Borriello: “Mi sento parte integrante della squadra” -

Borriello: “Mi sento parte integrante della squadra”

L’attaccante della Roma, Marco Borriello, ha parlato ai microfoni di Sky Sport24 HD.

Sulla Roma attuale
Meglio pensare partita dopo partita, sicuramente stiamo avendo una media scudetto e speriamo duri tanto. Vincere aiuta a vincere, quindi, oltre che al lavoro di campo, tecnico, tattico, io credo che l’entusiasmo sia alla base di tutto.

Borriello stava per lasciare la Roma in estate
Sono stato sul punto di partenza ad agosto, perché volevo continuare un ottimo lavoro, un buonissimo lavoro che avevo fatto a Genova l’anno scorso. Quindi avevo paura, non paura, comunque a Roma le gerarchie sono quelle, quindi, era difficile giocare dall’inizio. Però, poi, alla fine, il destino ha voluto che rimanessi qua e adesso mi sento parte integrante della squadra.

C’è la tua disponibilità a prolungare il contratto spalmando l’ingaggio?
Si, il mio procuratore sta parlando con la società, io ne sto parlando con la società e credo che a breve, comunque, questa spalmatura si farà.

Sulle assenze di Totti e Gervinho
Francesco è la luce di questa squadra, Gervinho è arrivato con un po’ di scetticismo, ma ha conquistato tutti nel giro di due o tre partite. Quindi, sono due assenze che pesano. Io sono un giocatore totalmente diverso, sicuramente darò meno qualità rispetto a Francesco, però, magari, posso dare più profondità. Studieremo in settimana con il mister, se avrò la possibilità di giocare, come affrontare la prossima partita.

Al mondiale ci pensi?
Lo dirò quando avrò fatto 20 gol, il giorno dopo darò una risposta. Credo sia molto dura, dovrò fare veramente cose straordinarie.

Porteresti Totti al mondiale?
Io lo porterei perché, comunque, Francesco, al di là della qualità che ha, è un giocatore di un carisma unico. Quindi, alla nazionale farebbe assolutamente bene

Le avversarie più temibili
Sicuramente, Napoli e Juve sono le squadre che si sono rinforzate di più sul mercato, hanno già esperienze passate perché, comunque, sono due o tre anni che si contendono lo scudetto. Quindi, credo Juve e Napoli, ma penso che anche il Milan risalirà presto perché, comunque, con Balotelli, con Kakà, Robinho, eccetera, hanno grandi campioni ed è una grande squadra..

L’obiettivo della Roma?
L’obiettivo è quello di finire tra i primi cinque posti. Tra i primi cinque posti c’è la Uefa, c’è la Champions e c’è anche lo scudetto.

Lifestyleblog.it

La redazione di Lifestyleblog.it

Post navigation

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

P