Connettiti con noi

Motori

La nuova MINI Cooper S E Countryman ALL4

Redazione

Pubblicato

il

La MINI Cooper S E Countryman ALL4 è il primo modello del marchio premium britannico equipaggiato con un propulsore ibrido plug-in che apre la possibilità di vivere una mobilità esclusivamente elettrica, dunque localmente a emissioni zero, abbinata a un’agilità sportiva e una versatilità straordinaria. Il compito di assicurare un’efficiente spinta lo assolvono insieme un motore tre cilindri a benzina e un motore elettrico sincrono. I due motori generano una potenza di sistema di 165 kW/224 CV. Altrettanto affascinante sono il consumo di carburante di 2,3 – 2,1 litri per 100 chilometri e il valore di CO2 di 52 – 49 grammi per chilometro (valori nel ciclo di prova UE per vetture ibride plug-in). La MINI Cooper S E Countryman ALL4 si posiziona così come la vettura ideale per target-group urbani, che desiderano sfruttare per esempio i vantaggi della mobilità esclusivamente elettrica negli spostamenti giornalieri tra casa e ufficio e disporre il fine settimana di un utilizzo illimitato a lungo raggio.

La MINI Cooper S E Countryman ALL4 combina la versatilità offerta dal concetto di spazio della nuova generazione di modelli con la sostenibilità della tecnologia eDrive di BMW Group e della trazione integrale elettrificata. Le ruote anteriori vengono azionate dal motore endotermico, le ruote posteriori dal motore elettrico.
La MINI Cooper S E Countryman ALL4 è in grado di avanzare elettricamente non solo nel traffico di città ma anche fuori dagli ambienti urbani, con una velocità massima di 125 km/h e un’autonomia fino a 42 chilometri. Ed è in grado di regalare divertimento di guida anche laddove terminano le strade asfaltate. “Il nuovo propulsore ibrido plug-in è perfetto per la nuova MINI Countryman, perché offre un concetto intelligente di trazione integrale e, inoltre, consente la guida esclusivamente elettrica sia in città che su distanze più lunghe.
Questo è unico nel segmento di appartenenza”, afferma Uwe Seitz, Project Director MINI Plug-in Hybrid.

MINI è un pioniere nel campo della mobilità elettrica
La propria competenza tecnologica e la gamma di modelli conferiscono a BMW Group un ruolo di leader nel campo della mobilità elettrica. MINI ha iniziato presto ad eseguire del lavoro pionieristico. La MINI E presentata nel 2008 fu la prima automobile di BMW Group ad alimentazione esclusivamente elettrica ad essere guidata, nell’ambito di un’ampia prova di campo, da utenti privati nel traffico giornaliero. Per le prove pratiche, su scala mondiale sono stati utilizzati oltre 600 esemplari della vettura sviluppata sulla base di una MINI Cooper. Nell’ambito di questo studio sono state raccolte delle conoscenze preziose sull’utilizzo delle automobili esclusivamente elettriche, introdotte successivamente nello sviluppo della BMW i3.

Combinazione delle tecnologie MINI TwinPower Turbo ed eDrive
Il propulsore ibrido plug-in della MINI Cooper S E Countryman ALL4 riunisce il meglio di due universi. Lo spazio sotto il cofano motore lo occupa tradizionalmente il motore tre cilindri a benzina con tecnologia MINI TwinPower Turbo dell’ultima generazione di propulsori del BMW Group. Il motore eroga da una cilindrata di 1,5 litri una potenza di picco di 100 kW/136 CV. La coppia massima di 220 Newtonmetri è richiamabile già a 1 250 g/min. Nella MINI Cooper S E Countryman ALL4 il motore endotermico è stato abbinato a un cambio Steptronic a sei rapporti modificato che trasmette la forza alle ruote anteriori, fedele al principio tipico di MINI.

Sotto il piano del bagagliaio è stato sistemato il motore elettrico della MINI Cooper S E Countryman ALL4 come seconda fonte di potenza. Il propulsore elettrico, costruito secondo il principio di un motore sincrono ibrido, si distingue soprattutto per la potenza particolarmente elevata di 65 kW/88 CV rispetto al peso e alle dimensioni, e genera una coppia massima di 165 Newtonmetri, richiamabili già nell’avviamento da fermo, come è caratteristico dei propulsori elettrici. Inoltre, il motore offre un’erogazione lineare di potenza fino ai campi di regime superiori e un rendimento molto elevato. Il motore elettrico trasmette la propria potenza all’asse posteriore attraverso un cambio a rapporto unico a due livelli.

Batteria agli ioni di litio: compatta, potente e costruita con know-how esclusivo
La batteria agli ioni di litio ad alta tensione è stata montata direttamente davanti al motore elettrico, sotto il divanetto posteriore. L’unità è composta da cinque moduli di rispettivamente 16 cellule e viene prodotta, analogamente al motore elettrico, nello stabilimento di Dingolfing, il competence center di BMW Group per la tecnologia eDrive. La batteria ad alta tensione ha una capacità di 7,6 kWh. Quando viene collegata a un Wallbox dalla potenza di carica di 3,6 kW e può essere caricata completamente in 2:30 ore. Per la carica alla normale presa di corrente si devono prevedere 3:15 ore.

La gestione intelligente dell’energia ottimizza il divertimento di guida
e l’efficienza
La gestione intelligente dell’energia, controllata dall’elettronica di potenza del sistema ibrido plug-in, assicura in tutte le situazioni di guida un’interazione ottimizzata a livello di divertimento di guida e di efficienza tra propulsore endotermico e motore elettrico. In numerose situazioni della guida giornaliera la MINI Cooper S E Countryman ALL4 regala il divertimento di guida esclusivamente attraverso la potenza del motore elettrico, localmente a emissioni zero, sempre con la briosità tipica del brand. Nelle accelerazioni particolarmente dinamiche il motore elettrico apporta la funzione di boost, così da supportare il propulsore a combustione interna. Per le accelerazioni sportive sono a disposizione la potenza totale di sistema di 165 kW/224 CV e la coppia combinata di 385 Newtonmetri. La MINI Cooper S E Countryman ALL4 accelera da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi.

Due motori, quattro ruote motrici
Quando per la guida viene utilizzato solo uno dei motori, il secondo può venire aggiunto per ottimizzare la trazione, la stabilità di guida e l’agilità. Il segnale viene emesso dalla centralina di Dynamic Stability Control (DSC) che analizza permanentemente sia la situazione di guida che la richiesta del conducente. “Il risultato è una trazione integrale intelligente che assicura l’avanzamento perfetto a ogni condizione meteorologica e su ogni fondo stradale”, spiega Uwe Seitz, Project Director MINI Plug-in Hybrid. L’interazione controllata con precisione di azionamento delle ruote anteriori attraverso il motore endotermico e delle ruote posteriori attraverso il motore elettrico corrisponde al principio – qui nella configurazione inversa – applicato già alla BMW i8 e apporta un contributo fondamentale all’affascinante carattere dell’automobile sportiva mibrida plug-in.

Comando toggle eDrive: guidare elettricamente premendo un pulsante
Inoltre, con il comando toggle eDrive il guidatore può selezionare tra tre modalità di esercizio.

AUTO eDRIVE Guida esclusivamente elettrica fino a 80 km/h, a velocità superiori accensione del motore endotermico, soprattutto nelle accelerazioni forti o quando il livello di carica della batteria è inferiore al 7 per cento.
MAX eDRIVE Guida esclusivamente elettrica fino a 125 km/h, accensione del motore endotermico a velocità superiori o in caso di kickdown.
SAVE BATTERY Alimentazione con il motore endotermico, lo stato di carica della batteria viene mantenuto oltre il 90 per cento oppure elevato a questo livello attraverso il generatore del motorino di avviamento.

Nell’impostazione standard, AUTO eDRIVE, la MINI Cooper S E Countryman ALL4 avanza fino alla velocità di 80 km/h esclusivamente ad alimentazione elettrica. A velocità superiori o in presenza di una richiesta di carico particolarmente elevata viene acceso automaticamente il motore endotermico. Nella modalità MAX eDRIVE la vettura viene alimentata esclusivamente dal motore elettrico fino alla velocità di 125 km/h. Il guidatore può selezionare anche la modalità SAVE BATTERY per salvare la capacità della batteria ad alta tensione oppure per aumentarne lo stato di carica almeno al 90 per cento, così da disporre di un quantitativo sufficiente di energia elettrica per la successiva guida a emissioni zero locali.

Quando la MINI Cooper S E Countryman ALL4 è equipaggiata con il sistema di navigazione ed è attiva la guida a destinazione, il sistema di gestione dell’energia provvede alla guida esclusivamente elettrica nei tratti adatti. La strategia di esercizio del sistema ibrido viene impostata, considerando i dati di navigazione, in modo di utilizzare al massimo le capacità energetiche della batteria ad alta tensione.

Versatile anche negli interni
Grazie alla costruzione e alla disposizione compatte dei componenti del sistema eDrive, la variante di modello della MINI Countryman ad alimentazione ibrida plug-in offre degli interni versatili.

Sotto il divanetto posteriore, leggermente rialzato, oltre alla batteria ad alta tensione è stato sistemato anche il serbatoio del carburante da 36 litri. Quando vengono occupati tutti i posti, il volume del bagagliaio della MINI Cooper S E Countryman ALL4 è solo leggermente inferiore a quello delle varianti di modello ad alimentazione tradizionale. Inoltre, sussiste la possibilità di dividere lo schienale del divanetto posteriore nel rapporto 40 : 20 : 40 e di ribaltarlo, nonché di variarne l’inclinazione. “Tutta la tecnica ibrida è stata montata in modo da non percepirla assolutamente nell’abitacolo”, illustra Uwe Seitz, Project Director MINI Plug-in Hybrid, ”ad eccezione dei comandi per l’attivazione delle varie modalità di guida.”

Stilemi di design e indicazioni tipici di un modello ibrido
I ricercati e inconfondibili stilemi di design degli esterni della MINI Cooper S E Countryman ALL4 anticipano il carattere futurista del propulsore. Il collegamento del cavo di carica è nascosto dietro uno sportellino nella zona dello Side Scuttle sinistro. Ulteriori caratteristiche sono la targhetta specifica “e” sui Side Scuttle e una “S” gialla nella scritta della coda nonché sulla calandra del radiatore e sui battitacco.

Le particolarità del cockpit includono l’unità start/stop colore giallo al centro del listello dei toggle e un’indicazione della potenza nella strumentazione combinata sul piantone dello sterzo. La MINI Cooper S E Countryman ALL4 è dotata di serie della radio MINI Visual Boost con schermo a colori da 6,5 pollici, incastonato nello strumento centrale. Oltre al MINI Country Timer, il display visualizza lo stato di carica della batteria ad alta tensione e informazioni sulla modalità di guida del propulsore ibrido, selezionata con il comando toggle eDrive. In combinazione con il pacchetto Wired, offerto come optional, che comprende il sistema di navigazione MINI Professional, il comando avviene attraverso il display da 8,8 pollici dal design della grafica nuovo e completo di funzione touchscreen e il Touch Controller della consolle centrale.

Equipaggiamenti: l’efficienza si unisce alla personalizzazione
La MINI Cooper S E Countryman ALL4 combina un divertimento di guida particolarmente efficiente con un concetto di spazio versatile e tutti i progressi che distinguono la nuova edizione del modello universale nel segmento delle vetture compatte premium. Elementi importanti sono il design fortemente espressivo e l’offerta di spazio ottimizzata, ma anche il maggiore comfort di guida e l’ambiente premium ancora più raffinato. L’equipaggiamento di serie della MINI Cooper S E Countryman ALL4 comprende i MINI Driving Modes. Indipendentemente dalla modalità di esercizio selezionata con il comando toggle eDrive, la taratura della vettura può essere impostata, secondo le preferenze personali, per una guida particolarmente sportiva oppure efficiente.

Commenti

commenti

Motori

Auto usata: ecco cosa sapere prima dell’acquisto

Pubblicato

il

Da

Comprare una vettura è sempre un passo importante. Maggior attenzione merita l’acquisto di un’auto usata, procedura che pone sempre tanti quesiti prima di effettuare questa operazione.

Il tutto viene semplificato quando c’è di mezzo un’agenzia specializzata o una concessionaria, poiché sarebbero le parti interessate all’espletamento della procedura.

Particolare attenzione merita l’acquisto tra privati. Procedura nella quale è importante informarsi per le transazioni legali che non possano causare problemi al nuovo acquirente che, in caso di errate compilazioni, può rischiare multe.

Fondamentale è l’atto di vendita del veicolo, in favore dell’acquirente. E’ richiesta la firma del venditore, autenticata qualora non potrà presenziare alla consegna dei documenti presso la motorizzazione. Oltre a questo, il venditore dovrà fornire il certificato di proprietà di veicolo e la carta di circolazione al nuovo proprietario del mezzo.

Una volta messa la firma per l’acquisto, c’è un lasso di tempo di sessanta giorni in cui il nuovo proprietario del mezzo può regolarizzare la procedura e aggiornare i dati della carta di circolazione. Per fare questo ci si può rivolgere presso l’Ufficio Provinciale della Motorizzazione o, in alternativa tramite il web o uno dei sportelli telematici.

Da ricordare che, sempre entro i sessanta giorni, bisogna richiedere la trascrizione del passaggio di proprietà (motorizzazione o presso gli uffici del PRA)

Tasse

Fondamentali, per il passaggio di proprietà di un’automobile, alcune tasse fisse. La marca da bollo da 14,62 euro da allegare alla copia del libretto di circolazione; l’imposta di bollo per la registrazione al PRA (29,24 euro). Ci sono poi le commissioni per la Motorizzazione Civile (9,00 euro) e quelle per l’ACI (20,9). Cifre alle quali vanno aggiunte delle variabili dipendenti dalla potenza del veicolo, dalla provincia e regione di residenza.

Commenti

commenti

Continua a leggere

Motori

La nuova Jeep Cherokee 2019: le prime immagini

Redazione

Pubblicato

il

Jeep Cherokee: si rinnova il SUV che ha fatto la storia della categoria. Un design nuovo, premium e fedele al DNA JEEP, che si combina ad avanzati sistemi di propulsione. Ulteriori immagini e le informazioni complete sulla nuova Jeep Cherokee saranno disponibili il 16 gennaio 2018 in occasione dell’anteprima mondiale al North American International Auto Show di Detroit.

Commenti

commenti

Continua a leggere

Motori

Ford presenta la nuova Ecosport: l’evoluzione del SUV compatto

Redazione

Pubblicato

il

La nuova Ecosport di Ford: l’evoluzione del SUV compatto

Ford presenta la nuova generazione di EcoSport, il SUV compatto, dinamico e sportivo dell’Ovale Blu, in grado di garantire ai clienti europei maggiore praticità, un design più rifinito e una gamma di tecnologie avanzate.

Per la prima volta, sarà disponibile la trazione integrale intelligente Ford (Intelligent All Wheel Drive), per una migliore trazione, sia su strada sia in off-road, abbinata al nuovo motore diesel EcoBlue 1.5.

Debutta, inoltre, l’allestimento ST-Line, la versione ispirata alle Ford Performance Cars.

Le tecnologie innovative disponibili, a bordo della nuova generazione di EcoSport, annoverano il SYNC 3, il sistema di connettività e comandi vocali Ford, il controllo della velocità di crociera con limitatore regolabile (Cruise Control with Adjustable Speed Limiter) e la telecamera posteriore (Rear View Camera).

Migliorate le dinamiche di guida, più deciso il design degli esterni, la nuova EcoSport permetterà di scegliere tra 12 colori brillanti. Ogni cliente potrà ulteriormente personalizzare il proprio SUV compatto, scegliendo tra alcune tonalità a contrasto, per le finiture del tetto, che si estendono fino alla parte superiore dei montanti e delle porte, allo spoiler e agli specchietti retrovisori. Anche gli interni crescono in eleganza ed ergonomia, grazie all’integrazione a bordo di un touchscreen centrale da 8 pollici, del volante riscaldato e di nuove soluzioni ideate per ottimizzare al meglio lo spazio disponibile, tra cui un piano regolabile del bagagliaio.

 

“Dall’introduzione sul mercato europeo, nel 2014, Ford ha venduto 150.000 unità EcoSport e le vendite dello scorso anno hanno espresso una crescita del 40%”, ha dichiarato Steven Armstrong, Vice President e President, Ford Europe, Middle East & Africa. “La nuova EcoSport offrirà ai clienti ancora più stile, comfort, spazio e personalizzazioni, unendo la solida funzionalità di un SUV con la versatile praticità di una city car”.

La nuova generazione europea di EcoSport sarà prodotta presso lo stabilimento Ford di Craiova (Romania), grazie a un importante investimento da 200 milioni di euro. Sarà in vendita entro la fine di quest’anno e affiancherà Kuga ed Edge.

In Europa, le vendite dei SUV stanno crescendo con un ritmo più veloce rispetto a quello espresso da qualsiasi altro tipo di segmento. Nel 2016, le immatricolazioni di modelli appartenenti all’intero segmento dei SUV sono aumentate del 21%, rappresentando oltre il 25% di tutti i nuovi veicoli immatricolati: più di 1 nuova automobile su 4 è un SUV. I risultati della gamma dei SUV Ford sono ancora più positivi: lo scorso anno le vendite, in Europa, sono cresciute di oltre il 30%.

Abbinamento tra potenza ed efficienza

La nuova generazione di EcoSport permetterà di vivere un’esperienza di guida ancora più piacevole, grazie alla trazione integrale intelligente Ford, Intelligent All Wheel Drive,  offerta in abbinamento al nuovo motore diesel Ford EcoBlue 1.5 da 125CV e 300 Nm di coppia e con cambio manuale a 6 marce. (*)

Questa tecnologia valuta il livello di aderenza delle ruote alla superficie della strada e trasferisce la distribuzione della coppia fino a 50/50 tra l’asse posteriore e quello anteriore, in base alle condizioni di guida, adeguandola in soli 20 millisecondi, meno di un battito di ciglia. La trazione integrale intelligente Ford (Intelligent All-Wheel-Drive) garantisce una transizione fluida della coppia fra tutte le 4 ruote, per una maggiore aderenza alla strada, specialmente in condizioni scivolose.

Il nuovo motore diesel 1.5 EcoBlue è stato progettato per offrire maggiore potenza, garantendo migliori prestazioni ed emissioni ridotte. Il propulsore a quattro cilindri offre delle tecnologie innovative, tra cui:

  • Nuovo sistema di ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione con sistema di raffreddamento per una combustione più efficiente e riduzione delle emissioni
  • Un collettore di aspirazione integrato per un’aspirazione ottimizzata del motore
  • Turbocompressore a bassa inerzia per una risposta migliore e più veloce, costruito con materiale ad alta resistenza, per sopportare le temperature più elevate
  • Un sistema di iniezione di carburante ad alta pressione, che garantisce una risposta più veloce, costante ed efficace.

Dalla metà del 2018, sarà disponibile una versione a trazione anteriore del propulsore diesel EcoBlue 1.5 da 125CV, abbinato al nuovo cambio manuale a 6 marce a basso attrito, che sarà in grado di aumentare l’efficienza a fronte di una riduzione delle emissioni di CO2. Il motore Ford TDCi 1.5 da 100CV a trazione anteriore, cambio manuale a sei marce e consumi da 4,1 l/100 km e con emissioni di CO2 pari a 107 g/km, sarà disponibile dal lancio.(*)

Il pluripremiato 3 cilindri EcoBoost 1.0, disponibile con vari livelli di potenza, da 125 e 140CV, sarà in grado di offrire consumi da consumi da 5,2 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 119 g/km. Dalla metà del 2018, l’EcoBoost 1.0 sarà disponibile anche da 100CV, abbinato al cambio manuale a 6 marce. L’EcoBoost 1.0 da 125CV sarà disponibile anche con cambio automatico a 6 marce e comandi paddle shift al volante, per un cambio di marcia più agevole e che offre consumi da 5,8 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 134 g/km.

La nuova generazione di EcoSport continuerà a garantire prestazioni e guidabilità appositamente studiate per le esigenze dei clienti europei, grazie all’ottimizzazione di sospensioni, ammortizzatori, molle, angolo di sterzata, barra antirollio, impostazioni dell’Electronic Stability Programme e del servosterzo.

Agile e contemporanea

La nuova generazione di EcoSport si presenta con un design deciso dai tratti marcati, tipico dei SUV dell’Ovale Blu, con stilemi condivisi con l’intermedio Kuga e il full-size Edge.

Il cofano è scolpito centralmente per offrire un aspetto del frontale più lineare, con ugelli lavavetri occultati sotto il profilo del cofano. Il design anteriore si distingue per il carattere vigoroso della griglia trapezoidale, che si raccorda fluidamente ai fari, ora disponibili con un sistema di illuminazione High Intensity Discharge e che incorporano le eleganti luci diurne a LED.

Anche il design del retro e delle luci posteriori della nuova generazione di EcoSport sono stati rivisti, per offrire un aspetto più semplice ma al contempo come scolpito. I clienti potranno scegliere tra 12 brillanti tonalità per gli esterni, tra cui Blue LightningRuby Red e un’intensa sfumatura di arancione, Tiger Eye; oltre a poter ulteriormente personalizzare il proprio SUV compatto, scegliendo tra alcune tonalità a contrasto, per le finiture del tetto.

Ne completeranno l’aspetto audace e sportiveggiante, i nuovi cerchi in lega da 17 e 18 pollici, disponibili in numerose finiture, tra cui Magnetic Low GlossGray Flash e High Gloss Black. Continuerà a essere ordinabile, anche sulla nuova generazione di Ecosport, la ruota di scorta, montata posteriormente sul portellone.

La nuova EcoSport si rinnova anche negli interni, grazie alle linee più rifinite, all’utilizzo di materiali soft-touch e alla consolle centrale, ridisegnata per un utilizzo intuitivo dei comandi e con un numero di pulsanti notevolmente ridotto. Il design dei sedili è stato ottimizzato per un maggiore comfort di tutti gli occupanti, siano essi seduti sui sedili anteriori o posteriori, e per offrire più eleganza, attraverso la scelta della dotazione in pelle parziale. I passeggeri potranno abbinare l’atmosfera di guida al loro umore, grazie all’illuminazione interna regolabile su sette diversi colori.

All’interno sono, altresì, presenti una serie di soluzioni, ideate per ottimizzare al meglio lo spazio disponibile, tra cui il piano del bagagliaio regolabile in altezza, che può essere sollevato per accedere a un ulteriore vano portaoggetti o abbassato per aumentare la capacità del bagagliaio a 334 litri. La consolle è dotata di un bracciolo centrale, al cui interno è riposto un vano portaoggetti, ideale per l’alloggiamento di tablet o di snack.

La nuova generazione di EcoSport, per la prima volta, includerà l’allestimento ST-Line che andrà ad affiancare Fiesta, Focus, Kuga, Mondeo, S-MAX ed Edge all’interno della gamma ST-Line ispirata ai veicoli Ford Performance, caratterizzati da linee audaci e driving dynamics sportivi, abbinati ai potenti ed efficienti motori benzina EcoBoost e diesel TDCi.

L’EcoSport ST-Line sarà caratterizzata da paraurti e minigonne laterali in puro stile Ford Performance, barre al tetto e mascherine dei fari in colore nero, cerchi in lega bruniti da 17 pollici, badge ST-Line, tetto e specchietti retrovisori a contrasto di serie. All’interno volante ST-Line a fondo piatto rivestito in pelle, sedili in pelle parziale con inserti Miko®-Dinamica (una pelle scamosciata ecologica in poliestere riciclato) e cuciture rosse, così come la leva del freno a mano e la manopola del cambio. Soglie battitacco con logo ST-Line e pedali sportivi in ​​acciaio completano l’allestimento.

Tecnologie innovative

La nuova EcoSport è stata progettata partendo dalla posizione di guida rialzata, tipica di un SUV, abbinata ai driving dynamics caratteristici di Ford, per offrire un’esperienza al volante ancora più agile e piacevole, integrando a bordo una serie di tecnologie avanzate.

Il sofisticato sistema di intrattenimento e comandi vocali SYNC 3 è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto™. Il SYNC 3 è supportato da uno schermo touchscreen capacitivo da 8 pollici, disponibile anche da 6,5 ​​pollici.

Il nuovo sistema audio B&O PLAY offre un’emozionante esperienza di ascolto. Infatti, con dieci altoparlanti, incluso il subwoofer nel bagagliaio e un altoparlante al centro della consolle, il sistema è stato specificamente tarato per EcoSport ed è controllato dal Digital Signal Processing Amplifier di ultima generazione, che consente di ottenere un’equalizzazione e un mix audio perfetti, grazie anche all’impostazione Surround Sound.

La nuova generazione di EcoSport sarà dotata, per la prima volta, del controllo della velocità di crociera con limitatore regolabile (Cruise Control with Adjustable Speed Limiter) che aiuta il conducente a rispettare i limiti di velocità, e una telecamera posteriore (Rear View Camera), che rende il parcheggio più semplice e sicuro.

I fari automatici e i tergicristalli con i sensori di rilevazione di pioggia, alleggeriscono l’automobilista di alcuni dei piccoli stress della guida e gli consentono di concentrarsi principalmente sulla strada da percorrere. Per aumentarne la praticità, la nuova generazione di EcoSport sarà dotata di un nuovo computer di bordo da 4,2 pollici, che raggruppa una serie di funzioni e che rende più facile l’accesso alle informazioni di guida, e di specchietti ripiegabili elettricamente e riscaldabili, per partenze più rapide nelle mattinate gelide.

Ulteriori tecnologie di supporto alla guida includono il riconoscimento di veicoli nella zona d’ombra (Blind Spot Information System), che segnala al conducente quando altri veicoli si avvicinano ai lati nell’angolo cieco, e il sistema di controllo trazione (Roll Stability Control), che regola la coppia di motore e la frenata, per mantenere il controllo durante la guida.

Protezione migliorata per coloro che occupano i posti di conducente e passeggero, che ora includono airbag anteriori per entrambi, airbag per le ginocchia lato conducente, airbag laterali, per una protezione supplementare del torace, e airbag a tendina per garantire la massima copertura laterale.

Commenti

commenti

Continua a leggere

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette

X