Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Calcio

Stramaccioni: “L’episodio su Palacio avrebbe sicuramente cambiato la partita”

L’allenatore dell’Inter Andrea Stramaccioni ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport HD, nel post partita di Udinese-Inter.

Partita e intervento su Palacio.
Secondo me, l’Inter ha fatto un buon primo tempo, con la differenza che l’Udinese si chiudeva bene, ripartiva, ma un risultato così non rispecchia l’andamento della partita. Usciamo con una sconfitta che nel risultato ci penalizza tanto, ma ho visto per 65’, fino all’espulsione, una buona Inter. Peccato, perché la squadra è stata sempre in partita, pericolosa. Sicuramente non siamo fortunati nelle decisioni arbitrali e anche oggi c’è stato un episodio che avrebbe indirizzato in maniera nitida la partita. L’episodio su Palacio nel primo tempo avrebbe sicuramente cambiato la partita perché era rigore ed espulsione. L’Inter esce alla fine del primo tempo con quattro cartellini gialli, di cui due difensori, mentre l’Udinese con uno. Diciamo che certe valutazioni per noi sono un po’ sfortunate, mettiamola così. È strano perché, a parte che Palacio è un giocatore correttissimo, davanti alla porta ha sentito la mano di Domizzi sul collo che lo sbilanciava, è normale che lui gli taglia volontariamente la strada per tagliarlo fuori. Domizzi gli mette la mano sul collo, lo sbilancia sulla parte destra con cui lui avrebbe dovuto calciare: questo è rigore ed espulsione. Io non capisco, ho preso anche l’ammonizione del giocatore!
Visto che è più di una volta che l’Inter subisce degli episodi del genere, c’è il sospetto che ci sia qualcosa contro l’Inter?
No, non c’è alcun sospetto, io penso che gli arbitri siano assolutamente in buona fede, facciano il loro lavoro, ma è innegabile che ci siano state tantissime partite in cui ci sono state valutazioni sfortunate. Ho parlato con l’arbitro, assolutamente non credo alla malafede, ma non puoi non dare un rigore così. Palacio è davanti al portiere, la palla sul destro, Domizzi lo sbilancia e poi un altro episodio: primo tempo, Guarin riparte e Allan a piedi pari e in scivolata da dietro non è ammonito. Il duello Guarin-Allan era quello su cui noi facevamo più affidamento.
Dalle immagini, però, si vede che la partenza di Palacio è in lieve fuorigioco.
Fischia il fuorigioco, che è meglio (riferendosi all’arbitro, ndr), perché se succede quello che è successo dopo, è calcio di rigore ed espulsione e cambia la partita, a prescindere dai meriti dell’Udinese, che ha fatto la sua partita. Noi siamo stati sfortunati, abbiamo sbagliato gol incredibili. Ma Allan come fa a non essere ammonito? Entrata a piedi pari da dietro su Guarin su una ripartenza. Io ho finito il primo tempo con quattro ammoniti e l’Udinese con uno. Detto questo, buona Inter per 65’, poi merito all’Udinese, noi siamo rimasti in 10, 2-0 o 3-0 cambia poco, per me.
Fa bene chi pensa che se l’Inter non interverrà sul mercato da qui alla fine di gennaio sarà molto complicato arrivare almeno terzi?
Credo in due cose fermamente e ci credo ancora di più dopo questa partita, perché mi dà la rabbia e la voglia di lavorare tanto: credo nei miei giocatori e nel lavoro sul campo. Secondo me l’Inter, anche se oggi ha perso, ha fatto una partita positiva e io credo nei miei ragazzi. Abbiamo 9 giocatori indisponibili che recupereremo a breve. Poi, è normale che una squadra si può migliorare. Sicuramente è difficile perché siamo sfortunati ogni partita, in un modo o nell’altro.
Sembra che il tuo modo di gestire Guarin l’abbia fatto diventare un top player come si usa adesso.
Sono molto contento di Guarin e l’ho sempre sottolineato. In questo momento sta bene, oggi credo che l’Inter sia cresciuta anche dal punto di vista del gioco, perché ha giocato meglio, ha avuto più possesso di palla, non rispetto all’Udinese, ma per noi, come facilità di palleggio. Guarin, che fa da raccordo fra l’attacco e il centrocampo, è un giocatore importante. Non a caso molti pericoli sono nati da lui e avevamo cercato di mettere in difficoltà l’Udinese con il suo modo di giocare ”schiena con schina” su Allan. Secondo me ci eravamo riusciti perché siamo stati tre volte davanti al portiere. Jonathan purtroppo ha sbagliato un gol incredibile e l’Udinese, con quel grandissimo campione che è Di Natale, alla prima occasione ci ha castigato. Ma, secondo me, non è tanto il vantaggio dell’Udinese, ma è l’espulsione che ci ha penalizzato.
Dire che tecnicamente Snijder non sia utile all’Inter sembra un po’ scabroso rispetto ai titolari usati oggi e quelli a disposizione.
Mancava Snijder, mancavano altri 8 giocatori importanti. A me non è mai piaciuto piangere perché non sono fatto così, ma mancavano 9 giocatori ed è normale.
E’ strano non utilizzare Snijder se mancano tutti…
A prescindere che Snijder era indisponibile, malato e non si è allenato. Volevo dire che mancava Snijder e ne mancavano altri 8.

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...