Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Calcio

Andrea Barzagli: “Tre schiaffoni”

Il difensore della Juve Andrea Barzagli ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport HD, nel post partita di Fiorentina-Juventus.

Cosa significa aver preso tanti gol in questo inizio di stagione?
Sicuramente c’è qualcosa che forse non va, anche se, se stiamo a valutare tutte le partite di quest’anno, non è che abbiamo concesso chissà che rispetto agli altri anni. Forse quest’anno bisogna anche combattere con gli episodi, non voglio certo cercare alibi, gli errori ci sono, ma i quattro gol di oggi non me li so spiegare, ancora non riesco a capirli. Sicuramente sono stati degli sbagli nostri, un blackout, ma mi sono ritrovato con tre schiaffoni, tutto d’un tratto siamo stati sotto 3-2, poi abbiamo preso anche il quarto. Purtroppo c’è da dimenticare perché mercoledì abbiamo una partita importantissima, però è normale che da’ abbastanza fastidio perdere una partita del genere.
Conte ha detto che avete avuto sempre un po’ il controllo della partita, comunque.
Non me lo so spiegare proprio per quello, non c’erano state grosse avvisaglie, non abbiamo concesso così tanto alla Fiorentina. Dopo il rigore non so cosa è successo, abbiamo preso tre gol di seguito e direi che c’ha fatto abbastanza male perché è una cosa che non ti spieghi, vista anche l’esperienza della nostra squadra. Dobbiamo dimenticare questa partita.
Era già capitato.
Sì, era già capitato. Tutte le volte che prendiamo un gol lo analizziamo. Non c’è mai stata una partita dove dici: beh, abbiamo concesso tanto, abbiamo fatto grossi errori difensivi. Sono sempre stati uno-due episodi che però poi alla fine, se vanno sempre contro, un qualcosa ci sarà. Non mi so spiegare cosa.
Ha ragione Conte: dopo due anni quest’anno è difficile essere sempre concentrati?
Possibile, anche inconsciamente. Io sinceramente non vedo una squadra che non è cattiva, che non ha più fame, però è possibile che non hai magari l’attenzione al 100% come gli anni scorsi, magari ce l’hai al 99%, e quell’1% ti castiga sempre.
A un certo punto sul 2-0 avete mollato perché pensavate già al Real Madrid?
Quando sei in campo difficilmente poi vai a pensare alla partita successiva. Ancora io non so spiegarmelo, anche perché abbiamo avuto anche due palle per fare il 3-0.
Dal punto di vista fisico, come state? State pagando lo stress di quella corsa mozzafiato delle ultime due stagioni?
No, il lavoro è sempre lo stesso, secondo me fisicamente stiamo bene. Effettivamente forse è cambiato più rispetto al primo anno, quando abbiamo fatto una stagione molto aggressiva, però adesso le squadre ci studiano, come noi studiamo loro, di conseguenza cercano di metterci in difficoltà e non è facile. Sicuramente l’aggressività è qualcosa che dobbiamo migliorare quest’anno, per il resto la condizione fisica sta bene, gli infortuni sono spiacevoli casi.
Che lunedì vi aspetta?
Ne parleremo, siamo una squadra matura, cercheremo di dimenticare.

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...

Calcio

Il Napoli scende in campo per ricordare Diego Armando Maradona. E lo fa indossando una maglia speciale che era stata pensata già un anno...

Calcio

È morto oggi Diego Armando Maradona, el Pibe de oro. Un arresto cardiorespiratorio si è portato via, a 60 anni, una leggenda del calcio...

Calcio

La corsa allo scudetto si preannuncia combattuta e piena di sorprese quest’anno. Le squadre che si contenderanno il tricolore si sono moltiplicate nel corso...

Calcio

«Tutto ciò che è raccontato nel film – come tutto ciò che è omesso – è lo specchio di quello che Francesco trova veramente importante nella...