Connettiti con noi

Editoria

Cesare Cremonini: “Le canzoni sono sostanze betabloccanti”

Redazione

Pubblicato

il

Cesare Cremonini in copertina su Rolling Stone

37 anni, bolognese,“Possibili scenari” è il suo sesto album di inediti e a giugno sarà per la prima volta in tour negli stadi. Rolling Stone dedica a Cesare Cremonini la prossima copertina di dicembre, anzi due: il numero in edicola dal 6 dicembre esce con due diverse cover, entrambe con protagonista Cremonini fotografato da Pierpaolo Ferrari.  Una delle due copertine è un omaggio alla sua città e alla squadra di calcio rossobl̀u: Cesare indossa la maglia storica del Bologna F.C. quando vinse il primo scudetto nel 1925.
L’artista bolognese si racconta al mensile: dal prezzo del successo alle debolezze, dall’amore per la scrittura delle canzoni allo stato della musica italiana.

“Le canzoni non sono dei selfie, non sono vittime del presente” – racconta Cesare – “Potrei scrivere un pezzo su una ragazza che ho visto per due minuti in tele, se mi illudesse di avere un mondo interiore. È bello pensare che le donne mi immaginino sempre intento a struggermi per qualcuna, e vorrebbero essere loro. Ma magari quella persona ora sta con un altro, è morta oppure convive con il cane”. Ride di gusto Cremonini: “Ma dai, il music business funziona così sin dai tempi di Elvis. L’amore è uno straordinario strumento retorico, e le donne sono una parte fondamentale di questo mestiere”. Rolling Stone rivela il suo segreto compositivo: “Scrivere ogni giorno, in ogni momento. L’idea di canzone è la mia compagna sempre. L’ispirazione non riceve su appuntamento, e quando passa devi farti trovare davanti a un pianoforte. Nel mio lavoro la felicità dura circa una settimana. Sono i momenti in cui il tuo vagabondare ti porta a incontrare un’emozione che funziona, di cui ti innamori, e così inizia il processo creativo. Le canzoni sono sostanze betabloccanti, le nostre vitamine quotidiane”. Di quando si sono sciolti i Lùnapop e ha intrapreso la carrriera solista“Quella è diventata la mia prigione dorata. Il successo ha portato con sé un prezzo alto, io lo chiamo trauma da stress post-Lùnapop. Per anni ho raccolto meno di quello che ho seminato: ero schiavo di un pregiudizio, non potevo confrontarmi con il valore della mia musica”. Dello scenario della musica italiana: “Oggi 80 delle prime 100 canzoni su Spotify sono identiche, non si sa chi canti. Il drammatico tempo dei talent ha prodotto solo interpreti. Il successo dell’indie mi pare più un fallo di reazione, che un gol in rovesciata. Io spero che i ragazzi capaci di emergere non si facciano infettare dal meccanismo, cercando il posto fisso come infermieri della discografia. Ma temo che avverrà proprio questo”. Dell’amore: “Nella vita, complice il mio status, non ho ancora trovato una persona che si fidi ciecamente. Sarebbe bello costruire questo rapporto anche con una donna, ma bisogna essere in due”. Del futuro: “Un giorno torneremo ad ascoltare bella musica e mangiare cose buone, a vivere meglio i rapporti. Il futuro è nelle nostre mani, e chi ha vent’anni oggi non è male come ci raccontano”. Dopo San Siro e l’Olimpico il suo tour approderà allo stadio Dall’Ara, dove un bolognese non si esibiva da 39 anni, dai tempi di Dalla e Banana Republic. “Sono di corsa da vent’anni. Quando salirò sul palco non cercherò il riscatto, ma mi godrò la certezza che per altri dieci anni potrò fare la musica che mi piace. Liberamente”.

Commenti

commenti

Editoria

Tiziano Ferro e il ballerino Sven Otten in doppia copertina “reverse”di ROLLING STONE

Redazione

Pubblicato

il

Il prossimo numero di Rolling Stone, in edicola da oggi, regala ai suoi lettori due storie di copertina dedicate a due protagonisti di successo di realtà molto diverse: Tiziano Ferro e Sven Otten, meglio conosciuto come il ballerino della TIM.  Diverso è il loro approccio al mondo del web: a cominciare da Tiziano Ferro, quasi assente dai social, che rivendica la “possibilità di non esserci sempre”. Ferro, che il prossimo 11 giugno darà il via al suo tour negli stadi italiani – dove dice di “trovare la vera intimità” con il suo pubblico – si è raccontato alla scrittrice Violetta Bellocchio per la cover di Rolling Stone.
“Sono pochissimo sui social network” dice Tiziano “Ci sono perché non sono pazzo, ma ho delle piattaforme che non gestisco io ufficialmente, le persone lo sanno, quando scrivo io un messaggio è perché ho qualcosa da dare o da mostrare, ma succede sei volte l’anno. Non vivo della smania di pensare che per essere sincero mi devi veder girare il sugo questa sera e domani farmi il bagno con la schiuma fino al mento. La sincerità è guardare il mio pubblico e dire, anche nel 2017, io non uso i social network, mi dispiace, però quello che ascoltate nei dischi e nelle canzoni mi prosciuga e per me è abbastanza.  A oggi non ho mai visto la schermata di Twitter. Mentre Facebook l’ho provato, da privato, e non mi ha divertito, ne ho previsto la pericolosità per la mia salute mentale e sono felice di aver mantenuto questa linea. Lo spazio bianco in cui devi scrivere come ti senti adesso ti obbliga moralmente ad avere un’opinione su qualcosa anche se non ce l’hai. Invece, nella vita di tutti i giorni se una persona ti interroga su un argomento e tu non ne sai, non ne sai. Io sono molto spaventato dai social. Li trovo l’antitesi di quello che ho scelto di fare nella vita”.
L’altra faccia di Rolling Stone, nella copertina “reverse”, racconta finalmente tutta la storia che ha portato Sven Otten, 29 anni, a diventare quel che universalmente è noto come il ballerino della TIM.  La sua storia è la favola Millennial, non ha mai messo piede in una scuola di ballo e al web deve la sua formazione di ballerino: “Ho imparato tutto dai video tutorial, vedevo un passo che mi piaceva e mi incaponivo, la prendevo come una sfida: dovevo riuscire a farlo”. E Sven alla rete (“Ho imparato molto di più con il computer che in tutti gli anni di scuola”) e ai social deve ancora di più: un giorno, sua sorella condivide un video su YouTube e tutto cambia, in pochissimo tempo tutti lo conoscono. E il video, realizzato nella sua stanza e pubblicato in rete con il nick JustSomeMotion, supera i 40 milioni di visualizzazioni: suo malgrado Sven diventa una star dei social. “È come se metà Germania lo avesse visto”, dice. E ancora non ci crede. Tutta questa storia ti ha cambiato la vita? chiede Rolling Stone: “Sono sempre un tranquillo ragazzo di paese – risponde – i miei amici sono sempre gli stessi. Mi colpisce, però, tutta quella gente che mi scrive sui social e mi confessa storie anche molto personali”. Il prossimo appuntamento è con i nuovi spot TIM in cui Sven ballerà con un partner molto speciale, Spiderman: “Da bambino era il mio supereroe preferito: non un grande corpo, mica una bestia fisicata come Hulk o Thor. Uno un po’ sfigato, ma intelligente, ironico, che faceva tricks geniali. Mi hanno detto che avrei fatto degli spot con lui e ho lavorato con Chris Silcox, lo stuntman: riesce a fare salti e robe incredibili, come lo Spiderman che vedevo da bambino”.

Commenti

commenti

Continua a leggere

Editoria

Valeria Marini: “Per il mio compleanno più importante divento mamma”

Redazione

Pubblicato

il

Nuovo traguardo per Valeria Marini che con l’avvicinarsi del suo compleanno (14 maggio), si racconta a 360° in un’intervista rilasciata al settimanale “Gente”, oggi in edicola.

Uno dei compleanni più importanti per una donna; a pochi giorni dal compimento dei suoi primi 50 anni la Marini, raggiante e felice, espone dei lati inediti della sua persona e conferma il suo desiderio più grande: diventare mamma! Apparsa in splendida forma davanti l’obbiettivo del fotografo nella meravigliosa ed esclusiva location del “Domina Coral Bay” a Sharme el-Sheikh, dichiara:

Il segreto di non invecchiare è quello di mantenere e coltivare i nostri entusiasmi” ed aggiunge “Bisogna vedere la vita e le nuove avventure che verranno, con gli occhi della fanciulla che è in noi. Quello che siamo oggi dipende dalla nostra testa e dal saper prendere distacco da ciò che di non giusto abbiamo subito nel corso degli anni

Impegnata sul lavoro e pronta a cavalcare nuovi successi la Marini conferma la stima rimasta per il suo ex fidanzato Patrick Baldassari puntualizzando quanto siano importanti per lei la famiglia e gli affetti. I stessi valori che la portano a pensare sempre più concretamente di voler diventare mamma. È arrivato il momento giusto?

Commenti

commenti

Continua a leggere

Editoria

Papa Francesco in copertina su Rolling Stone Italia

Redazione

Pubblicato

il

Per Papa Francesco a Milano il prossimo 25 marzo sarà una giornata storica: dalle case di periferia al Duomo, dal carcere di San Vittore, al Parco di Monza, è attesissimo l’appuntamento con il Papa che chiede ai giovani di “fare chiasso”.

Perché Francesco Bergoglio sulla copertina di Rolling Stone? Semplice, perché il Papa dice cose di buon senso, talmente di buon senso – come analizzato nel reportage di apertura della cover story del mensile, in edicola dal 9 marzo – che la sua solitudine comincia a essere palpabile. Semplice come appare Papa Francesco nella foto col pollice alzato: “É come il pane fatto in casa” dice il regista Ermanno Olmi (intervistato da Rolling Stone sul suo ultimo film dedicato al cardinal Martini, “Vedete, sono uno di voi”) per descrivere un pontefice che si mostra per quello che è. Chissà se la pensano allo stesso modo i ragazzi delle “case bianche” del quartiere Trecca, prima tappa della visita di Bergoglio a Milano il 25 marzo, ritratti da Rolling Stone: sembrano usciti da un video di street rap e loro malgrado si sono abituati alla semplicità, anche se da dove sono ora sembra impossibile vedere il futuro. Forse li aiuterà un pontefice che dice che “la realtà si vede meglio dalla periferia che dal centro”? Rolling Stone celebra Papa Francesco che ha conquistato tutti i giovani con le sue parole di attenzione agli ultimi e ai più poveri, con i suoi toni vicini alla gente comune, con una disposizione decisamente popolare, anzi pop: il Papa che appare davvero adatto ai nostri tempi.

Commenti

commenti

Continua a leggere

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette

X