Le 5 regole per gustare al meglio una birra

Bavaria Holland Beer, lo storico birrificio olandese indipendente, che da più di 300 anni produce con passione una birra di grande qualità, propone agli appassionati 5 semplici regole per gustarla al meglio e apprezzarne aromi e sapori.

Bavaria propone diverse tipologie di birra che vanno da Bavaria Premium, una Pilsner dal gusto estremamente fresco caratterizzata da lievi note di luppolo e malto, alla linea di  Bavaria 8.6 (Original, Red e Gold), birre speciali ad alta gradazione dal gusto forte e deciso e dalla grande ricchezza aromatica. Ognuna di queste birre ha caratteristiche fortemente distintive e qualche piccolo trucco può aiutare ad assaporarle e conoscerle meglio.

1.  Mai gustare Bavaria senza schiuma.  La schiuma ha un ruolo fondamentale  perché permette alla birra di conservare aroma e fragranza, oltre a contribuire a mantenere la giusta temperatura.  La schiuma della birra inoltre aiuta il degustatore ad assorbire meno anidride carbonica, attenuando la sensazione di gonfiore. Una curiosità? Contrariamente a quanto potrebbe suggerire la vista, c’è più birra in un boccale servito con la schiuma che in uno servito senza.

2.  L’importanza della temperatura. La temperatura della birra è fondamentale per esaltarne appieno tutti i sentori. E’ importante rispettare le temperature indicate sull’etichetta. Se la birra è troppo fredda si rischia quasi sempre di arrivare ad una grande perdita di profumi e sapori. Bavaria Premium, ad esempio, esprime al meglio il suo sapore fresco e leggermente amaro a 3-4 °C, mentre Bavaria 8.6 Original e Gold, dal gusto più corposo e strutturato,  e Bavaria 8.6  Red, con il suo insolito mix di note dolci e amare,  sono perfette per un servizio a 6-7 °C. Un indicatore della temperatura può essere anche la schiuma: poca schiuma è indice di una temperatura troppo bassa, viceversa, una quantità eccessiva di schiuma è segnale di una temperatura troppo alta.

3.  Ogni birra ha il suo bicchiere. Ogni tipologia di birra ha caratteristiche proprie e distintive di gusto, aroma, colore, ma  per poterne apprezzare fino in fondo ogni peculiarità, occorre un “veicolo” ad hoc, il bicchiere. Se in casa non si hanno bicchieri specifici per ogni birra, è possibile  semplicemente usare un calice a tulipano per le birre meno strutturate e un ballon per quelle più complesse.

4.   In frigo, la birra non ama le cattive compagnie. La birra è un prodotto vivo, quindi va trattata con tutti i riguardi per ottenerne la resa qualitativamente migliore. Sarebbe opportuno posizionarla in frigo lontano da alimenti con odori troppo pungenti o fastidiosi, che potrebbero influire sul sapore.

5.  Bicchiere lindo, ma guai al brillantante! E’ importante non lavare i bicchieri con il brillantante e non vi devono essere residui di sapone. Un bicchiere, se non è stato perfettamente pulito e risciacquato, porta la schiuma a scendere velocemente verso il fondo, impedendo alla stessa di aderire alle pareti del bicchiere.

Se queste sono le 5 regole basilari per conoscere e gustare in modo ottimale una birra, l’ingrediente imprescindibile per apprezzarla al meglio è senz’altro berla in buona compagnia!

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Havana Club sponsor ufficiale del tour italiano di Zucchero

Articolo successivo

KARIMA canta Burt Bucharach

Articoli correlati
P