Connettiti con noi

Editoria

Santanchè versione Gilda per GQ: “Monti non ha coraggio”

Redazione

Pubblicato

il

Daniela Santanchè è perfettamente a suo agio nei panni di Gilda alias Rita Hayworth nel servizio fotografico che le dedica il mensile GQ, nel numero in edicola dal 28 luglio. «Ho studiato recitazione a scuola e ho fatto un tour teatrale. Non mi sarebbe dispiaciuto diventare un’attrice», racconta la Santanchè, «chissà quanti mi giudicheranno per queste fotografie, senza capire che il nostro lato bambino e civettuolo va mostrato, invece di cedere alla sobrietà che ci sta rovinando» – e subito parla di politica e attacca: «Monti non ha coraggio. In nome della responsabilità ci fa fare un sacco di cazzate». Tipo? «Votare leggi come quella sul lavoro o la tassa sulla casa». Avrà fatto qualcosa di buono. «Solo la riforma delle pensioni». Monti è stato chiamato per la sua autorevolezza. «E io con l’autorevolezza di Monti non ci mangio». Lei è pronta per le primarie? «Il nostro candidato sarà Silvio Berlusconi, lo chiederemo tutti con forza attraverso una grande manifestazione di piazza». Angelino Alfano? «Ha una bella dialettica, però non scalda i cuori». Lei è convinta che vincerete di nuovo? «Ne sono certa». Anche senza un Matteo Renzi? «Renzi mi piace, ha coraggio». Starebbe meglio a destra? «No, lo vedo bene lì, che fa fuori i Bersani e i D’Alema, sono pronta a dargli una medaglia». Daniela Santanchè ha anche un’idea precisa della situazione economica italiana ed europea: «Agosto è il mese della speculazione e questo sarà peggiore dei precedenti. O l’Europa crea una politica economica, fiscale e monetaria più forte, oppure bisogna fuggire dall’euro prima che ci caccino».

Commenti

commenti

Continua a leggere
Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Editoria

Tiziano Ferro e il ballerino Sven Otten in doppia copertina “reverse”di ROLLING STONE

Redazione

Pubblicato

il

Il prossimo numero di Rolling Stone, in edicola da oggi, regala ai suoi lettori due storie di copertina dedicate a due protagonisti di successo di realtà molto diverse: Tiziano Ferro e Sven Otten, meglio conosciuto come il ballerino della TIM.  Diverso è il loro approccio al mondo del web: a cominciare da Tiziano Ferro, quasi assente dai social, che rivendica la “possibilità di non esserci sempre”. Ferro, che il prossimo 11 giugno darà il via al suo tour negli stadi italiani – dove dice di “trovare la vera intimità” con il suo pubblico – si è raccontato alla scrittrice Violetta Bellocchio per la cover di Rolling Stone.
“Sono pochissimo sui social network” dice Tiziano “Ci sono perché non sono pazzo, ma ho delle piattaforme che non gestisco io ufficialmente, le persone lo sanno, quando scrivo io un messaggio è perché ho qualcosa da dare o da mostrare, ma succede sei volte l’anno. Non vivo della smania di pensare che per essere sincero mi devi veder girare il sugo questa sera e domani farmi il bagno con la schiuma fino al mento. La sincerità è guardare il mio pubblico e dire, anche nel 2017, io non uso i social network, mi dispiace, però quello che ascoltate nei dischi e nelle canzoni mi prosciuga e per me è abbastanza.  A oggi non ho mai visto la schermata di Twitter. Mentre Facebook l’ho provato, da privato, e non mi ha divertito, ne ho previsto la pericolosità per la mia salute mentale e sono felice di aver mantenuto questa linea. Lo spazio bianco in cui devi scrivere come ti senti adesso ti obbliga moralmente ad avere un’opinione su qualcosa anche se non ce l’hai. Invece, nella vita di tutti i giorni se una persona ti interroga su un argomento e tu non ne sai, non ne sai. Io sono molto spaventato dai social. Li trovo l’antitesi di quello che ho scelto di fare nella vita”.
L’altra faccia di Rolling Stone, nella copertina “reverse”, racconta finalmente tutta la storia che ha portato Sven Otten, 29 anni, a diventare quel che universalmente è noto come il ballerino della TIM.  La sua storia è la favola Millennial, non ha mai messo piede in una scuola di ballo e al web deve la sua formazione di ballerino: “Ho imparato tutto dai video tutorial, vedevo un passo che mi piaceva e mi incaponivo, la prendevo come una sfida: dovevo riuscire a farlo”. E Sven alla rete (“Ho imparato molto di più con il computer che in tutti gli anni di scuola”) e ai social deve ancora di più: un giorno, sua sorella condivide un video su YouTube e tutto cambia, in pochissimo tempo tutti lo conoscono. E il video, realizzato nella sua stanza e pubblicato in rete con il nick JustSomeMotion, supera i 40 milioni di visualizzazioni: suo malgrado Sven diventa una star dei social. “È come se metà Germania lo avesse visto”, dice. E ancora non ci crede. Tutta questa storia ti ha cambiato la vita? chiede Rolling Stone: “Sono sempre un tranquillo ragazzo di paese – risponde – i miei amici sono sempre gli stessi. Mi colpisce, però, tutta quella gente che mi scrive sui social e mi confessa storie anche molto personali”. Il prossimo appuntamento è con i nuovi spot TIM in cui Sven ballerà con un partner molto speciale, Spiderman: “Da bambino era il mio supereroe preferito: non un grande corpo, mica una bestia fisicata come Hulk o Thor. Uno un po’ sfigato, ma intelligente, ironico, che faceva tricks geniali. Mi hanno detto che avrei fatto degli spot con lui e ho lavorato con Chris Silcox, lo stuntman: riesce a fare salti e robe incredibili, come lo Spiderman che vedevo da bambino”.

Commenti

commenti

Continua a leggere

Editoria

Valeria Marini: “Per il mio compleanno più importante divento mamma”

Redazione

Pubblicato

il

Nuovo traguardo per Valeria Marini che con l’avvicinarsi del suo compleanno (14 maggio), si racconta a 360° in un’intervista rilasciata al settimanale “Gente”, oggi in edicola.

Uno dei compleanni più importanti per una donna; a pochi giorni dal compimento dei suoi primi 50 anni la Marini, raggiante e felice, espone dei lati inediti della sua persona e conferma il suo desiderio più grande: diventare mamma! Apparsa in splendida forma davanti l’obbiettivo del fotografo nella meravigliosa ed esclusiva location del “Domina Coral Bay” a Sharme el-Sheikh, dichiara:

Il segreto di non invecchiare è quello di mantenere e coltivare i nostri entusiasmi” ed aggiunge “Bisogna vedere la vita e le nuove avventure che verranno, con gli occhi della fanciulla che è in noi. Quello che siamo oggi dipende dalla nostra testa e dal saper prendere distacco da ciò che di non giusto abbiamo subito nel corso degli anni

Impegnata sul lavoro e pronta a cavalcare nuovi successi la Marini conferma la stima rimasta per il suo ex fidanzato Patrick Baldassari puntualizzando quanto siano importanti per lei la famiglia e gli affetti. I stessi valori che la portano a pensare sempre più concretamente di voler diventare mamma. È arrivato il momento giusto?

Commenti

commenti

Continua a leggere

Editoria

Papa Francesco in copertina su Rolling Stone Italia

Redazione

Pubblicato

il

Per Papa Francesco a Milano il prossimo 25 marzo sarà una giornata storica: dalle case di periferia al Duomo, dal carcere di San Vittore, al Parco di Monza, è attesissimo l’appuntamento con il Papa che chiede ai giovani di “fare chiasso”.

Perché Francesco Bergoglio sulla copertina di Rolling Stone? Semplice, perché il Papa dice cose di buon senso, talmente di buon senso – come analizzato nel reportage di apertura della cover story del mensile, in edicola dal 9 marzo – che la sua solitudine comincia a essere palpabile. Semplice come appare Papa Francesco nella foto col pollice alzato: “É come il pane fatto in casa” dice il regista Ermanno Olmi (intervistato da Rolling Stone sul suo ultimo film dedicato al cardinal Martini, “Vedete, sono uno di voi”) per descrivere un pontefice che si mostra per quello che è. Chissà se la pensano allo stesso modo i ragazzi delle “case bianche” del quartiere Trecca, prima tappa della visita di Bergoglio a Milano il 25 marzo, ritratti da Rolling Stone: sembrano usciti da un video di street rap e loro malgrado si sono abituati alla semplicità, anche se da dove sono ora sembra impossibile vedere il futuro. Forse li aiuterà un pontefice che dice che “la realtà si vede meglio dalla periferia che dal centro”? Rolling Stone celebra Papa Francesco che ha conquistato tutti i giovani con le sue parole di attenzione agli ultimi e ai più poveri, con i suoi toni vicini alla gente comune, con una disposizione decisamente popolare, anzi pop: il Papa che appare davvero adatto ai nostri tempi.

Commenti

commenti

Continua a leggere

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Lifestyleblog.it
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Classifica Musicale

Più Lette