Connettiti con noi

Tecnologia

Come proteggersi dalla perdita dei dati

Redazione

Pubblicato

il

Domani si celebra il World Backup Day. una data che ogni anno sottolinea la necessità di proteggere i dati da malware, guasti dell’hardware ed errori umani.

E’ un concetto semplice ma spesso trascurato: i dati possono essere persi, facilmente e velocemente, senza fare troppo rumore né darci modo di accorgerci che mancano o sono inaccessibili.

Pur sapendo quanto i loro dati siano importanti, molte aziende non hanno adottato una strategia di backup seria e completa. Ciò può essere attribuito a una serie di fattori molto umani, come, ad esempio, la convinzione che un evento catastrofico “non possa succedere proprio a me”, la poca attenzione ai tempi e ai punti di ripristino, la convinzione che una singola copia dei dati critici conservata in sede sia un metodo di backup completo, la mancata esecuzione di test del sistema di backup.

Tutte queste mancanze possono avere pesanti conseguenze e messe insieme possono rivelarsi fatali per un’azienda. Se nella vostra organizzazione riscontrate uno di questi atteggiamenti, dovreste agire immediatamente.

 

Perché la Giornata Mondiale del backup è così importante nel 2017?

 

Di seguito, il commento e i consigli di Phil Maynard, responsabile Emea per l’area Data Protection di Barracuda:

 

“Assistiamo a un’esplosione della quantità di dati archiviati e trasferiti. I dati sono ovunque e si muovono rapidamente. Le dimensioni dei file crescono continuamente e sempre più dati devono essere sottoposti a backup. I tempi in cui era sufficiente eseguire il backup dei server locali sono spariti da un pezzo.

 

Globalmente, la protezione dei dati sta diventando una sfida sempre più impegnativa, al centro di discussioni nelle aziende e sui media. Proprio questo mese, in Gran Bretagna, la National Crime Agency e la National Cyber Security Agency hanno unito le forze per lanciare l’allarme sui rischi che il ransomware rappresenta per le aziende. Il ransomware diventerà ancora più sofisticato e il backup dei dati sarà un metodo chiave per evitare di essere la prossima vittima del ransomware.

 

La chiave per il backup è la semplicità. Negli ultimi anni la complessità del backup è effettivamente aumentata e chi si occupa del backup deve tenere conto non solo della protezione dei server fisici legacy e degli ambienti virtuali che sono stati implementati negli ultimi 3-5 anni, ma anche delle nuove infrastrutture Saas e cloud pubblici, come Office 365.

 

La diffusione del cloud computing ha comportato uno spostamento dei dati in luoghi nei quali le tradizionali misure IT non sono efficaci, i data center dei fornitori di cloud pubblico. Ora, è necessario proteggere e fare backup dei dati nelle applicazioni SaaS e cloud come Office 365 in quanto i servizi sono sì ospitati da provider, ma la responsabilità del backup ricade sempre su di noi.

 

La perdita di dati è inevitabile

Una cosa è certa: la perdita di dati è inevitabile. Si calcola che il 20% dei notebook subisca perdite di dati dovute a guasti hardware nel primo anno di vita. Un piano di recupero che includa gli storage off site come componente fondamentale offrirà un livello di protezione che non può essere raggiunto con una soluzione solo on-site.

 

 

Consigli per il World backup Day

Seguite sempre queste tre semplici regole:

–        Conservate almeno tre copie dei dati;

–        Memorizzate le copie su due diversi supporti (disco e nastro o due sistemi separati);

–        Conservate una copia di backup offsite.

Commenti

commenti

Tecnologia

I 5 migliori regali hi-tech per le donne

betty

Pubblicato

il

Da

Fare un regalo hi-tech ad una donna? Uno dei modi migliori per festeggiarla con un dono all’avanguardia e anche un modo per farle un regalo davvero utile. Parliamo di una soluzione smart e alternativa per festeggiare insieme a loro dei momenti speciali come il compleanno o altre ricorrenze. Attenzione però, non ragionate come se doveste fare un regalo al vostro migliore amico, questo perché le donne non badano tanto alla spesa quanto a un regalo ragionato. Il trucco perciò è capire prima di tutto quali sono i prodotti essenziali per loro. In questo senso vi vengono d’aiuto i negozi di elettronica online che suddividono per categorie i loro prodotti, siti come Monclick.it ad esempio hanno una categoria dedicata alla cura della persona, all’interno della quale troverete tanti e tanti prodotti che le vostre signore vorrebbero avere! Se ancora non siete convinti vediamo quali potrebbero essere alcuni di questi regali.

 

La piastra per capelli

La piastra per capelli è un accessorio fondamentale per le donne, perché gli consente di essere sempre al top. Ma come fare quando una donna ama viaggiare e cerca un sistema per curare la propria capigliatura? Regalandole una piastra portatile da viaggio, le consentirete di sistemarsi i capelli anche nelle situazioni più difficili. Solo state attenti alla qualità delle piastre: quelle in porcellana sono le migliori.

 

Il miglior epilatore

Per farle capire che tenete a lei e prendete sul serio la loro beauty routine quale soluzione migliore di un epilatore? Vedrete che questo regalo tecnologico senza tempo saprà farvi fare un’ottima figura, specialmente se accompagnato a una pochette con una crema idratante. Ogni donna, infatti, cura molto la propria estetica e non può mai rinunciare ad un epilatore elettrico che sia moderno. Quelli con tecnologia wet & dry oppure quelli a luce pulsata sono ad esempio un’ottima scelta.

 

Il cardiofrequenzimetro

Il cardiofrequenzimetro è un regalo obbligatorio per le donne amanti dello sport e dell’attività fisica. Oggi, il mercato offre una valanga di braccialetti hi-tech in grado di monitorare le funzioni corporee: dal battito cardiaco fino ad arrivare alle calorie bruciate durante la sessione. Inoltre, gli smartband più avanzati sono anche in grado di controllare il sonno, e di registrare dei promemoria: questo le permetterà di non bucare nemmeno un allenamento.

 

Cuffie e auricolari Bluetooth

Le cuffie e gli auricolari Bluetooth sono un regalo hi-tech senza tempo. Si adattano alla perfezione alle donne che viaggiano spesso, ma anche alle sportive incallite. Chiunque non sappia come rinunciare alla propria musica preferita, adorerà questo gadget tecnologico. Inoltre, i migliori auricolari e cuffie Bluetooth sono velocissimi da ricaricare, e durano diverse ore. E poi la tecnologia Bluetooth è la migliore, perché mette al riparo dalle interferenze.

 

Il massaggiatore per piedi da casa

Chiudiamo con il massaggiatore per piedi da casa: un gadget tecnologico perfetto da regalare ad una donna. Somigliante ad una bilancia, questo strumento consente di godere di un vero e proprio trattamento professionale. Ne esistono ovviamente di diverse tipologie: in base al modello, è possibile regalare massaggiatori davvero fantastici, ideali per le donne che soffrono di dolori ai piedi.

 

Commenti

commenti

Continua a leggere

Salute

Arriva l’app per la salute del seno

Redazione

Pubblicato

il

Arriva  l’Applicazione Mobile ‘IncontraDonna, Il pianeta per la salute del seno’: uno strumento pratico ed utile, dedicato alla salute della donna.

Presentata oggi la nuova app  IncontraDonna, Il pianeta per la salute del seno: uno strumento pratico ed utile, dedicato alla salute della donna.

L’applicazione è gratuita e disponibile su Play Store per Android e App Store per Apple. Per scaricarla sarà necessario digitare  Pianeta seno. Questa innovativa app fornisce informazioni aggiornate e certificate per aiutare le donne ad orientarsi nell’ambito della prevenzione e della cura del tumore al seno.

All’evento di presentazione c’erano il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, la Prof.ssa Adriana Bonifacino Presidente di IncontraDonna Onlus e ideatrice della App, Ranieri Guerra, Direttore Generale della prevenzione sanitaria Ministero della Salute,Roberta Chersevani, Presidente Nazionale Ordine dei Medici e degli Odontoiatri, Marco Zappa, Direttore S.S Valutazione Screening. Intervengono alla presentazione: Secondo Folli, Direttore S.C Senologia Fondazione IRCSS, Milano; Michele De Laurentiis, Direttore U.O.C Oncologia Medica Senologica, Istituto Nazionale Tumori IRCCS, Fondazione G. Pascale, Napoli; Francesco Frerraù, Direttore U.O.C Oncologia Medica, Ospedale di Taormina. Ha moderato la conferenza stampa Cinzia Testa, giornalista medico scientifico. A sostenere questo importante progetto, pensato e sviluppato da IncontraDonna Onlus una Testimonial d’eccezione, l’attrice Giusy Buscemi, in questi giorni protagonista su Rai Uno della fiction campione d’ascolti “Il paradiso delle signore”.

Le caratteristiche dell’app

L’App, ideata e realizzata da IncontraDonna Onlus, con il Patrocinio di Ministero della Salute al momento di presentazione dell’Applicazione Mobile, gode inoltre del sostegno di AGENAS, ONS e FNOMCeO. Il progetto vanta l’adesione di circa sessanta Onlus distribuite sull’intero territorio nazionale e grazie alla partecipazione di Europa Donna The European Breast Cancer Coalition, ‘Il pianeta per la salute del seno’ varca i confini italiani offrendola possibilità di connettersi alle associazioni di pazienti presenti in 47 paesi paneuropei.

Attraverso il proprio smartphone la donna potrà consultare facilmente i dati del PNE (Programma  Nazionale Esiti, ovvero il numero di casi trattati per ciascun centro pubblico) del tumore del seno e quelli relativi ai centri di Screening. Tutti i centri sono geolocalizzati e l’App ne favorisce il contatto e l’accesso, mediante indirizzi e link con le diverse strutture: si può quindi accedere alla banca dati con la mappatura regionale dei Centri e i relativi contatti telefonici, e-mail e modalità di appuntamento per ognuno.

Anche le Associazioni di Volontariato di supporto in ambito senologico italiane sono geolocalizzate nell’Applicazione e per ognuna sono forniti tutti i recapiti.

Una ulteriore sezione della App è dedicata alla ‘rubrica news’ che contiene articoli scientifici attendibili e di fonte certa, riguardanti prevalentemente la salute del seno, ma anche la prevenzione primaria e altri argomenti di interesse generale sulla salute.

Inoltre l’Applicazione è dotata di un ‘archivio personale della paziente’, in cui la donna può catalogare i propri referti medici e consultarli al momento opportuno.

È un’Applicazione studiata e rivolta alle donne, ma coinvolge anche tutti gli ambiti, familiari, lavorativi e sociali che hanno come centro la donna: obiettivo dell’Applicazione è fornire informazioni utili alla cittadinanza, di facile accesso e in continua evoluzione: ‘Il pianeta per la salute del seno’ sarà infatti costantemente rinnovata per offrire alle donne un servizio sempre aggiornato.

 

Commenti

commenti

Continua a leggere

Tecnologia

Tecnologia: il futuro della realtà virtuale

Redazione

Pubblicato

il

Il futuro della tecnologia, in tutte le sue sfumature, sembra essere destinato a seguire il corso della realtà virtuale. A ciò è dedicata la Game Developers Conference di San Francisco. L’ultima edizione ha visto come principale protagonista la “Next Big Thing” nell’industria dei videogiochi. Gli appuntamenti mirano ad affrontare le nuove sfide di design e programmazione proposte dai visori, mentre sviluppatori indipendenti si preparano a salire sul carrozzone guidato da Oculus Rift, HTC Vive e PlayStation VR.

L’eccitazione nei confronti della realtà virtuale è tanta, sia da parte degli sviluppatori che da parte di publisher e mass media, ma ciò dovrà per forza di cose scontrarsi con la realtà e i desideri del mercato. Per gli esperti, la realtà virtuale non sarà un flop, ma avrà un successo sempre più grande. Questo grazie alla tecnologia che oggi è solida e permette alla realtà virtuale di inserirsi concretamente nel mercato.

In questo modo gli appassionati di videogiochi faranno da traino, al punto tale che entro il 2018 il numero di visori venduti supererà gli otto milioni, raddoppiando anno dopo anno fino a raggiungere uno stato di saturazione. Prevedibilmente, gran parte di questi dispositivi faranno parte di quella fascia low-cost fatta da alternative mobile più accessibili, dai Google Cardboard al Samsung Gear.

Per gli addetti ai lavori, però, nell’arco di pochi anni queste soluzioni mobile saranno rimpiazzate da vere console portatili che non necessiteranno del proprio smartphone per funzionare. Microsoft, ad esempio, è al lavoro su HoloLens, un visore di realtà aumentata che promette enormi nuove possibilità in ambito di intrattenimento e professionale, ma che non entrerà in diretta concorrenza con i visori di realtà virtuale. Giochi come Fruits ‘n Royal Cards, quindi, diventeranno sempre più affascinanti ed appetibili per gli amanti del gambling.

Una nuova ondata di giochi in Realtà Virtuale

In questo scenario gli esperti ritengono che la prima ondata di giochi si limiterà a replicare nella realtà virtuale tutte quelle tipologie di giochi e generi a cui siamo già abituati. Tuttavia, entro la fine del 2018, emergerà almeno un genere inedito pensato specificamente per le nuove possibilità offerte dal VR. Come i giochi musicali, o come un fortunato party game asimmetrico. Entro il 2020 dovremmo anche vedere un nuovo MMO in VR in grado di superare il milione di iscritti. Ovviamente una buona percentuale di giochi sarà rappresentata da esperienze fortemente narrative, sebbene gli sviluppatori stiano ancora cercando di trovare le soluzioni ideali per raccontare storie all’interno di titoli in VR.

I timori legati alla VR

Non solo aspetti positivi, purtroppo, per quanto riguarda la Realtà Virtuale. Entro la fine del prossimo anno, la realtà Virtuale diventerà il nuovo capro espiatorio dei casi di violenza, con la stampa generalista che collegherà una qualche sparatoria di massa all’emergere di questa nuova tecnologia, suppongono gli esperti ai lavori. Ciò già succede con i giochi tradizionali, quindi con la realtà aumentata il tutto potrebbe essere amplificato. E dopo ciò si potrebbe parlare di dipendenza, come già successo con internet, social network e MMO.

Commenti

commenti

Continua a leggere

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette