Connettiti con noi

Internet

Biglietti Alitalia in regalo? Attenzione, è una truffa online

Bruno Bellini

Pubblicato

il

Sui social sta spopolando la bufala dei biglietti Alitalia gratis. Ma attenzione, è una truffa!

Biglietti Alitalia in regalo? E’ l’ultima delle truffe online che si sta diffondendo in questi giorni su Facebook. Il link, diffuso sul popolare social network, sembra un appetibile invito a cliccare sulla promozione che offre questo omaggio in occasione del “suo anniversario”. Già il fatto che non sia specificato il numero dell’anniversario, è un segnale di come sia una promozione poco chiara e precisa. Bastano alcune indicazioni per evitare di finire in questa trappola di campagne di phishing online. Campagne che questa volta hanno preso di mira le compagnie aeree dopo che in passato, attraverso mail, hanno coinvolto istituti bancari per rubare dati.

Come funziona la truffa

La truffa, si sta diffondendo a macchia d’olio perché le vittime, dopo aver inserito tutti i dati condividono la fasulla promozione sul proprio profilo corredata di hashtag. Prima, però, l’utente è invitato a rispondere ad alcune domande e, al termine del questionario viene invitato a cliccare su un tasto per ricevere i biglietti: niente biglietti omaggio, mentre i truffatori hanno ottenuto i dati Facebook delle vittime. Non soltanto Alitalia è la compagnia “usata” dai malfattori per questo furto di dati, ma anche KLM.

Come difendersi dalle truffe online

Prima cosa fondamentale è prestare attenzione a ogni dettaglio. Come detto prima, già il fatto che non venga menzionato il numero dell’anniversario, è un primo segnale. Ma soprattutto se consideriamo il sito che si va ad aprire, http://alitalia-com.us/, non è il sito ufficiale di Alitalia. Quello “fasullo”, infatti ha un’estensione statunitense e non quella italiana. Occhio anche al linguaggio utilizzato, in cui ci sono errori di grammatica. E poi, di questi tempi, è difficile che qualcuno regali qualcosa… 🙂

Commenti

commenti

Direttore Responsabile Lifestyleblog.it – Classe ’81, da Monopoli (Bari). Fondatore e direttore della testata online Lifestyleblog.it, collabora anche per riviste nazionali e locali. Web & Graphic Designer con la specializzazione in Grafica 3D conseguita a Verona. Vincitore del Premio Filottete 2015 che ogni anno premia le eccellenze italiane nell’ambito dello spettacolo e del giornalismo

Internet

Linkedin: come trovare lavoro nel 2018 grazie al social network

Redazione

Pubblicato

il

Una miniera di preziosi contatti, che propone ogni giorno centinaia di nuove proposte di lavoro di aziende su scala internazionale. Anche in Italia sono sempre di più le persone che sfruttano le potenzialità di LinkedIn per trovare un posto di lavoro. Per avere successo in questa missione, arriva il decalogo degli esperti del mondo del lavoro.

Qual è l’ufficio di collocamento del terzo millennio? LinkedIn ovviamente. Sono i numeri a dimostrarlo: se nel mondo sono 500 milioni gli utenti del social network dedicato ai professionisti, ben 10 milioni sono residenti in Italia, circa il 10% della popolazione totale. Secondo i dati del Milan Economic Graph, analizzando su Linkedin la presenza della sola città di Milano, centro economico del Paese, sono stati segnalati oltre 945mila professionisti, con una crescita del 14% rispetto al 2016, ben 108mila aziende, +12.5% rispetto al 2016, e oltre 9mila offerte di lavoro, il doppio rispetto a quelle rilevate nella passata edizione. Si tratta della quinta città al mondo per connessioni su LinkedIn, dietro solo a Londra, Amsterdam, San Francisco e Giacarta. Ma come è possibile avere successo nell’ardua ricerca di un posto di lavoro in modalità 3.0? Spesso, purtroppo, si confondono l’utilizzo e lo scopo di Linkedin con quelli di altri social e si finisce per farne un uso scorretto e tutt’altro che efficace. Per facilitare il compito, gli esperti di FourStars, agenzia per il lavoro ed Ente Promotore accreditato dal Ministero del Lavoro, hanno stilato un decalogo di consigli per trovare lavoro con Linkedin ottimizzando il proprio profilo e sfruttando a pieno le potenzialità della piattaforma. Secondo gli esperti, il primo aspetto da tenere sott’occhio è quello delle informazioni relative agli head hunter “improvvisati” e il tema della distanza tra candidato e cacciatore di teste, oltre ad attivare un’efficace strategia di personal branding.

Come recruiter utilizzo Linkedin quotidianamente – spiega Davide Monaca, Responsabile Selezione di FourStars – Tramite il social network svolgo la ricerca diretta di profili junior e senior per le nostre aziende clienti, mi aggiorno costantemente sulle ultime novità del settore HR, monitoro i trend di mercato e le attività dei competitor. Ritengo che sia uno strumento fondamentale per il mio settore di competenza e le attività che svolgo in FourStars. Bisogna però fare attenzione, poiché con l’affermarsi dei social network sono nati 2 fenomeni. Innanzitutto i social hanno permesso di accorciare le distanze tra il Responsabile Selezione e i candidati, dando la possibilità anche ai candidati di valutare i recruiter stessi. Inoltre, chiunque può improvvisarsi specialista del settore, Head Hunter o esperto di ricerca diretta. Perciò è fondamentale capire che le informazioni reperite sui social devono sempre essere verificate”.

Per avere successo professionale, secondo gli esperti è necessario attivare quindi una strategia di personal branding, che si definisce lavorando non solo sulla presenza online, ma anche sulla web reputation, attraverso il giudizio degli altri utenti: una “reputazione digitale” costituita dalla raccolta di giudizi e opinioni riguardo l’immagine di sé che viene comunicata sul web. La web reputation costituisce quindi di un’attività strategica, fondamentale non solo per le aziende, ma anche per chiunque abbia la necessità di posizionarsi positivamente sul mercato del lavoro, quindi per qualsiasi candidato che si appresti ad avviare il proprio percorso professionale. L’utilizzo delle strategie di marketing, tipiche dei marchi aziendali, per promuovere la propria Web reputation professionale è definito personal branding. Per renderlo efficace è necessario prendere coscienza della propria reputazione digitale e, per quanto possibile, individuare e rimuovere contenuti deleteri per la propria immagine.

Una strategia che porta a grandi risultati, anche in breve tempo. “Mi sono registrata su LinkedIn per trovare nuove opportunità lavorative – racconta Giulia Saccà, giovane risorsa di FourStars assunta grazie a LinkedIn – Ho iniziato compilando nel dettaglio le sezioni del mio profilo, inserendo le parole chiave in linea con la mia figura professionale e una breve presentazione, provando a mettere in risalto le mie competenze. Ho proseguito pubblicando e condividendo contenuti riguardanti il mio ambito lavorativo e svolgendo attività di networking, ampliando la mia rete di contatti professionali, cercando tra i profili compatibili con il mio settore d’interesse. Linkedin ha dato una svolta alla mia ricerca e alla mia carriera: ho avuto infatti la possibilità di sostenere una decina di colloqui di lavoro nell’arco di un mese e ricevuto due proposte lavorative, che non avrei mai ottenuto tramite i canali di ricerca tradizionali”.

Ma non è tutto. Le possibilità di trovare lavoro con Linkedin sono in costante aumento: sono state recentemente introdotte nuove funzionalità, utilissime per promuoversi con il personal branding e definire il proprio profilo. Ad esempio Pulse offre la possibilità di pubblicare contenuti sotto forma di articoli o post, come se si trattasse di un blog professionale, un ottimo strumento per promuovere il proprio profilo, aumentandone i collegamenti e la visibilità. Linkedin Learning invece è un portale di formazione professionale che mette a disposizione degli utenti corsi specifici per accrescere le proprie competenze. Presto disponibile in Italia, Open Candidates è una funzionalità che permette di segnalare la propria disponibilità a valutare nuove offerte, senza comunicarlo apertamente al datore di lavoro. Linkedin Students, app per Android e iOS in arrivo nel Bel Paese, mette in contatto studenti e neolaureati con professionisti e potenziali datori di lavoro, attraverso un’analisi delle competenze acquisite.

Ecco infine il decalogo con i consigli per trovare lavoro nel 2018 grazie a Linkedin:

1. SCEGLI UNA FOTO SERIA E NON TROPPO IMPOSTATA: Dovrai mostrare un’immagine di te che sia coerente con la tua personalità, senza cadere troppo nell’informale, ma neanche nel formale.

2. CREA UN PROFILO PROFESSIONALE E COMPLETO: Segui le indicazioni suggerite per la creazione del tuo profilo professionale e inserisci, in maniera dettagliata, le informazioni riguardanti il tuo percorso

lavorativo e formativo.

3. CONNETTITI CON LE AZIENDE ADATTE: Connettiti con le aziende e le persone che possiedono un profilo professionale interessante o coerente con la tua ricerca. Cerca un collegamento con tutte le aziende che operano nel tuo settore di riferimento, per essere sempre aggiornato riguardo le loro attività e circoscrivere il tuo campo di interesse.

4. GUARDATI INTORNO: Controlla le opportunità segnalate nella sezione “Lavoro”: troverai molte offerte di lavoro in linea con i tuoi interessi, il tuo settore, il tuo luogo di residenza.

5. CONDIVIDI MOLTI CONTENUTI: Fatti notare con nuovi post, purché siano pertinenti. Oltre ad aumentare la tua visibilità e l’efficacia del tuo profilo, ti consentirà di dimostrare la tua competenza e il tuo interesse in un settore.

6. PARTECIPA ATTIVAMENTE AI GRUPPI DI DISCUSSIONE: Scegli con attenzione i gruppi in cui si parla di argomenti che conosci bene o di competenze che possiedi. Grazie alla tua partecipazione ai gruppi, potrai rimanere costantemente aggiornato e incrementare le tue conoscenze.

7. SE NON ESISTE, CREALO: Se sei interessato a un argomento specifico, ma non esiste un gruppo che ne discuta, puoi addirittura crearne uno e diventarne il protagonista.

8. MISSIONE CONFERMA COMPETENZE: Cerca sempre di ottenere la conferma delle tue competenze da parte di altri utenti, è fondamentale per migliorare la web reputation.

9. AGGIORNA SEMPRE IL TUO PROFILO: Per suscitare l’interesse altrui e allargare la tua rete di contatti professionali, devi mostrati sempre aggiornato.

10. CERCA CONTENUTI INTERESSANTI DA CONDIVIDERE: Cerca contenuti interessanti da pubblicare per dimostrare a chi ti sta “osservando” che sei sempre aggiornato e non ti lasci sfuggire le ultime tendenze.

Commenti

commenti

Continua a leggere

Internet

Twitter aumenta il numero di caratteri: 280!

Redazione

Pubblicato

il

Aumenta il numero di caratteri per Twitter

Twitter aumenta il numero di caratteri: 280! Oggi l’annuncio ufficiale del social network che ha reso noto questa nuova innovazione. Non più 140 caratteri, quindi, per Twitter che era diventato celebre per il fatto di espirmere concetti o pensieri con poche battute. A undici anni dalla sua nascita, anche il social “dei cinguettii” si innova.

Una novità che potrebbe rappresentare una svolta per Twitter, attualmente “schiacciato” dal peso di Facebook e Instagram che sono tra i più utilizzati.

La nuova funzione è stata sperimentata su un campione limitato di utenti, che in questo frangente di tempo ha avuto modo di testare le ultime novità.

Anche Donald Trump ha utilizzato e messo in pratica la nuova feature di Twitter, seppur non era stato incluso tra i cosiddetti utenti selezionati.

Commenti

commenti

Continua a leggere

Internet

Come guadagnare con le ripetizioni di chimica senza spostarsi da casa

betty

Pubblicato

il

Da

La chimica è una delle materie che terrorizzano di più gli studenti, ma al tempo stesso può rivelarsi incredibilmente affascinante per chi decide di addentrarsi nei suoi segreti. Se anche tu ami questa materia, perché non trasformarla in una fonte di reddito?

Oggi sono in molti a proporsi come insegnanti privati, ma solo poche persone sanno che la tecnologia mette a nostra disposizione un mondo nuovo e tutto da scoprire: le ripetizioni di chimica online!

Crea il tuo profilo online

Iniziare a lavorare come insegnante online è davvero semplice. Una piattaforma come Preply ti consente di creare un account, dove sarai tu a indicare il costo di un’ora di lezione e le fasce orarie in cui sei disponibile. Saranno direttamente i tuoi allievi a contattarti e potrai addirittura concordare con loro un pacchetto da più lezioni. Per una materia come la chimica, infatti, spesso una lezione singola non basta per approfondire adeguatamente l’argomento. Se l’allievo è rimasto soddisfatto dalla tua lezione potrà prenotarne altre e continuare a studiare insieme a te.

Zero spostamenti

Le lezioni si svolgeranno via Skype, in modo da garantirti un contatto diretto con gli studenti… senza doverti allontanare da casa! Naturalmente questo sistema è davvero molto comodo sia per lo studente che per l’insegnante, poiché nessuno dei due sarà costretto a spostarsi per recarsi alla lezione. Quante volte in passato ti è capitato che uno studente annullasse una lezione perché un temporale particolarmente violento gli aveva impedito di uscire di casa in motorino? Con le ripetizioni online questo problema non esisterà più!

Parola d’ordine: flessibilità!

Ma i vantaggi delle ripetizioni online non si fermano qui:

  • sarai tu a specificare la cifra che ritieni più opportuna;
  • il pagamento ti verrà accreditato dopo ogni lezione, quindi il guadagno è assolutamente sicuro;
  • avrai la possibilità di scegliere in completa autonomia i tuoi orari di lavoro e di prenderti un giorno libero tutte le volte che ne hai bisogno;
  • avrai a tua disposizione una clientela davvero ampia e in costante crescita, grazie alla visibilità che solo il mondo del web ti può garantire.

Come puoi vedere, la flessibilità che questo sistema ti offre è decisamente senza paragoni. Avrai la possibilità di insegnare la materia che più ami senza tutti i disagi che spesso interferiscono con il lavoro degli insegnanti privati… Una possibilità da cogliere al volo se stai cercando un modo innovativo per guadagnare da casa!


Background image created by Fanjianhua – Freepik.com

Commenti

commenti

Continua a leggere

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette

X