Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Hi-Tech

CARO VECCHIO STEREO ADDIO, ARRIVA L’EMBRACING SOUND

Caro vecchio stereo addio, arriva il nuovo modo di vivere la qualita’ audio che ha superato le frontiere dell’ingegneria della stereofonia, nata nel 1931 da alcune ricerche avviate da Alan Downer Blumlein. Se all’epoca l’ascolto audio era considerato statico e di qualita’ mediocre, ora l’effetto percepito all’orecchio e’ dinamico e completamente avvolgente. A rivoluzionare la stereofonia e’ l’Embracing Sound, una tecnologia di ultima generazione nata nel 1999 e che vede il volto di Per Hallberg, guru svedese che impiego’ la nuova tecnologia nella realizzazione di impianti hi fi made in Swiss Geneva Sound System diffusi in tutto il mondo ed utilizzati, oltre che per uso domestico, anche dai piu’ importanti professionisti del suono.
Sono passati quasi cento anni dalla nascita della stereofonia grazie alle prime  ricerche condotte dai laboratori EMI sullo studio delle tecniche per regolare l’intensita’ sonora. Le ricerche, iniziate da Alan Downer Blumlein, prevedevano l’utilizzo di diffusori come vertici di base di un triangolo equilatero, cui terzo vertice e’ lo stesso ascoltatore. Nel 1936 nacque anche il nuovo concetto dell’Hi Fi, ovvero l’alta fedelta’, in occasione dell’introduzione di una nuova valvola per amplificatori, che divenne in seguito un marchio in grado di contraddistinguere la qualita’ di un impianto. Con questa sigla si intende la possibilita’ di riprodurre un suono in modo cosi’ realistico da simulare perfettamente un evento reale o un concerto dal vivo. L’impianto stereo, o almeno i primi modelli di impianto stereo, vide la luce in contemporanea con la nascita dell’audiocassetta con cui divenne possibile registrare direttamente da casa ed in modo pratico e veloce la propria musica.
All’epoca i primi impianti stereo venivano costruiti montando, assieme alle due piastre per le cassette, anche un giradischi ed un piccolo amplificatore: tutto molto piu’ modesto e spartano rispetto ai sofisticati modelli attuali. Ora, arrivati al terzo millennio, l’audio vive una seconda vita, in cui la sua qualita’ permette un ascolto rivoluzionario che ha segnato la storia della tecnologia moderna. Grazie alla tecnologia Embracing Sound, utilizzata dai maggiori professionisti ed e’ implementata all’interno delle piu’ importanti case discografiche, la riproduzione uniforme del suono avviene grazie una rivoluzione nel campo dell’hi-tech che permette agli hi-fi di ultima generazione di sprigionare un sound potente, caldo e avvolgente da un’unica sorgente sonora.
Ad enunciarne gli effetti della grande rivoluzione che ha portato l’arrivo della tecnologia dell’Embracing Sound e’ lo stesso creatore Per Hallberg, secondo cui “l’EmbracingSound permette al suono totale di raggiungere i sensi dell’ascoltatore secondo le intenzioni del regista quando egli ha fatto il film”. Anche i maggiori produttori delle star musicali sono stati stregati da questa innovativa tecnologia, tra cui Narada Michael Walden, produttore, autore e musicista per artisti del calibro di Aretha Franklin e Mariah Carey, Inoltre, all’interno dell’Electric Lady studios, il primo studio di registrazione al mondo di proprieta’ di un’artista realizzato dal mitico Jimi Hendrix nel 1969 a New York, tutte le sale di registrazione, per sfruttare i vantaggi dell’Embracing Sound, sono fornite di impianti Geneva Sound System.
Lo scopo del sistema e’ anche quello di fornire una finestra d’ascolto molto ampia, grazie al quale non occorre piu’ stare seduti perfettamente al centro ma ci si puo’ spostare ed apprezzare ancora equilibrio timbrico ed immagine tridimensionale. Una vera e propria rivoluzione digitale, in cui l’ascoltatore viene “abbracciato” dalla magia del suono. Una rivoluzione non solo audio, ma anche estetica, attraverso gli apparecchi hi-fi di ultima generazione, veri e propri oggetti di design utili a rendere piu’ eleganti e preziosi i propri spazi casalinghi.
Emblema della nuova tecnologia sono i Geneva Sound System, sistemi che offrono tutto quello che si trova in un comune impianto stereo all’interno pero’ di un unico ed elegante cabinet. Nominati dalla rivista statunitense Wired i migliori accessori audio del 2010, i Geneva Sound System sono installati all’interno dei maggiori studi di registrazione al mondo, tra cui lo storico Electric Lady studios di New York, permettendo cosi’ ad artisti come Shakira, Tokio Hotel, Green Day e Coldplay di mantenere una qualita’ e pulizia del suono eccellente durante la registrazione ed il mixaggio dei loro brani. Tutto avviene grazie all’Embracing Sound, l’innovazione che ha lasciato a bocca aperta i produttori ed i musicisti di star della musica internazionale del calibro di Aretha Franklin, Mariah Carey e Tom Jones. Un suono multidirezionale attraverso una tecnologia da premio Oscar. Il progettista del Geneva Sound System, Jam Eril Lundberg, ha convocato Per Hallberg (vincitore di 4 premi Oscar per gli effetti sonori di Braveheart e il Gladiatore) per la realizzazione dell’esclusivo Embracing Sound. Dall’incontro di due delle menti piu’ innovative e creative del pianeta non poteva che nascere la tecnologia che rivoluziona il modo di concepire la fruizione del suono e che cambia le abitudini di vita. L’Embracing Sound, gia’ piuttosto diffuso in campo professionale, permette a due diffusori stereo montati uno a fianco all’altro di generare un campo sonoro stereofonico che si apre a 180° davanti all’ascoltatore e, in presenza di segnali surround, di fornire una sensazione di suono che si espande nelle altre direzioni.
La comparsa dell’Embracing Sound ha segnato una nuova rivoluzione nella storia delle stereofonia moderna. La scienza nasce nel 1931 da alcune ricerche dei laboratori EMI, occupandosi di studiare specifiche tecniche per regolare l’intensita’ sonora. Le ricerche, iniziate da Alan Downer Blumlein, prevedevano l’utilizzo di diffusori come vertici di base di un triangolo equilatero, cui terzo vertice e’ lo stesso ascoltatore. Vi e’ una teoria matematica alla base del funzionamento dell’Embracing Sound, in cui vengono applicati i principi base della psicoacustica e della fisica della percezione dei suoni. Mentre il suono stereofonico, brevettato da Alan D. Blumlein nel 1930, consiste nella riproduzione dei flussi informativi sonori di destra (R) e di sinistra (L) attraverso due diffusori equidistanti dall’ascoltatore, l’Embracing Sound utilizza la Somma (L+R) e la Differenza (L-R) tra i canali audio. La Differenza e’ riprodotta con polarita’ opposte alle orecchie  dell’ascoltatore. Cio’ significa una simultanea alta pressione ad un orecchio e un uguale bassa pressione all’altro orecchio per tutte le lunghezze d’onda. Cio’ forma un segnale che il cervello non puo’ localizzare e che fa sentire l’ascoltatore avvolto dall’immagine sonora.

Lifestyleblog.it
Scritto da

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Potrebbe interessarti...