15.3 C
Comune di Monopoli
domenica 16 Maggio 2021

Romafictionfest: Roles, la web series dai colori noir

Da leggere

“La vita è un sogno dal quale ci si sveglia morendo”. È con le parole di Virginia Woolf che prende il via la storia noir di Roles, la web series scritta e diretta dal giovane Ludovico Di Martino (classe 1992), prodotta da Stefano Santucci, che sarà presentata al RomaFictionFest 2013 mercoledì 2 ottobre alle 16.30 presso il Teatro Studio, dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Roles è il racconto di un gruppo di 8 ragazzi apparentemente spensierati che scandiscono il tempo tra feste, storie d’amore e appuntamenti ai quali arrivano perennemente in ritardo. A sconvolgere l’equilibrio della loro vita, dentro la quale ciascuno di loro era riuscito a costruirsi un ruolo da attore protagonista, la tragica morte di Gabriele (Fabrizio Colica). All’improvviso però la vita cambia rotta e ci si trova a fare i conti con la morte, prendendo consapevolezza del fatto che ora solo l’amore, la passione, l’amicizia e i dubbi potranno aiutarli a tornare parte della scena. Questa regola cinica travolge la vita di Guglielmo (Eduardo Valdarnini), Mary (Francesca Bellucci),Teresa (Margherita Laterza), Alessandro (Carlo Fabrizi), Riggi (Emanuel Caserio), Luca (Francesco Baldini) e Silvia (Valeria Nardilli), presenti al funerale di Gabriele.

Sulla pistola che l’ha ucciso ci sono sette impronte digitali. Le loro. Chi ha ucciso Gabriele? Forse Guglielmo che ne conosceva i segreti? Mary ossessionata dagli sguardi della gente? L’inferno nella testa di Luca? L’incoscienza di Alessandro? Teresa e la sua necessità di controllo? La gelosia di Riggi? La fatale bellezza di Silvia? Il disegno di morte che li vede attori e spettatori li metterà uno di fronte all’altro, in una scena senza protagonisti e dove c’è spazio solo per le coscienze, le loro. E’ qui che ai giovani  potranno comprendere e agire per cambiare le cose. Ma l’assassino è fra loro. Chi ha stravolto i ruoli?

Roles con uno stile narrativo coinvolgente e veloce – otto episodi da cinque minuti ciascuno – dimostra che è possibile affrontare in una serie web temi delicati come il disagio, l’amore tormentato e i conflitti sociali, senza però rinunciare alla qualità del racconto e della regia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news

Giulia vince la ventesima edizione di ‘Amici’

La ballerina Giulia ha vinto la ventesima edizione di Amici, dopo una sfida del cuore, con il fidanzato-rivale Sangiovanni,...

Potrebbe interessarti