Connettiti con noi

Musica

Rovazzi feat. Gianni Morandi, Volare: Testo

Redazione

Pubblicato

il

Volare è il nuovo singolo di Rovazzi con Gianni Morandi: ecco il testo della canzone. Clicca qui per il video

 

Ho milioni di view ma vivo in un monolocale,

Mi fa volare, Mi fa volare,

Tutti fanno storie ma solo sul cellulare,

Mi fa volare, Mi fa volare,

Questa grande convinzione che un mi piace può aiutare,

Mi fa volare, Mi fa volare,

Quando sto cantando e Gianni cerca di scappare,

Mi fa volare, Mi fa volare, però…

Ma questi giovani di oggi no..

Però..

Io ti giuro mai li capirò…

facciamo presto

Mi fa volare

non è uno scherzo

Mi fa volare

Mi hanno costretto

Mi fa volare

Ma tutto questo

Mi-fa-vo-la-re

Sto volando prego non mi disturbare,

Il problema vero è come atterrare,

Mi fa volare, Mi fa volare,

Mi fa volare, Mi fa volare,

Signori e signore ora spegnete il cellulare,

Al capitano servirebbe un sacchetto per vomitare,

Allacciate le cinture che stiamo per atterrare,

non abbiamo alternative atterriamo in tangenziale

“Ma papà non so cosa dirti non trovo un lavoro che mi piace”

Ma hai affittato una Ferrari che può solo accompagnare.

Mi fa volare, Mi fa volare,

Il mio cane va in vacanza e mi ha voluto abbandonare,

Mi fa volare, Mi fa volare, però…

Ma questi giovani di oggi no..

Però..

Io ti giuro mai li capirò…

facciamo presto

Mi fa volare

non è uno scherzo

Mi fa volare

Mi hanno costretto

Mi fa volare

Ma tutto questo

Mi-fa-vo-la-re

Sto volando prego non mi disturbare,

Il problema vero è come atterrare,

Mi fa volare, Mi fa volare,

Mi fa volare, Mi fa volare,

l’ho capito dopo sta canzone

che Rovazzi è solo un gran Co.. Cognome,

Il featuring lo faccio al solo scopo,

Ridatemi Anna se no chi me le fa le foto..

“Mi hanno costretto

Mi fa volare

Ma ad essere onesto

Mi fa volare

Te lo confesso

Mi fa volare

Che tutto questo

Mi-fa-vo-la-re”

Sto volando prego non mi disturbare,

Il problema vero è come atterrare,

Mi fa volare, Mi fa volare,

Mi fa volare, Mi fa volare,

Commenti

commenti

Musica

Locus Festival 2018: annunciati i primi nomi

Redazione

Pubblicato

il

A sei mesi dall’inizio, l’intreccio del Locus festival 2018 (a Locorotondo, Bari) diventa più chiaro con l’annuncio di quattro nuovi headliners, tutti provenienti dalla scena inglese contemporanea più innovativa e visionaria: JAMES HOLDEN & ANIMAL SPIRITS, GO GO PENGUIN, THE COMET IS COMING, ed HENRY WU con KAMAAL WILLIAMS EXPERIMENT, che si aggiungono al super gruppo black americano già annunciato: R+R = NOW con Robert Glasper, Terrace Martin, Christian Scott Atunde Adjua, Derrick Hodge, Justin Tyson e Taylor McFerrin sul palco del Locus il 7 luglio 2018.

La quattordicesima edizione del Locus festival celebra la musica come linguaggio universale, codice dell’animo che supera qualsiasi barriera geografica, linguistica e sociale. Il simbolo ed il claim del Locus 2018 apre il caratteristico borgo pugliese di Locorotondo, nel cuore della valle d’Itria, agli intrecci culturali che formano le musiche popolari contemporanee.

Il Locus festival 2018 si svolgerà in tutti weekend di luglio e nella prima metà di agosto, con altri grandi nomi della scena musicale internazionale, e con tante altre attività culturali. Presto nuovi annunci e novità.

JAMES HOLDEN & ANIMAL SPIRITS

Lasciamoci trasportare in un mondo magico di istinto e intuizioni melodiche con il guru elettronico inglese James Holden ed i suoi compagni di viaggio The Animal Spirits. Un percorso selvaggio che unisce le caratteristiche propulsive dei suoi sintetizzatori autocostruiti con un originale utilizzo di fiati e percussioni live. Un nuovo viaggio psichedelico e progressivo che rappresenta il lavoro finora più avventuroso dell’eterno outsider James Holden, ma anche il più diretto e accessibile. “The Animal Spirits” è il titolo della nuova band e del nuovo album di James Holden, pubblicato a novembre 2017. Il precedente “The Inheritors” nel 2013 è stato considerato fra i migliori album dell’anno da testate come FACT, MOJO, Clash, Loud & Quiet e Resident Advisor’s.

GO GO PENGUIN

Proveniente da Manchester UK, il trio GoGo Penguin è formato dal pianista Chris Illingworth, dal bassista Nick Blacka e dal batterista Rob Turner. La loro musica può essere definita come “elettronica/acustica” ma attinge anche a rock, jazz e minimalismo, musica da videogame e glitchy-electronica per creare una propria identità. L’album “v2.0” nel 2014 è stato nominato per il Mercury Prize album of the year . Nel 2016 hanno pubblicato “Man Made Object” per Blue Note Records. A febbraio 2018 esce “A Humdrum Star”, sempre con Blue Note, che fornirà il repertorio di base per il loro show al Locus festival.

THE COMET IS COMING

The Comet is Coming è un approccio profetico a quella che potrebbe la musica di un nuovo mondo, alla ricerca di una radice primordiale del suono . I tre musicisti londinesi Shabaka Hutchings (Sons of Kemet, Shabaka & The Ancestors, Melt Yourself Down), Danalogue e Betamax (Soccer96) – hanno creato un intreccio linguistico che mette insieme i codici espressivi di Sun Ra, Frank Zappa e Jimi Hendrix. In occasione del loro primo album “Channel the soirits” nel 2016, the Guardian ha definito il loro stile “fusion of jazz, Afrobeat and electronica in an improvisational, intergalactic mash-up”. The Comet is Coming è attualmente al lavoro per completare il secondo album, previsto entro il 2018.

KAMAAL WILLIAMS EXPERIMENT

Dopo la mancata esibizione come “Yussef Kamaal” al Locus 2017 dovuta alla separazione da Yussef Dayes, arriva finalmente Henry Wu a Locorotondo con il suo nuovo show Kamaal Williams Experiment. Henry Wu rappresenta una nuova ondata di creatività musicale che sta attraversando le strade di Londra negli ultimi anni. L’abilità di Henry Wu nell’assemblare elementi di jazz, broken beat, garage creando qualcosa di moderno e inconfondibile, è stata apprezzata sulla scena internazionale grazie all’abum “Black Focus”, che ha dato il nome alla nuova etichetta su cui stanno per essere pubblicati i nuovi lavori di Henry Wu.

R+R=NOW

Frequentatore ormai abituale del Locus, Robert Glasper è l’artefice del progetto R+R=NOW insieme al leggendario producer e polistrumentista Terrace Martin. Con a loro sul palco il trombettista jazz Christian Scott, il bassista Derrick Hodge, il batterista Justin Tyson e il producer, polistrumentista e voice beat boxer Taylor McFerrin, per formare R+R=NOW:una super-band in grado di esplorare tutte le sonorità della musica black, fra jazz, soul, R&B, hip-hop e molto altro. R+R=NOW sta per “Reflect and respond now”: un concetto ispirato dalla leggendaria cantante soul Nina Simone, che in un’intervista disse: “il dovere di un artista è di rispecchiare i tempi in cui vive. E le voci scelte da Glasper in R+R=NOW appartengono ad alcuni dei protagonisti e dei fondatori della scena black attuale più consapevole e attenta alla situazione socio-politica attuale.
Sabato 7 luglio a Locorotondo (BA), Mavù Masseria.
Unica data in Italia.
Biglietti in prevendita sul circuito Bookingshow.it

Commenti

commenti

Continua a leggere

Speciale Sanremo

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli al Festival di Sanremo con “Il segreto del tempo”

Redazione

Pubblicato

il

ROBY FACCHINETTI RICCARDO FOGLI per la prima volta in gara insieme alla 68° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Campioni con il brano “IL SEGRETO DEL TEMPO” (Sony Music) scritto da Pacifico insieme a Roby Facchinetti.

A dirigere l’orchestra del Festival di Sanremo per ROBY FACCHINETTI e RICCARDO FOGLI sarà il Maestro Danilo Ballo.

Il brano sarà contenuto in “INSIEME” – Special Edition, la speciale riedizione dell’album “INSIEME” che uscirà il 9 febbraio in tutti i negozi e negli store digitali.

 

«Siamo veramente grati a Claudio Baglioni per averci tanto fortemente voluto nel cast del suo Festival di Sanremo – raccontano Roby e Riccardo – e ci sentiamo orgogliosi di poter tornare su quel palcoscenico che ha già regalato momenti decisivi alle nostre vite immerse nella musica. Siamo anche certi che all’Ariston la nostra canzone confermerà a tutti la forza del progetto “Insieme”: svelandone un’ulteriore anima e sottolineando una volta di più il complesso e raffinato lavoro che ci ha portati a questo disco in due, punto di partenza per nuovi, magnifici orizzonti musicali».

Commenti

commenti

Continua a leggere

Speciale Sanremo

Ron al Festival di Sanremo con “Almeno Pensami”, inedito di Lucio Dalla

Redazione

Pubblicato

il

RON: in gara al 68° Festival di Sanremo con “ALMENO PENSAMI”, brano inedito di LUCIO DALLA

RON sarà in gara al 68° Festival di Sanremo con “ALMENO PENSAMI”, brano inedito del grande LUCIO DALLA, che gli è stato assegnato personalmente dal Direttore Artistico Claudio Baglioni attraverso gli eredi che lo hanno custodito in questi anni e ne hanno autorizzato la pubblicazione al Festival.

 

Quando Baglioni, tramite Marcello Balestra, ci ha contattato per avere Lucio al Festival con un suo brano inedito – racconta Daniele Caracchi di PressingLine storica etichetta di Lucio Dalla  il nostro primo pensiero positivo è stato quello di poter festeggiare il suo 75° compleanno a Sanremo, tutti assieme, noi e i suoi amici di sempre. Quindi pensate quando ci è stato proposto Ron quale sia stata la nostra gioia, perché nessuno meglio di Lui può interpretare una delle ultime opere scritte da Lucio. Sicuramente questo brano non poteva essere in mani migliori.

 

ALMENO PENSAMI” è una canzone d’amore ricca di suggestioni che farà rivivere sul palco dell’Ariston la poetica e l’anima musicale del cantautore bolognese attraverso l’interpretazione del suo storico collega e amico. Da “Il gigante e la bambina” ad “Attenti al lupo” passando per “Piazza Grande”, questi sono solo alcuni dei più grandi successi della musica italiana che testimoniano l’importante sodalizio artistico tra Ron e Lucio.

 

«L’invito da parte di Claudio Baglioni a cantare un brano inedito di Lucio Dalla a Sanremo mi ha profondamente colpito… non sapevo dell’esistenza di questa canzone – racconta Ron in merito alla sua partecipazione a Sanremo – È strano, nuovo e bello poter cantare un brano di un grande amico che non è più con noi, anche se per me Lucio non se n’è mai andato veramente. E mi affascina l’idea di poter interpretare qualcosa di suo, rimasto nascosto fino ad oggi, e di essere il portavoce di questo meraviglioso ricordo e omaggio. Ringrazio Claudio per questa opportunità unica e gli eredi di Lucio, grazie ai quali possiamo godere ancora tutti di nuove parole e musica di Lucio.

Sarò a Sanremo dunque, con emozione, con la leggerezza e l’intensità che questo brano mi ha comunicato appena ho avuto la fortuna di ascoltarlo. E sono onorato di poter nuovamente condividere questa esperienza sul palco dell’Ariston con Lucio, come 46 anni fa… con “Piazza Grande”».

Questa sarà l’ottava volta in gara al Festival di Sanremo per RON che ha fatto il suo esordio sul palco dell’Ariston a soli 16 anni in coppia con Nada e ha vinto il Festival nel 1996 in coppia con Tosca con il brano “Vorrei incontrarti fra cent’anni”.  La sua carriera come autore comincia nel 1972, quando scrive insieme a Dalla la musica di “Piazza Grande”, presentata poi a Sanremo da Lucio.  Restano indimenticabili alcune sue canzoni tra le quali “Non abbiam bisogno di parole”, “Anima”, “Joe Temerario”, “Una città per cantare”, “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, “Attenti al Lupo”.

 

Commenti

commenti

Continua a leggere

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette

X