Lifestyle

10 cose da fare (e da NON fare) se sei stata invitata a un matrimonio

Latophotography
Latophotography

Sei stata invitata a un matrimonio? Non di solo scelta dell’outfit vive un’amica della sposa! Oggi lasciamo la parola alla redazione di Zankyou.it che ci da qualche dritta per essere un’invitata 10 e lode.

Credits: Matrimoni all’Italiana

Credits: Matrimoni all’Italiana

  1. RSVP

La sigla, di cui sopra, si traduce in Respondez s’il vous plates, cioè grossomodo “rispondete al più presto”. Ora, se ve l’hanno mandata è perché dirla a Nonna Vincenza non sarebbe bastata come conferma da far arrivare agli sposi, non credete?

 

  1. Puntualità

Essendo la sposa l’ultima persona ad arrivare, sarà necessario pianificare di essere presenti almeno una trentina di minuti prima dell’inizio della cerimonia, almeno se si vuole seguire l’etichetta del caso. Ma siccome la vita è fatta di innumerevoli imprevisti – traffico, babysitter in ritardo, gas acceso – il piano B è aspettare che finisca tutto, vedere alzarsi gli ospiti presenti e finalmente partecipare ai festeggiamenti.

 

  1. Dress code

Già sapere se si richiede abbigliamento formale o casual è tendenzialmente sufficiente. Poi c’è anche il buonsenso. A questo proposito, non importano le linee guida della moda del giorno, per le calzature quello che conta è il posto della festa. Meglio essere meno stilosi, ma evitare di affondare con i tacchi nella sabbia, o peggio, nel fango.

 

  1. Discrezione

Fare foto è il modo più straordinariamente veloce per ritrarre i ricordi, per cui in questo mondo 2.0 non vi diremmo mai di non farne. Solo un appunto, però, avere un dispositivo in grado di connettersi a internet non significa dover postare sui social le foto del matrimonio. Peraltro spesso gli sposi ormai includono la possibilità di partecipare con foto e annotazioni al loro personalissimo blog dell’evento. Con Zankyou, per esempio, creare il proprio sito web è facilissimo, personalizzabile totalmente e gratuito al 100%.

Foto Barbara Zanon

Foto Barbara Zanon

  1. Benedizione

Non sempre, ma alcune coppie chiedono a qualcuno tra gli invitati di dire qualcosa per benedire la loro unione. Qualcosa che può improvvisamente imbalsamare anche le tipologie più estroverse. Il consiglio e raccontare una storia, il più breve possibile, che trasmetta un messaggio buffo, romantico, gentile, insomma bello per gli sposi  e adatto a celebrare il momento.

 

  1. Responsabilmente

Generalmente è associato al bere, ma in questa sede non vi diremo di smettere di bere solo quando avrete le lucine intermittenti dell’ambulanza negli occhi, perché sapete già tutto il necessario. No, qui parliamo del comportamento. È evidente che si è sposata una persona cara e festeggiarla con entusiasmo sincero è quanto di più bello ci possa essere, ma forse avreste potuto mostrarne un po’ meno e non rompere a metà uno dei tavoli della sala da pranzo mentre ci ballavate sopra la macarena.

 

  1. Regali

Per evitare che gli sposi passino la prima notte di nozze a portare in casa le decine di scatole ricevute in regalo, potreste contribuire chiedendo al negozio che gestisce la lista nozze di spedire il vostro pensiero direttamente all’indirizzo della coppia. Questo quando non è stata effettuata una lista nozze. Zankyou è la lista nozze più usata al mondo e crearne una è facilissimo. Inoltre consentirete agli sposi di ricevere senza trattenute l’importo versato e di poterlo spendere come e quando vorranno in totale autonomia.

 

  1. Informazioni

Ponendo per assurdo che non l’abbiate fatto prima e vi siate ridotti proprio a ridosso dell’evento per chiedere informazioni del caso, abbiate almeno il pensiero di non aggiungere la vostra telefonata alle cose di cui dovranno occuparsi gli sposi.

 

  1. RSVP (2)

Avete detto che non potete vero? Ok, nessun problema. Ma dire che non potrete esserci e poi presentarvi alla festa per essere riuscite a liberarvi all’ultimo momento potrebbe non essere la migliore delle idee.

 

  1. Solidarietà

La felicità è una cosa bellissima e sentirsi parte della felicità di qualcuno al punto di sentirla come propria altrettanto. L’ultimo consiglio è però di evitare di indossare il proprio abito nuziale per solidarizzare ancora di più con la sposa.

Credits: Antonio De Marco

Credits: Antonio De Marco

 

Credits:

Latophotography

Barbara Zanon

Antonio de Marco

Matrimoni all’Italiana

Commenti

commenti

Lifestyleblog.it


Il giornale online con news di attualità, lifestyle, moda, fashion, auto, motori, tv, interviste

TESTATA ON-LINE ISCRITTA AL TRIBUNALE DI BARI AL N. 23/2011

Direttore: Bruno Bellini

Creato a Monopoli (Bari)

Facebook

Privacy Policy

Privacy Policy

Iscriviti alla Newsletter

To Top