Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Radio e Tv

Italia 1: al via “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco”

Domani, lunedì 16 settembre 2013, su  Italia 1 in seconda serata prende il via “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco”, il nuovo programma di approfondimento curato dalla redazione di Sportmediaset, diretta da Claudio Brachino, e condotto da Pierluigi Pardo.

Tra le immagini della giornata di Serie A appena conclusa e i match internazionali nella settimane di coppe europee, la struttura è quella del talk show, con approfondimenti, memoria,  reportage e interviste esclusive ai protagonisti del mondo del calcio.
Come il tipico fraseggio dei giocatori del Barcellona, “Tiki Taka” sarà caratterizzato da un linguaggio e un ritmo veloce, grande qualità giornalistica, mantenendo sempre vivo il senso di divertimento che sta alla base dello sport più amato dagli italiani. Un talk polemico ma sdrammatizzante, dove l’attualità dell’evento sportivo si mescolerà alla riflessione sui grandi temi calcistici ed extra calcistici.

In studio, ogni lunedì e in occasione dei turni infrasettimanali di Serie A, si alterneranno grandi firme del giornalismo italiano, come Giampiero Mughini e Andrea Scanzi, a calciatori o ex calciatori come Marco Materazzi.

In questa primo appuntamento, sarà presente Federica Nargi, fidanzata dell’attaccante del Milan Alessandro Matri, oltre all’ex arbitro Graziano Cesari e all’esperto di mercato Paolo Bargiggia.

Inoltre, intervista esclusiva a Domenico Quirico, giornalista de La Stampa rapito in Siria e liberato l’8 settembre scorso dopo 5 mesi di prigionia. Il giornalista, a proposito del suo rapporto con lo sport, dichiara: “Per un sequestrato la cosa migliore è pensare che la tua vita precedente sia finita, sennò emergono i rimpianti, però la speranza di vedere una partita di calcio o di fare una corsetta non è mai venuta meno. Soprattutto la voglia di correre, che è parte della mia identità, manifestazione della mia libertà”.

A proposito del suo essere tifoso del Milan, Quirico dichiara: “Sono diventato tifoso rossonero forse per spirito di contraddizione, perché sono piemontese ed in Piemonte tifano tutti per Torino o Juventus. Ma da bambino il Milan era una grande squadra: era il Milan di Rocco, Maldini padre, Altafini, Trapattoni e il mio mito era Rivera. Ho simpatizzato per il Psg nella mia parentesi parigina, ma sono sempre stato e sono tuttora tifoso del Milan”.

Infine, sulla sua battuta fatta sul ritorno in rossonero di Kakà, il giornalista dichiara: “Quando sono tornato Galliani mi ha spedito una maglia di Riky con un biglietto che diceva: «Spero che lei si ricreda sull’efficacia della nostra campagna acquisti». È stato simpatico, spero sì di ricredermi”.

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...

Radio e Tv

Massimo Ranieri torna al teatro Sistina con “Qui e adesso” – in onda da giovedì 3 dicembre alle 21.20 su Rai3 per quattro puntate...

Radio e Tv

“C’è una cosa che rende ancora più magico il Natale: un bel film!”. Così Alessandro Gassman esordisce nel nuovo spot della campagna natalizia di Sky – firmato...

Radio e Tv

Ultima chance per conquistare il biglietto d’ingresso alla finale di X Factor 2020,quella che si giocherà domani, giovedì 3 dicembre, su Sky e NOW TV. Cinque gli...

Radio e Tv

IO, UNA GIUDICE POPOLARE AL MAXIPROCESSO di Francesco Miccichè con protagonisti Donatella Finocchiaro e Nino Frassica, andrà in onda su RAI1 giovedì 3 dicembre alle 21.25.  La docufiction di Rai1 Il Maxiprocesso tenutosi...