Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Lifestyle

Si rinegoziano a Dubai, da domani, i trattati che regolano il flusso dell’informazione mondiale

In pochi sanno che in queste ore si sta decidendo il futuro di Internet. E non nella Silicon Valley, alla Casa Bianca oppure nella vigile Pechino. Ma a Dubai dove da domani (e fino al 14 dicembre) si svolgerà  la Conferenza mondiale dell’International Telecommunication Union (Itu), l’agenzia dell’Onu che definisce gli standard delle comunicazioni globali. Per la prima volta, dal 1988, in quella sede verranno rinegoziati i trattati che regolano il flusso dell’informazione mondiale.

A questo incontro, fondamentale per il futuro della Rete, Wired Italia – nel numero in edicola da domani 4 dicembre – ha dedicato la storia di copertina, raccontando e spiegando tutti gli schieramenti in campo della battaglia per il controllo (soprattutto economico) di Internet. Che oggi è in gran parte in mano agli Stati Uniti che, proprio per questo motivo, sono sotto attacco. La lobby degli operatori europei di telecomunicazioni (Telecom Italia in testa), per esempio, chiede di far pagare ai fornitori di servizi Web (Google, Facebook, Twitter e così via) il traffico che generano sulle reti di proprietà delle telco.

Dall’altra parte Russia e Cina battono invece sul tasto della cybersicurezza: vogliono maggiore controllo su quello che circola in Rete. Ovviamente gli Usa difendono la loro posizione dominante. Insomma c’è il rischio che la Rete diventi lo scenario di una “guerra mondiale” per il controllo industriale e dell’informazione e Wired vi fornisce tutti i particolari per comprendere la portata della posta in palio.

Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...