Connettiti con noi

Radio e Tv

Su Real Time “Cose da non chiedere”

Redazione

Pubblicato

il

“Da quando sono piccolo – dice Giacomo Mazzariol (autore del libro “Mio fratello rincorre i dinosauri”) – mi scontro con i pregiudizi delle persone, per via di mio fratello Gio, che è Down. Ma conoscendolo capireste che non è solo down, è anche il miglior intenditore di patatine fritte, il più grande esperto di dinosauri… e un discreto rompiscatole. L’unico modo per conoscere le persone oggetto di stereotipi è fargli delle domande.”

Questo è il presupposto principale di “Cose da non chiedere”, in onda domenica 21 maggio alle 21:10 su Real Time, in occasione della Giornata mondiale della diversità culturale.

Lo speciale è l’adattamento del format australiano di ABC You Can’t Ask That, prodotto da Toro Media perDiscovery Italia.

Real Time ha invitato i telespettatori a inviare anonimamente le domande che chiunque vorrebbe fare a quelle persone considerate “diverse”, domande che in genere non si ha il coraggio di chiedere apertamente oppure non se ne ha semplicemente l’opportunità. Ai quesiti hanno risposto le persone oggetto di questi pregiudizi.

Il casting in Italia si è orientato su profili rilevanti per la nostra cultura ed è stato possibile grazie al supporto di alcune associazioni, attraverso rapporti e conoscenze personali ma anche attraverso il sito web del canale. I profili della versione italiana sono: Persone di bassa statura, Obesi, Immigrati dall’Africa, Transgender, Persone sulla sedia a rotelle, Persone con la sindrome di Down, Musulmani, Rom.

Volto e voce dello speciale è il giovane Giacomo Mazzariol, autore di “Mio fratello rincorre i dinosauri – Storia mia e di Giovanni che ha un cromosoma in più” (Einaudi), libro ispirato da un video che Giacomo ha pubblicato nel 2015 su YouTube e girato insieme al fratello minore Giovanni, affetto da sindrome di Down. Il video ha avuto un’eco imprevedibile.

Dopo la messa in onda dello speciale il progetto sarà in onda su Real Time per due settimane con pillole inedite di 4 minuti, online sui profili social del canale e su Dplay.com (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play).

Commenti

commenti

Radio e Tv

L’intervista, puntata del 18 gennaio 2018: Al Bano ospite di Costanzo

Redazione

Pubblicato

il

Al Bano, cantautore simbolo della musica italiana nel mondo, è il primo ospite della nuova serie del talk “L’intervista.

Nel format di successo, giunto al suo quarto ciclo di programmazione su Canale 5, il primo intervistato è l’artista che da 50 anni canta con la sua voce straordinaria la colonna sonora degli italiani e dei loro sentimenti.

L’incontro con Costanzo si rivela intenso e sincero. Il cantante si emoziona di fronte alle immagini – punteggiatura e grammatica del programma – proiettate nelle pareti della scatola.

Un racconto a tutto tondo della sua vita: dal fortissimo legame con la famiglia e la terra d’origine (Cellino San Marco), alla sfavillante carriera costellata di successi in tutto il mondo; dal matrimonio d’amore e da favola con la bellissima attrice Romina Power al dolore straziante per la loro Ylenia; dai suoi figli al legame con Loredana Lecciso.

 

Stralci Costanzo/Al Bano

Ylenia

Al Bano: Sono i dolori che non passeranno mai… è una sconfitta!

Il meglio c’era in lei sotto tutti i punti di vista. Parlava e scriveva 4 lingue, era veramente un bel geniaccio.

 

La cosa più squallida di quel periodo: al TG1 hanno detto che tenevo nascosta mia figlia in casa per farmi pubblicità. Mi hanno squartato l’anima…

Non mi sarei mai aspettato una cosa del genere da un TG di portata nazionale!

 

Non è stata la scomparsa di Ylenia a creare la frattura tra me e Romina, anzi ha rappresentato la tregua. Avevo capito che il nostro rapporto, da parte sua, si era frantumato. Non so darmi una spiegazione, né lei me l’ha mai data… evidentemente si era stancata di quel tipo di vita.

 

Romina

Costanzo: Cosa aveva di speciale questa ragazza americana, all’apparenza così diversa da te?

Al Bano: Guarda, durante le pause del film io non amavo stare in mezzo a tanta gente perché ero timido[…] e quindi me ne andavo per fatti miei. Chi incontravo? C’era Romina in qualche parte del parco che faceva la maglia e questo mi colpì. Romina a 16 anni faceva la maglia o scriveva o leggeva, mi ha affascinato questo mondo fatto di silenzi, fatto di essere intelligentemente appartata e lì cominciò ad accendersi il sacro fuoco dell’Amore.

 

Oggi sono riuscito a ritrovare quell’Al Bano che cantava insieme a Romina divertendoci sul palcoscenico e ancora oggi ci divertiamo, punzecchiandoci, ridendo di noi, che è la cosa più bella che possa esserci… abbiamo recuperato.

 

Loredana Lecciso

Costanzo: Lei oggi è la tua donna?

Al Bano: Ehm… mó vediamo… io poi non considero mai niente veramente mio perché ognuno è suo e si appartiene.

Costanzo: Ma perché non la sposi?

Al Bano: Perché mi sono sposato una volta, è andata a finire come è andata a finire, non voglio più ripetere. Tanto io penso che il migliore dei matrimoni é quando due sono sposati mentalmente, non c’é bisogno di carte.

Costanzo: Bella cosa… Con chi sei sposato mentalmente? Guardami in faccia…

Al Bano: Con chi sono sposato? Eh… immaginalo!

Costanzo: Ho capito!

 

Il programma è scritto e condotto da Maurizio Costanzo.

Prodotto da Fascino P.g.t. per Mediaset. La regia è di Valentino Tocco.

 

Commenti

commenti

Continua a leggere

Radio e Tv

E poi c’è Cattelan: l’edizione 2018 è in arrivo

Redazione

Pubblicato

il

Torna dal 22 gennaio su Sky Uno HD E POI C’E’ CATTELAN, il late show condotto da Alessandro Cattelan giunto alla quinta edizione. Il one man show torna in TV con un appuntamento quotidiano in onda dal lunedì al venerdì in seconda serata, una programmazione che permetterà ad Alessandro di dedicare anche quest’anno sempre più spazio ai “temi del giorno” e all’attualità, sempre nella chiave ironica e leggera di #EPCC, attingendo da tendenze, tormentoni sui social e novità al centro dell’attenzione mediatica.

Gli ospiti restano l’elemento centrale dello show, che in quattro anni si è accreditato come realtà di culto nel panorama dell’intrattenimento televisivo e ha accolto nomi del cinema, dello sport e della musica in uno “spazio libero” dove non ci si prende sul serio e che grazie alla complicità di Alessandro permette di mettersi davvero in gioco. Tra gli ospiti attesi in questa edizione GiorgiaJean Paul Gaultier, Zerocalcare, i Måneskin, Francesca Michielin, Fabio Rovazzi, Antonia Klugmann, Ghali, Frank Matano e Massimo Popolizio, Beatrice Venezi, Pierfrancesco Favino, Ruggero Pasquarelli, Elettra Lamborghini, Jake La Furia, Regina Baresi e molti altri. A lanciare la prima puntata, come gli anni scorsi, sarà Cesare Cremonini, protagonista con Alessandro dell’ormai tradizionale sketch di apertura di stagione e vero e proprio portafortuna di #EPCC.

Le puntate quotidiane proporranno mezz’ora di puro divertimento e leggerezza, tra interviste, canzoni, rubriche, gaggiochi in studio e rivisitazioni musicali. Altro pilastro dello show è la musica, e a scandire i tempi saranno anche quest’anno gli Street Clerks, che tornano ad essere la spalla perfetta del conduttore.

Sono tantissimi gli ospiti che Cattelan ha accolto nelle prime quattro edizioni e “sottoposto” ad interviste e giochi, attingendo anche dal panorama internazionale con Robbie Williams e un imperdibile cameo di Ben Stiller in stile Zoolander. Della scena italiana., ad essersi sottoposti agli ironici trattamenti di Cattelan Laura Pausini, Cesare Cremonini, Francesco De Gregori, Marco Mengoni, Fedez, J-Ax, Max Pezzali, Malika Ayane, Mika, Patty Pravo, Nina Zilli, Francesca Michielin, Francesco Renga, Elio e le Storie Tese, solo per citarne alcuni. Le star del cinema italiano Carlo Verdone, Antonio Albanese, Marco Giallini, Valerio Mastandrea, Miriam Leone, Marco D’Amore, Stefano Accorsi, Claudio Santamaria, Alessandro Borghi, Luca Marinelli, gli sportivi Roberta Vinci, Maurizia Cacciatori, Siniša Mihajlović, Zanetti, Vieri, Bonucci, Gallinari, Claudio Marchisio, Mancini e il campione Valentino Rossi, fino al mondo della TV e della cultura pop, con Pif, Fabio Volo, Fabio De Luigi, Geppi Cucciari, Biggio e Mandelli, Favij, Maccio Capatonda.

Commenti

commenti

Continua a leggere

Radio e Tv

90 special, la prima puntata del 17 gennaio 2018

Redazione

Pubblicato

il

Mercoledì 17 gennaio, in diretta in prima serata su Italia 1, arriva “‘90 Special”, il nuovo show condotto da Nicola Savino che celebra il mitico decennio. In un clima di grande festa, per cinque puntate, “‘90 Special” ripercorrerà i volti, la musica, i film, i telefilm, gli spot, i format tv, così come gli oggetti, le mode, le tendenze e i fatti di cronaca che hanno reso indimenticabile quel periodo.

Un viaggio attraverso il ricordo della favolosa decade, con continui salti tra il passato e il presente, con l’intento di emozionare tutti coloro che hanno vissuto a pieno quegli anni, ma anche di far sorridere e incuriosire i ragazzi di oggi, che conoscono quel decennio solo grazie ai racconti altrui.

Musica live, grandi ospiti, interviste, giochi cult dell’epoca riadattati in chiave moderna, un esperto corpo di ballo alle prese con coinvolgenti coreografie, collegamenti in esterna e rvm con sequenze televisive e cinematografiche cult. Tantissimi gli ingredienti di “’90 Special”, uno show dinamico, sorprendente, incalzante, in cui “il gioco della memoria” sarà il pretesto per divertirci e divertire.

Insieme a Nicola Savino, ci sarà Katia Follesa, verve comica allo stato puro, che in ogni puntata proverà a far “rivivere” i programmi televisivi di maggior successo, reinterpretandoli con ironia e organizzando esilaranti reunion con i personaggi dell’epoca.

In tutti gli appuntamenti, saranno presenti tre esperti: il “tuttologo” Cristiano Malgioglio, un battitore libero, che commenterà gli eventi in studio; l’”enciclopedico” Max Novaresi che racconterà le curiosità e gli aneddoti più interessanti e spiegherà ai giovani il significato di alcune parole tipicamente anni ’90. E infine, il “collezionista” Ruggero Dei Timidi, che porterà in studio oggetti, giochi e memorabilia del periodo.

Dato che gli anni ‘90 sono il momento delle super top model, anche Nicola avrà al suo fianco una bellissima modella: Ivana Mrazova, ex coinquilina del Grande Fratello Vip.

A supportare Savino ci sarà, inoltre, un panel di “testimoni”, i cosiddetti “pezzi da ‘90”: personaggi appartenenti al mondo della tv, dello sport e dello spettacolo, che porteranno le loro testimonianze o metteranno in scena i loro successi del passato.

I ’90 sono anche gli anni della dance music, quindi, ad animare la festa di “’90 Special” non poteva mancare una coppia di deejay d’eccezione: i Two Fingerz.

L’angolo social del programma coinvolgerà live i telespettatori a casa, chiedendo l’invio di foto dell’epoca, immagini di oggetti e gadget trovati casualmente tra i cassetti o nelle cantine, in modo da creare, nel corso della serata, una hit parade degli oggetti più “nineties”. Sarà il giornalista e conduttore tv Michele Cucuzza ad avere il compito di gestire i social e mantenere il contatto con il pubblico.

Tra coloro che calcheranno il palco di” ’90 Special” nell’appuntamento di domani, mercoledì 17 gennaio: Daniele Bossari, Benji&Fede, Eiffel 65, Mietta, Ela Weber e le Lollipop.

Legato da decennale amicizia con Nicola Savino, ospite speciale della prima puntata sarà  Lorenzo Jovanotti.

“’90 Special” è una produzione RTI, scritta da Furio Andreotti, Ennio Meloni, Dario Tajetta con Elisabetta Elia. La regia è di Fabio Calvi.

Commenti

commenti

Continua a leggere

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette

X