Zeman: “Ci siamo svegliati troppo tardi”

L’allenatore della Roma Zdenek Zeman ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport HD, nel post partita di Bologna-Roma, finita 3 a 3.

Una grande reazione nel finale
Ci sono voluti tre cambi. Dopo tre cambi, è cambiato qualcosa in meglio. Ci siamo svegliati troppo tardi. Pensavamo che si giocasse alle tre e invece si giocava alle dodici e mezza. Ci sono stati tanti errori ma anche tanta buona volontà e tanta voglia di fare risultato. Siamo stati due volte sopra, siamo stati raggiunti, superati e poi siamo riusciti a recuperare il risultato. Penso che nella seconda metà del secondo tempo abbiamo cercato di giocare di più, è vero anche che abbiamo sbagliato tante palle facili in fase di costruzione però almeno erano idee di come arrivare e dove arrivare.
Una prestazione negativa dell’intero reparto difensivo, portiere compreso
Abbiamo sbagliato come reparto, a prescindere dai gol. Ci sono stati errori di valutazione delle situazioni. Sono errori e quando fai degli errori prendi gol. La nostra difesa ne ha presi tre, così come quella del Bologna.
E’ vero che la Roma cerca Viviano o è pura fantasia?
Per me è fantasia..
E’ fantasia perché lei è contrario agli innesti a metà stagione o perché ha già nella sua testa il portiere titolare della Roma?
E’ fantasia perché ho tre portieri e non vedo il motivo per cui aggiungerne un quarto.
Chi è il portiere titolare della Roma?
Il titolare è chi sta meglio e chi riesce ad interpretare meglio la situazione con i compagni, con la difesa.
Una squadra con queste lacune difensive può aspirare al terzo posto?
Noi giochiamo partita su partita. Abbiamo recuperato un punto su un’avversaria, dobbiamo giocare altre sedici partite. Ci proviamo, ci dobbiamo provare, ma è normale che dobbiamo migliorare e dobbiamo impegnarci per fare meglio e superare gli avversari davanti.
Un po’ di disciplina in più quanti punti in più avrebbe portato?
Penso che la disciplina tattica e anche fuori dal campo aiuti a fare risultati migliori. Poi non so quantificare.
Siete pronti alla stesura di questa carta con le regole disciplinari di cui ha parlato ieri?
Non ne voglio parlare perché non sono cose da fare fuori. Quando ci sarà, vediamo.
Non è troppo rischioso il suo modo di giocare, visto che si espone così tanto agli errori difensivi?
Penso che rischioso era una volta, quando facevamo il fuorigioco a metà campo. Oggi in tutti e tre i gol eravamo in superiorità numerica e quindi bisogna vedere il piazzamento dei giocatori, come uno si mette, chi marchi, chi copre gli spazi. Noi oggi non ci siamo riusciti.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Conte: "Rigore sacrosanto visto dal quarto uomo"

Articolo successivo

Cannavaro: "Il campionato è lungo"

Articoli correlati
P