Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Interviste

Nennella Impiglia ci presenta la sua Stoffa per la musica

Imprenditrice di grande successo, scrittrice raffinata e donna poliedrica. Questo e molto altro è Nennella Impiglia che in esclusiva a Lifestyleblog.it racconta la sua ultima fatica letteraria, intitolata “Stoffa per la musica”, cogliendo l’occasione per svelarci irresistibili chicche legate al suo vissuto.
 “Stoffa Per la Musica” è un diario che ripercorre la storia della musica e ella moda, come e’ nata l’idea?
L’idea nasce dal bisogno di comunicare le mie emozioni, raccontare aneddoti biografici, nozioni storiche, curiosità riguardanti le mie grandi passioni: moda e musica, le loro affinità, le contaminazioni tra questi due affascinanti universi, legati al filo dei miei ricordi ed alla suggestiva colonna sonora degli anni ’60-’70. Il libro è anche un modo per non dimenticare, non disperdere la memoria, un mezzo per esorcizzare il trascorrere inesorabile del tempo, trasformare la parola fine in un attimo di eternità, tramite il ricordo, in cui il passato si intreccia con il presente attualizzandosi. “Non esiste separazione definitiva fino a quando c’è il ricordo” (Isabel Allende). “A volte, basta un attimo per scordare una vita, ma, a volte, non basta una vita per scordare un attimo” (Jim Morrison).

L’eleganza o la sregolatezza, cosa premia di più nelle scelte dei look storici degli artisti italiani e quali son davvero rimasti nella memoria?
Per apprezzare l’eleganza dei nostri artisti bisognerebbe tornare indietro nel tempo, forse agli anni ’50, quando anche la moda, con l’avvento della televisione (1955) cominciò ad interessarsi al festival di Sanremo, individuando nella kermesse canora una vetrina importante per i propri capi. I cantanti iniziarono allora a dedicare importanza agli abiti, convinti che potessero avere il loro peso sulle giurie. Oggi colpiscono di più l’eccentricità, la stravaganza di certi look (anche discutibili). Troppo spesso l’input diventa “il purchè se ne parli” e non “che se ne parli bene!”. Una delle cantanti che, secondo me è sempre riuscita a coniugare eleganza ed originalità è stata Patty Pravo: look particolari, ma presentati sempre con la classe che la contraddistingue.

Da esperta di costume riesce a darci una definizione sua personale dell’eleganza?
L’eleganza è un modo di porsi, un atteggiamento, è misura, personalità, non è per forza legata ad un capo di abbigliamento, non è appariscenza, non significa bellezza, ne è condizionata all’altezza ed al peso. E’ una dote naturale, innata. “Ricchi si diventa, eleganti si nasce” (Balzac). Tuttavia il bon ton suggerisce che è un’arte che si può apprendere. Essa parte principalmente dall’anima di una donna, dai suoi modi di fare e da un elemento importante, che oggi molti hanno dimenticato: la semplicità. Tutto può essere moda, ma non eleganza, che è “la sola bellezza che non sfiorisce mai” (Haudrey Hepburn).

In tempo di crisi alcuni consigli per spendere poco e esser sempre raffinato?
Diana Vreeland diceva che “l’unica vera eleganza è nella nostra testa”…e non nel portafoglio! Elemento indispensabile è il buon gusto: si può essere leganti con una t-shirt e un paio di jeans o un abitino acquistato a mercato. L’importante è saper scegliere, indossare con disinvoltura, personalizzare e abbinare gli accessori giusti. Non bisogna dimenticare che è l’accessorio che fa la differenza e rende unici. La scarpa giusta può valorizzare e rendere importante anche un capo da pochi euro. Non il rovescio.
I look dell’ultimo festival di Sanremo, chi e per cosa rimarrà nella memoria degli italiani?
Per l’assenza di originalità, curiosità, eleganza. Forse i momenti più divertenti sono stati le mises e le performances di Elio e le Storie Tese. Sicuramente i cantanti uomini hanno battuto le donne per aplomb sul palco.
Il personaggio di maggior appeal ed eleganza della tv italiana?
Ammiro Cristina Parodi per il bon – ton ed eleganza in ogni situazione, mai una caduta di stile, anche durante la sua presenza al festival di Sanremo. E’ stata forse l’unica (insieme a Filippa Lagerback) che è riuscita a scendere con classe i gradini della fatidica scala sanremese.
Da anni e’ nel mondo con la sua azienda leader nel settore calzaturiero, quale e’ il segreto del suo successo?
Da sempre abbiamo creduto nell’importanza de nostro “made in Italy” e gli elementi che lo contraddistinguono: ricerca, sperimentazione, emozione, creatività, inventiva, capacità manifatturiera, grandi qualità. Credere in tutto ciò e adoperarsi in modo che il nostro saper fare italiano possa essere conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.
A Milano da poco e’ stata presentata una collezione futuristica con calzature davvero innovative, ci da qualche anticipazione sulle nuove tendenze del prossimo anno?
Un gioco di contrasti e di equilibri, di ricerca e di sperimentazione: questi sono gli input delle nostre collezioni. Così, fondendo dettagli, materie e forme affini ma anche contrari, è nata ogni singola scarpa. Tacchi a spillo ultrafemminili, uniti a suole in cuoio grezzo con fondo carrarmato. Decolletèes e stivali con punta e forme sfilate e tacchi in plexiglass, che danno leggerezza, e quasi assenza di volume. Monoblocchi di gomma dal fondo “tacchettato”, imponenti alla vista, ma leggerissimi al tatto; grintosi stivali biker, tronchetti zippati, stivali in pelle stretch che avvolgono la gamba. Inoltre lavorazioni particolari: pelli plissettate, ricami sottopelle che danno alla superficie un aspetto increspato, imbottiture realizzate in alta frequenza, indeformabili. Colori: nero, ghiaccio, blu, verde scuro, bordeaux, grigio fango e testa di moro. Il tutto pensato per una donna protagonista, al passo con i tempi, con lo sguardo rivolto al mondo.

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...

Moda

Leonardo Carpinteri, fondatore di MODES, ha avuto davvero un’idea brillante: quella di introdurre il concetto di boutique nel mondo del web. Partendo infatti da...

Moda

Rilanciato e tornato alla ribalta l’anno scorso grazie a Kim Kardashian, il corpetto è oggi un capo che rientra nei must have del mondo...

Moda

Oggi abbiamo incontrato la stilista Cinzia Diddi, da molti definita “la stilista che veste l’anima” Come nasce la sua passione per la moda, e...

Fashion

La stagione estiva è ormai agli sgoccioli, settembre è già arrivato e non tarderà molto prima che si comincino a sentire i primi freddi....