Radio e Tv

È morto Gianni Boncompagni

Si è spento ieri, nel giorno di Pasqua, Gianni Boncompagni. 84 anni, è stato il creatore di tante trasmissioni televisive che hanno fatto la storia della televisione italiana.

Come non ricordare Alto gradimento, Bandiera gialla, Pronto, Raffaella?, Domenica In, Non è la Rai, Carramba. A darne la notizia sono state le figlie. La camera ardente sarà allestita domani, martedì 18 aprile, presso la sede Rai di Roma (Via Asiago 10).

Nato ad Arezzo il 13 maggio 1932, è stato un conduttore radiofonico, paroliere, autore televisivo e regista televisivo. Il suo nome è associato a quello di Renzo Arbore, con il quale iniziò a lavorare in Rai nel lontano 1964. Da allora una lunga escalation che ha portato Boncompagni ad essere tra i nomi importanti della tv italiana. Indimenticabile il successo con “Non è la Rai”, trasmissione andata in onda dal 1991 al 1995 che ha lanciato nel mondo dello spettacolo Ambra Angiolini ma anche  Laura Freddi, Sabrina Marinangeli, Stella Rotondaro, Pamela Petrarolo, Alessia Mancini, Alessia Merz, Antonella Elia, Romina Mondello, Yvonne Sciò, Antonella Mosetti, Veronika Logan, Nicole Grimaudo, Cristina Quaranta, Sabrina Impacciatore, Claudia Gerini, Lucia Ocone, Emanuela Panatta, Miriana Trevisan, Barbara Gilbo, Alessia Barela, Karin Proia, Veronica Cannizzaro, Annalisa Mandolini, Maria Monsè, Francesca Pettinelli, Angela Di Cosimo, Ilaria Galassi.

Oggi pomeriggio Mediaset Extra lo ricorderà con una maratona televisiva in suo onore.

Commenti

commenti

TESTATA ON-LINE ISCRITTA AL TRIBUNALE DI BARI AL N. 23/2011

Direttore: Bruno Bellini

Creato a Monopoli (Bari)

Scarica la nostra APP!

Cerca la nostra app, Lifestyleblog.it, su Google Play o Apple Store. Realizzata per dispositivi Android e iOS.

Privacy Policy

Privacy Policy

Iscriviti alla Newsletter

To Top