Connettiti con noi

Cinema e Spettacolo

Roma Web Fest: Online il Bando dedicato ai Fashion Film

Redazione

Pubblicato

il

E’ stato pubblicato il nuovo bando del Roma Web Fest 2017, dedicato ai Fashion Film. Cortometraggi, spot, video di campagne griffate, ma anche piccoli capolavori firmati da registi indipendenti; i fashion film invadono la Rete a ritmi sempre più rapidi, affermandosi come formula comunicativa prediletta da brand famosi e giovani stilisti.

Sta per arrivare la quinta edizione del più importante festival dedicato ai prodotti webnativi e più amato dal mondo della moda grazie alla partecipazione di importanti brand internazionali e di influencer contesi da aziende e media.

Il Concorso è destinato a mettere in relazione i giovani filmmaker italiani e stranieri con le grandi produzioni televisive e cinematografiche italiane, oltre che con i brand e le più importanti firme internazionali, realizzando una rassegna che possa promuovere un nuovo modello di raccordo tra il mercato cinematografico/televisivo/fashion-market e autori/produzioni che utilizzano il web come canale produttivo e distributivo.

Le iscrizioni si chiuderanno il 30 settembre 2017. Il Comitato Scientifico si occuperà di selezionare i progetti finalisti e la selezione ufficiale verrà pubblicata il 5 ottobre 2017

Successivamente le opere finaliste verranno valutate da una Giuria Qualificata e i vincitori saranno annunciati durante la cerimonia di premiazione il 25 Novembre.

La quinta edizione del Roma Web Fest si svolgerà dal 24 al 26 Novembre presso il MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo e riserva numerose sorprese e novità, tra cui la possibilità di partecipare al concorso anche con cortometraggi e viral video, dando spazio e valorizzando in questo modo altre modalità espressive oltre ai fashion film e alle web serie.

Il bando dedicato ai fashion film è consultabile e scaricabile sul sito https://www.romawebfest.it/news-da-rwf/bando-rwf-fashion-film/

Commenti

commenti

Cinema e Spettacolo

8 film da vedere a Natale

Bruno Bellini

Pubblicato

il

8 classici per rivivere la magica atmosfera natalizia

Inizia il countdown per il Natale 2017. Nell’attesa di vivere questa festività, ecco per voi otto classici da rivedere. Alcuni sono stati già trasmessi in tv, tra cui il celebre “Mamma ho perso l’aereo”, che vi proponiamo al primo posto nella lista.

Quale il tuo film preferito dal mood natalizio? Se non lo trovi nella nostra lista, segnalacelo commentando l’articolo!

Mamma ho perso l’aereo

La famiglia McCallister si sta preparando per una vacanza di Natale a Parigi ma, nella fretta, dimentica il piccolo Kevin a casa. Il bambino è costretto a evitare l’assalto di due ladri che hanno preso di mira la casa. Nel frattempo i genitori fanno di tutto per rientrare. La vigilia di Natale Kevin riesce a sventare l’assalto dei due banditi, che vengono arrestati. Il giorno di Natale, finalmente, la famiglia si ricongiunge dopo mille peripezie.

Mamma, ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York

Protagonista sempre la famiglia McCallister che, questa volta decide di passare le vacanze di Natale a Miami. Fortunatamente, il piccolo Kevin non viene lasciato a casa ma prende l’aereo sbagliato, destinazione New York.  Giunto lì, Kevin prenota una suite di lusso all’Hotel Plaza sfruttando la carta di credito dei genitori che, nel frattempo, contattano la polizia. A New York il piccolo ritrova i due ladri che vogliono vendicarsi in tutti i modi dell’arresto. Anche questa volta per Kevin le cose vanno bene e riesce a far arrestare i due malviventi oltre che ritrovare la propria famiglia.

Love Actually

Per un Natale all’insegna d’amore. L’amore è dappertutto è la sintesi del film: dieci storie d’amore unite dal contesto del periodo natalizio.

Miracolo nella 34ª strada

È uno dei remake del celeberrimo film Il miracolo della 34ª strada del 1947 diretto da George Seaton. Un altro film capace di ricreare quella magia dell’atmosfera del Natale. Viene narrata la storia di una bambina che vuole convincere sua madre circa l’esistenza di Babbo Natale.

L’amore non va in vacanza

Un altro film per vivere il Natale all’insegna del romanticismo.

Nightmare Before Christmas

Commenti

commenti

Continua a leggere

Cinema e Spettacolo

Esce il Morandini 2018: il dizionario dei film e delle serie televisive

Redazione

Pubblicato

il

Esce il Morandini 2018: Ella & John in copertina. Virzì fa il bis

La copertina va a Ella & John (The Leisure Seeker). Quest’anno il Morandini 2018 premia con la sua “prima pagina” l’ultimo lavoro di Paolo Virzì. Così per il secondo anno consecutivo il cineasta toscano si aggiudica la copertina del Dizionario dei film e delle serie televisive. Nella passata edizione infatti venne assegnata al suo “La pazza gioia”. Per tradizione la bibbia dei cinefili mette sempre un film italiano ritenuto il migliore della passata stagione. E’ la prima volta nella storia del dizionario che l’onorificenza viene data per due anni di seguito a film dello stesso regista. Ed è la prima volta che campeggia una pellicola presentata all’ultimo al Festival di Venezia, quindi da poco uscito.

Un record ma meritato perché il lavoro di Virzì “…è un film che non è americano – come hanno polemizzato – né voleva esserlo, è una coproduzione Italia-Francia con la presenza di due grandi protagonisti: Mirren (inglese) e Sutherland (canadese). Il tema centrale non è l’America, ma quel che dice (e quel che non dice, mostra) dell’America graffia e incide. E ` una storia d’amore, universale, che diverte, emoziona e commuove. E ` un film d’autore. Italiano”. Spiega l’autrice Luisa Morandini nella presentazione del dizionario.

E’ un lavoro in cui il regista “…prende, corregge e modifica il libro di Michael Zadoorian, – da cui è tratta la storia – viaggia insieme ai suoi 2 strepitosi protagonisti attraverso le impervie vie dell’amore, con ironia, commozione, tragedia e passione…”. Giudizio nel dizionario: “da non perdere”, nella sezione Mostra del Cinema di Venezia 2017

 

Perché la scelta di un film dal Festival di Venezia? “…E’ stata una stagione forse meno ricca e meno interessante delle ultime, per il cinema italiano (che non ci ha dato la soddisfazione che speravamo) ma più in generale per tutto il cinema (che sembra sempre più seguire strade tecnologicamente avanzate, ma forse troppo inclini a fantasy, fantascienza, supereroi e azione”. E’ la motivazione dell’autrice e critica cinematografica.

Fantascienza che non sempre funziona come accade per Alien Covenant. L’ennesimo sequel della saga, diretto da Ridley Scott è “…Strutturato per mantenere vivo un marchio, ma qui si tratta di accanimento ingiusto nei confronti dei fans”. Giudizio critico: una stella.

 

Nel Morandini 2018 (27.000 film – 16.500 su carta, 27.000 nella versione digitale), non mancano “bocciati illustri” della passata stagione cinematografica: Terrence Malick ha deluso con Song to song “…Le immagini restano impeccabili, ma la storia banale e poco profonda…”. Una stella. Non bene anche parte delle pellicole italiane. Deludono molte commedie: da Mamma o papà? di BrunoMister Felicità di Siani, (1 stella) Non c’è più religione di Miniero (1 ½ stelle). E anche alcuni autori nostrani: Castellitto di Fortunata “…Insopportabile polpettone melodrammatico falso-popolare con Castellitto regista che arranca disperatamente per dare il meglio di sé…”; Piccioni di Questi giorni “…è mal recitato, inzuppato di stereotipi, un ennesimo film della stagione sui giovani…” (1 stella ciascuno).

Tengono botta (3 ½ stelle) il documentario di Olmi “Vedete, sono uno di voi” e “Sole Cuore Amore” di Vicari in cui “…Primeggia una straordinaria Ragonese”.

 

I premiati con 4 stelle di questa edizione invece sono Sully di Clint Eastwood, film che “…non cede mai alla retorica né al buonismo facile e guida un eccellente Hanks a disegnare il ritratto di un uomo qualunque…”; Io Daniel Blake di Ken Loach, già Palma d’oro a Cannes; Neruda di Pablo Larraín “…un gioiello di cinema acuto, visionario e originale nel giocare con realismo e finzione…”; l’Orso d’argento L’altro volto della speranza di Aki Kaurismäki; A casa nostra di Lucas Belvaux;  Il cittadino illustre di Mariano Cohn, Gastón Duprat.

Per il pluripremiato La La Land 3 ½ stelle “Chi non ama i musical stia a casa”.

 

Ma è stata anche la stagione di grandi film d’animazione: lo dimostrano le 4 stelle (il massimo sono 5) che Morandini 2018  ha assegnato a Cattivissimo Me 3 “…Colorato, spiritoso, divertente, pieno di trovate (i balletti dei Minions sono esilaranti), con un “cattivo” che si muove come Michael Jackson e ha la pelata, una madre di Gru fulminante, una colonna musicale usata con un’ironia, un acume e un’astuzia impagabili. Imperdibile”. Quattro anche a: Baby Boss “…Fa il pieno di originalità rinnovando le classiche gag dell’animazione; è ricco di sensibilità; ha dialoghi surreali e sarcastici…”; La mia vita da zucchina: “…Un gioiello dell’animazione che abbatte con umorismo tanti tabù…”; La tartaruga rossa è “…una favola metaforica nel descrivere le tappe della natura umana, potente nel suo minimalismo, ipnotizzante nel suo disegno…”.

3 ½ stelle al gioiellino della Pixar Alla ricerca di Dory e all’harrypotteriano Animali fantastici e dove trovarli di David Yates anche se non è d’animazione è pur sempre “fantastico”.

 

Il Morandini 2018 comprende anche 850 serie televisive, scelte fra le più seguite o le meglio realizzate; nella versione digitale ci sono anche 750 cortometraggi e 7000 immagini di scena o locandine.

 

Il Morandini 2018

DIZIONARIO DEI FILM E DELLE SERIE TELEVISIVE

di Laura, Luisa e Morando Morandini

Versione Plus (volume + DVD e download per Windows e Mac senza scadenza + app per iOS e Android senza scadenza + 365 giorni di consultazione online, con aggiornamenti rilasciati nell’anno) € 40,30

Volume unico € 34,50

Dizionario ebook no-limit (download per Windows e Mac senza scadenza + app per iOS e Android senza scadenza + 365 giorni di consultazione online, con aggiornamenti rilasciati nell’anno) € 16,30

Dizionario ebook 365 (download 365 giorni e consultazione online 365 giorni)  € 9,80

Commenti

commenti

Continua a leggere

Cinema e Spettacolo

Esce il “Canzoniere” di Alda Merini, capolavoro di Giovanni Nuti

Pubblicato

il

CREDITS FOTO: Larry Gelmini

Cantando la poetessa della gioia

Esce il “Canzoniere” di Alda Merini, capolavoro assoluto di Giovanni Nuti. E  la musica diventa un inno alla vita.

Un capolavoro in musica, uno spazio dove arte e poesia diventano un flusso intenso di emozioni, di spiritualità, di arte allo stato puro.

Alda Merini torna ad essere protagonista in scena per mezzo del suo alter ego in musica, Giovanni Nuti, un sodalizio artistico e spirituale durato 16 anni che ha dato alla luce autentiche perle, “canzoni” senza tempo e spazio, oggi raccolte in uno autentico scrigno.

Il cofanetto, targato Nar Internation/Sagapò distribuzione Artist First e  realizzato con il sostegno della Fondazione Gianmaria Bucellati,  è stato battezzato “Accarezzami Musica- il “Canzoniere di Alda Merini”: questo capolavoro poetico-musicale raccoglie ben 6 cd e 1 DVD con l’intera produzione artistica del binomio Nuti-Merini, 114 canzoni di cui 13 inediti, 21 brani con la voce narrante della stessa Merini e duetti di Nuti con 29 grandi ospiti.

Lontano da ogni convenzione musicale ecco un prodotto eterno, unico, un gioiello da conservare nel nostro archivio ascoltandolo nella sua piacevolezza e apprezzandolo nella sua intensità esistenziale.

 

CREDITS FOTO: Larry Gelmini

Commenti

commenti

Continua a leggere

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette

X