Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Interviste

Antonella Fattori: “Amo tutti i ruoli interpretati”

Lifestyleblog.it ha intervistato per i suoi lettori l’attrice Antonella Fattori, ammirata di recente in tv ne “Le Tre Rose di Eva 2”.

Ci puoi parlare dei tuoi inizi nel mondo dello spettacolo? è una cosa che volevi fare da bambina oppure è accaduta per caso?
A 15 anni ho iniziato a percepire che mi sarebbe piaciuto fare l’attrice e per questo subito dopo la maturità mi sono iscritta all’Accademia d’arte drammatica ‘Silvio D’Amico e dopo aver superato l’esame d’ammissione ho iniziato questa bellissima avventura!

Puoi raccontarci qualche aneddoto sui tuoi primi provini?
Mi ricordo un provino con il grande  F. Fellini. Ero veramente una ragazzina e arrivai tardi all’appuntamento, con ben due ore di ritardo. Era fuori Roma in  uno studio di registrazione. Insistetti molto con la sua assistente per incontrarlo lo stesso, lui mi ricevette chiedendomi però di fare l’incontro seduta sulle sue ginocchia. Un imbarazzo incredibile ma mi ricordo la sua dolcezza. È uno degli episodi della mia carriera che ricordo con grande allegria! È stato fantastico, non lo dimenticherò mai!

Tv, cinema e teatro. Cosa ti affascina di più?
Ho iniziato con il teatro e per un pò di anni ho fatto solo quello, poi grazie al regista S. Soldini ho fatto il mio primo film importante, e da lì subito dopo la televisione con altrettanti bei ruoli. Ora sono ritornata al teatro. Insomma non ho una vera e propria preferenza, li amo tutti, anche  perché mi permettono diverse possibilità d’interpretazione attraverso mezzi espressivi diversi.

Quali sono le sue parti, i suoi ruoli che ha difficilmente lasciato da parte?
Amo tutti i ruoli che ho interpretato perché ognuno rappresentano un piccolo tassello alla mia crescita professionale. Il ruolo è sempre legato anche al film o al regista. Ho amato molto il ruolo di ‘Irene’ ne “l’Aria serena dell’Ovest” con la regia di S. Soldini e anche il magistrato nella “Donna del treno” con la regia del grande Lizzani (purtroppo scomparso tragicamente in questo periodo).

Che rapporto si è venuto a creare con i vari registi con cui ha lavorato?
Ho sempre cercato nel regista un rapporto di collaborazione, sono l’occhio al di fuori che può vedere ciò che a te è oscuro o conosciuto in parte, è il tuo alter ego. Chiaramente questo richiede una fiducia reciproca. Ho avuto la fortuna anche di lavorare con grandi registi come Monicelli, Lizzani, D. Damiani e anche con giovani registi illuminati ed entusiasti.

Le tre Rose di Eva è uno degli avvenimenti di questa stagione, che tipo è il tuo personaggio e come ti senti a prendere parte ad un progetto tanto atteso?
Devo confessare che non avevo visto la prima serie ma  avevo solo sentito parlare del successo che aveva avuto, quando mi hanno proposto il ruolo di Elisabetta e ho letto le sceneggiature sono rimasta piacevolmente colpita sia dal personaggio particolare  sia da come era ben strutturato l’intreccio e ho accettato.

Progetti futuri?
Sarò al Teatro ‘La Cometa’ a Roma dal 26 novembre al 15 dicembre con uno spettacolo “Giorni S-contati’’ dove rivesto il duplice ruolo di autrice e di attrice che racconta la dura realtà carceraria di 4 donne all’interno di una cella. È in tournee ormai da tre anni ricevendo un notevole successo!

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...

Interviste

Mary De Gennaro è senza dubbio il volto di punta di Telenorba. Ogni mattina, dal lunedì al venerdì, conduce Mattino Norba al fianco di...

Interviste

“Mi sentivo dire di essere una nullità, sono parole che lacerano dentro”. Valeria Graci a Verissimo racconta per la prima volta una complicata storia di violenza psicologica...

Cinema e Spettacolo

Mingo, è una vera forza della natura e rimanergli indifferenti, è impossibile. Incontrarlo e aprire con lui, lo scrigno dove raccoglie tutte le sue...

Interviste

Shalana Santana è un’attrice di una bellezza disarmante. Quando la raggiungiamo telefonicamente per l’intervista che troverete qui sotto è un’esplosione di vitalità. Come la...