Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Hi-Tech

Il sito di Vanity Fair si rinnova

“Si chiama «Voices» la novità di cui sono più orgoglioso. Un canale che è un nuovo modo di stare insieme, Vanity Fair e i suoi lettori. Un luogo dove svilupperemo ogni storia con l’aiuto degli utenti, daremo valore ai loro contributi, approfondiremo i nostri contenuti con le loro idee, leggeremo i messaggi e i tweet che ci saranno inviati, li condivideremo sui nostri social network, li pubblicheremo in home sotto
gli articoli a cui si riferiscono, e addirittura accanto alla testata – come dire, nel Parco della Vittoria della home page, la zona più nobile – dove abbiamo aperto, proprio accanto alla scritta VanityFair.it, una finestra «Voices» in cui entrare per dire la vostra, o «cinguettarla» direttamente”: sono le parole di Luca Dini, direttore di Vanity Fair, che introducono, dal suo blog, una tra le novità relative al restyling di VanityFair.it, online da oggi 15 ottobre.

Nuova veste editoriale e grafica per il sito del settimanale Condé Nast che, a settembre, ha battuto il record con 1.8 milioni di contatti unici. Dal oggi VanityFair.it è live con un progetto che esalta i valori del brand: la relazione privilegiata con il mondo delle celebrities, le storie, le firme autorevoli, il legame con i lettori sono valorizzati grazie a un impatto visuale del tutto innovativo. Tre nuovi canali sono dedicati alla moda (Fashion), alla bellezza (Beauty) e alla partecipazione degli utenti (Voices) che, sempre più sono invitati a partecipare direttamente attraverso i social media, quali Twitter e Facebook.
Grazie alla tecnologia del “responsive design” la forza e la qualità dei contenuti sono maggiormente evidenziati perchè immediatamente adattati sui diversi device usati dagli utenti: PC, tablet, mobile, etc.
Qualità e innovazione sono anche le caratteristiche delle soluzioni di comunicazione presentate nel nuovo VanityFair.it che propone un nuovo formato pubblicitario, il “top branded content” progettato per “tradurre” sul digitale l’impatto e la forza di comunicazione propria del magazine. Lo sfondo del sito diventa un luogo da “sfogliare”, un modo nuovo per dare risalto ai messaggi veicolati nelle campagne dei clienti. Nel giorno del suo restyling Vanityfair.it ospita in home page la campagna Citroën.
Il lancio del nuovo sito è stato supportato da un flight teaser sul sito di VanityFair.it in cui alcune firme autorevoli del giornale hanno svelato dettagli agli utenti attraverso piccole anticipazioni. Dal 15 ottobre, giorno del lancio, sono on line attività di SEM, attraverso Google pay per click, oltre a un flight di comunicazione sui siti femminili Condé Nast.
VanityFair.it a quasi due anni dal lancio – 13 dicembre 2010 – ha generato +808% pagine viste* e +431% contatti unici*.

“Nonostante il sito a settembre abbia raggiunto uno straordinario risultato, nonostante il successo che giorno dopo giorno riscontriamo nel rapporto con i nostri utenti, nello spirito del brand continuiamo a innovare e siamo costantemente al lavoro per offrire ai lettori del nostro sito un luogo dove possano trovare il meglio dell’informazione a 360 gradi” commenta Luca Dini, direttore di Vanity Fair.

“Condé Nast conferma l’impegno di mettere sempre al centro i consumatori nello sviluppo dei nuovi prodotti, tenendosi in linea con le loro abitudini di consumo: portandogli cioè i contenuti che vogliono dove li vogliono. La nostra casa editrice prosegue altresì il percorso di evoluzione digitale dei propri brand, all’insegna della ricerca e dell’innovazione costante e proponendo soluzioni di comunicazione al mercato” aggiunge Marco Formento, Senior Vice President Consumer Marketing di Condé Nast.

E così conclude Fedele Usai, Senior Vice President Advertising & Branded Solutions: “Il sito di Vanity Fair è il luogo d’incontro ideale di tutte le attività on e off screen del brand. Un luogo per definizione “liquido” e quindi per sua natura capace di dialogare con più sistemi. A livello concettuale, abbiamo lavorato su un’integrazione sempre più forte delle esperienze dei consumatori e dei clienti”.

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...