Conte: “Rigore sacrosanto visto dal quarto uomo”

L’allenatore della Juventus Antonio Conte ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport HD, nel post partita di Juventus-Genoa.

Perché l’uscita dal campo gridando “vergogna”?
Penso ci sia poco da spiegare. Penso che tutti quanti abbiano visto la gara e determinati episodi. Oggi penso che siamo andati un po’ oltre alcune situazioni, accetto che mi si dica “non ho visto, ho sbagliato”. E non che “non me la sono sentita”. Questo non lo accetto, perché questo non è il calcio. Se io mi devo sentir dire dall’assistente d’area di rigore che ha visto e ha dato il rigore, il quarto uomo ha detto che era rigore, l’arbitro non può dire “non me la sono sentita”. Mi dispiace, non è calcio questo. Se questo è il calcio, bisogna fare una riflessione tutti quanti. C’è da dire “lasciate stare, lascio il patentino e me ne vado”. Questa è la verità. C’è da dire “questo non è più sport”.
L’arbitro Guida le ha detto “non me la sono sentita” a fine partita?
Sì, ha detto “non me la sono sentita”, questo non è calcio. E’ inevitabile che se io ascolto determinate cose, un “vergogna” mi sembra il minimo che io possa dire, anche perché lavoriamo tutta la settimana e vogliamo sempre che ci sia equità. Avrei accettato che avesse detto “mi dispiace, non l’ho visto, ho sbagliato”, ma non lo poteva dire perché c’era l’assistente d’area che mi ha detto che era rigore, il problema è questo.
Sta parlando di una specie di sudditanza psicologica al contrario?
Lasciamo stare perché già l’anno scorso ci siamo permessi di lamentarci a Parma e ci hanno detto che “tutti si possono lamentare e la Juve no”. Non ci lamentiamo. Penso che oggi tutti quanti abbiano visto quello che c’era da vedere, il rigore su Vucinic, quello su Pogba, tre minuti di recupero con tutte le situazioni di gioco fermo che ci sono state. Siamo esseri umani e possiamo sbagliare tutti, però bisogna prendersi le proprie responsabilità.
Romeo dunque aveva detto che era rigore?
Sì, ma era rigore!
Ballardini ha detto che non era rigore perché è un fallo di mano involontario
C’è poco da discutere. Le braccia devono stare attaccate al corpo. E allora non c’è da parlare, non c’è da dire niente perché c’è un regolamento. Le braccia sono scomposte, le braccia stanno in aria e prendono il pallone. Quindi di che stiamo parlando? Se vogliamo far passare l’asso per la figura, è un altro discorso, però lasciamo stare. Io avrei preferito che mi avessero detto: “Ho sbagliato, non ho visto, ero coperto”. Però non me lo poteva dire perché Romeo aveva detto che era rigore. Il problema è quello, allora “non me la sono sentita” onestamente non lo accetto, mi dispiace. Guida è sicuramente uno dei migliori arbitri, ma da allenatore e uomo di calcio non accetto che mi si dica “non me la sono sentita”. C’è un regolamento. Non è questione di dire “è volontario, non è volontario”. Il regolamento dice che le braccia devono stare attaccate al corpo. Se tu le braccia le hai alte e fai volume, quello è rigore. Se vogliamo cambiare i regolamenti, cambiamoli. Non si può dire che è involontario. Qui non c’è da fare nessuna chiarezza, qui c’è un rigore sacrosanto, punto e basta. Di che stiamo parlando? Volete veramente cambiare le carte in tavola? Qui c’è un rigore sacrosanto visto dal quarto uomo e che l’arbitro ha detto “non me la sono sentita”. Questo non lo accetto. Posso accettare che mi venga detto che il quarto uomo e l’arbitro non hanno visto. E’ un errore umano. Ma non posso accettare la cosa così com’è andata. Allora perché abbiamo messo i giudici d’area? Ci sono sei arbitri e non riusciamo a vedere una cosa del genere? Allora chi è che decide? Decide l’arbitro? E allora che li mettiamo a fare quei giudici d’area?
Chissà quanti errori ci saranno ancora da qui a fine campionato
Noi ci auguriamo sempre che siano pro e contro. E quando sono pro, che non rompano le scatole, in generale!
Dice che gli episodi sono stati soltanto contro la Juve in questa fase della stagione?
No, sono stati pro e contro. Il problema è che ogni volta che sono pro succede sempre la terza guerra mondiale a livello mediatico.

Total
0
Shares
1 comment
  1. Pingback: De Sanctis: “Le polemiche della Juve? Vergogna il termine azzeccato” - Lifestyleblog.it
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Juventus, Marotta annuncia Anelka

Articolo successivo

Zeman: "Ci siamo svegliati troppo tardi"

Articoli correlati
P