Allegri: “La squadra cresce, ho fiducia nei ragazzi”

L’allenatore del Milan Massimiliano Allegri ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport HD, nel post partita di Bologna-Milan.


Qual è la strategia per arginare i comportamenti di Balotelli?
Credo che la società, l’allenatore e i compagni stessi lo mettano sempre nelle condizioni di poter fare bene. Poi io sono molto venale. E sta a lui, perché non è che qualcuno gli mette una pistola alla testa per avere dei comportamenti del genere. Ha 23 anni, deve migliorare, deve maturare, è un patrimonio del calcio italiano, rappresenta la Nazionale. Noi siamo un esempio per tutte le persone, per i bambini, non possiamo avere dei comportamenti del genere. Io sono allineato con la società ed è giusto andare avanti così. Passerà queste tre giornate di squalifica, stasera la squadra ha fatto una buona partita a livello corale sotto l’aspetto tecnico. Lui ha delle qualità singole che gli altri non hanno, ha delle qualità molto superiori agli altri senza togliere nulla agli altri, ma per giocare a calcio ed essere un campione non basta assolutamente questo.
E’ un campionato già compromesso oppure il Milan può lottare ancora per lo Scudetto?
Prima della sosta di Natale credo che saremo in un’altra posizione di classifica. L’anno scorso avevo detto febbraio, quest’anno vediamo di anticipare un po’ i tempi. Le altre squadre si sono tutte rinforzate, sono partite molto bene e noi abbiamo lasciato un po’ di punti per strada. Sicuramente le cose in questo momento non vanno benissimo, ma la squadra sta crescendo, io ho molta fiducia nei ragazzi e bisogna continuare a lavorare. Sapevamo all’inizio che arrivare nelle prime tre non sarebbe stato facile ma abbiamo tutte le qualità per poter lottare fino alla fine.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Hunger, il numero 5 celebra personaggi che stanno guidando una rivoluzione culturale 



Articolo successivo

Rudi Garcia: "Entrare nella storia della Roma a fine stagione"

Articoli correlati
P