con la tv a fare la vj.

Nella tua carriera tv, cinema e teatro. Quale di queste esperienze ti ha affascinato di più?
Non perchè sia poco sicura di quello che penso.Veramente è difficile ponderarne una in particolare dal momento che mi piacciono tutte e tre, ed entrambe hanno dei lati positivi. Che sia il contatto diretto con il pubblico nel teatro, come la dovizia di particolari del cinema rispetto alla fiction. Oppure come la fiction, per quanto abbia meno tempo a disposizione per poter sottolineare e studiare ogni piccola sfumatura del set e della preparazione, entra nelle case di tutti gli italiani senza dover imporre la difficoltà di uscire di casa e andare al cinema che oggi, oltre alla spesa e l’impegno, sono peculiarità che vanno ad incidere nella giornata di un italiano.

Quanto conta mantenersi bella ed in forma per avere successo nel mondo dello spettacolo?
Nello spettacolo conta mantenersi belle ed in forma perchè, essendo fatto di immagine il messaggio che mandiamo, è normale che l’immagine stessa vada curata e sia fondamentale. Assolutamente però non deve passare il falso mito che la bellezza aiuti nel cinema e nei ruoli perchè questi sono costellati di profili estetici diversi. Non a caso non esisterebbero delle parti diverse nello stesso film. Sicuramente c’è spazio per il brutto, la brutta per la bella con il particolare x o la bella con il particolare y. Quando intendo particolare, a volte la particolarità è resa tale anche da un difetto.

Per il tuo futuro quali sono i progetti lavorativi?
Per il mio futuro la strada è sempre proiettata sul cinema e sulla fiction. Ci sono varie cose che mi interessano sia dell’una che dell’altra in questo momento. Tra poco sarò in onda con un ruolo in un’altra fiction, questa volta per Mediaset, ovvero “Il peccato e la vergogna” su Canale 5. Fiction che è alla sua seconda stagione. Per quanto riguarda il resto vedremo. Sono in attesa di decidere.

In amore sembra andare a gonfie vele…
Si, in amore tutto bene…

Quindi sei costretta a seguire il calcio… (Micol Azzurro è fidanzata con Matteo Contini, difensore attualmente in prestito alla Juve Stabia in serie B, ndr)
Non sono constretta a seguire il calcio. Lo faccio con piacere perchè seguo cosa fa il mio compagno. Avesse fatto un altro sport o un altro lavoro lo avrei seguito ugualmente. Così come lui segue i miei films e ogni tanto sbuffa e dice “Amore, perchè tutte queste cose impegnate?”. Proprio ieri su Sky vedevamo il mio ultimo film con Paolo Virzì e ogni volta che non ci sono in video chiede “Quando arrivi? Quando ritorni?”. Io gli dico di godersi il film ma lui mi risponde dicendo “Voglio vedere te!”. Di solito guardo la partita preoccupandomi di dove mette i piedi il mio compagno, basta che non si faccia male per me la partita è andata bene. Sono una tifosa un po’ particolare da questo punto di vista.

Tra i fornelli come te la cavi?
Tra i fornelli dovresti chiedere a lui, non posso cantarmela da sola. Dice che sia una buona cuoca: è la dimostrazione di come l’amore fa miracoli, sia dal punto di vista di chi assaggia sia di chi cucina. Non credevo di essere un talento ma secondo lui sembra di sì.

Visto lo spopolare di programmi di cucina, condurresti qualcosa del genere?
Non ho mai condotto programmi di cucina ma sono stata ospite di programmi dove mi sono dilettata tra i fornelli sia su programmi di Sky e sulle reti nazionali. Come ospite mi è capitato ma come conduttrice non credo di avere proprio tutta questa conoscenza nonostante venga millantata dal mio fidanzato.

Hai altri hobbies a parte i fornelli?
Hai già deciso che i fornelli sono un hobby per me (sorridendo, ndr). Altri hobby ne ho. Sicuramente vivo di musica, non a caso i miei primi ruoli nella conduzione erano collegati alla musica, sia i live che le interviste con i cantanti. Ho un papà che viveva di musica anche lui e mi ha probabilmente tramandato tramite Dna questa passione e una buonissima conoscenza musicale dagli anni ‘60 al 2013. Non te lo aspetti perchè sono nata 26 anni dopo. Posso dire non che non ci siano rivali, ma ce ne sono poche di ragazze che conoscono tante cose come me. Anche perchè sono stata tediata dal mio papà con la sua musica quando da ragazzina poco mi importava. Poi nel tempo questa conoscenza ha dato i suoi frutti.
Vado a cavallo, anche se non posso farlo quando sono sotto contratto. Pratico anche Snowboard e vorrei provare paracadutismo ma non so se resisterei fino alla fine, fino al centimetro prima del salto. Le cose pericolose mi divertono.

Tornando al tuo lavoro,c’è qualche attore con cui sogni di recitare?
No, anche perchè ho già avuto la fortuna di lavorare con persone molto brave. Con tutti i colleghi e le colleghe, senza fare sviolinate, mi sono trovata bene sia lavorativamente che personalmente. Ho stretto dei bellissimi rapporti con alcuni di loro. Farti un nome piuttosto che un altro sarebbe anche poco costruttivo perchè dirti che mi possa piacere come recita con una persona e poi trovarmici a lavorare insieme non è detto che sia una cosa consequenziale. Una persona può essere un bravissimo interprete da vedere, ma non è detto che sia un ottimo collega. Sognare di recitare con qualcuno no, piuttosto mi auguro di recitare dei ruoli sempre migliori e di meritarmeli.

Un sogno nel cassetto ce l’avrai di sicuro…
Il mio primo sogno nel cassetto era quello di fare il lavoro che amavo, quindi il mio cassetto dal punto di vista professionale è sempre pieno perchè voglio sempre migliorare e fare di più. Non ce n’è nessuno in particolare: al momento sono le cose che verranno. Sicuramente nel cassetto ci metto tante mie aspettative dal punto di vista della mia vita privata.

Bruno Bellini
Scritto da

Direttore Responsabile Lifestyleblog.it - Classe '81, da Monopoli (Bari) Dal 2015 partecipa al Festival di Sanremo come giornalista accreditato e componente della Giuria Stampa.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...

Interviste

Renato Zero presenta Zerosettanta, Volume uno. Renato Zero Settanta è il nuovo triplo album del cantautore romano per festeggiare i suoi 70 anni. Il volume...

Interviste

Mary De Gennaro è senza dubbio il volto di punta di Telenorba. Ogni mattina, dal lunedì al venerdì, conduce Mattino Norba al fianco di...

Interviste

“Mi sentivo dire di essere una nullità, sono parole che lacerano dentro”. Valeria Graci a Verissimo racconta per la prima volta una complicata storia di violenza psicologica...

Cinema e Spettacolo

Mingo, è una vera forza della natura e rimanergli indifferenti, è impossibile. Incontrarlo e aprire con lui, lo scrigno dove raccoglie tutte le sue...