LIVINGSTON inaugura a Verona la sua nuova base

Di  |  commenti

Livingston avvia i suoi collegamenti dall’Aeroporto Valerio Catullo di Verona, che diventa la seconda base della nuova compagnia aerea italiana.

Si amplia così l’offerta di Livingston che, da oggi, opera da Verona con aeromobili Airbus 320 verso il Mar Rosso, la Grecia, Tel Aviv, Tunisia, Isole Baleari, Marocco e Balcani per soddisfare il forte potenziale di crescita del mercato nel settore della domanda leisure.

In onore alla città scaligera, Livingston ha scelto di chiamare uno dei suoi aeromobili “Città di Verona”.
Alla cerimonia avvenuta questa mattina presso l’Aeroporto Valerio Catullo, sono intervenuti Riccardo Toto, Amministratore Unico e proprietario di Livingston, Paolo Arena, Presidente della Catullo Spa – la società di gestione degli Aeroporti di Verona e Brescia e Carmine Bassetti, Direttore Generale della Catullo.

“L’apertura della nuova base – ha affermato Riccardo Toto nell’incontro con i giornalisti – è un passo importante nel consolidamento sul mercato dell’attività della Compagnia. Riteniamo che il bacino dello scalo veronese abbia grandi potenzialità e stiamo lavorando con entusiasmo per riuscire ad offrire ai nostri passeggeri nuove opportunità e un prodotto attento alle esigenze del cliente. Il progetto di Livingston – continua Toto – prosegue con determinazione e forza, nel rispetto del piano industriale presentato nei mesi scorsi e con la voglia di continuare a crescere. La risposta del mercato alla nostra offerta si sta rivelando estremamente positiva, i rapporti con i tour operator e con le agenzie di viaggi sempre più forti. Credo fermamente nel modello innovativo e moderno di Livingston e non possiamo che guardare al futuro con grande ottimismo.”

“Oggi con la titolazione dell’aeromobile Livingston alla città – evidenzia Paolo Arena – diamo ufficialmente il via al progetto di sviluppo della Compagnia Aerea al Catullo. Lavoriamo insieme perché la partnership, attraverso l’apertura di nuove rotte e la costruzione di servizi ad hoc per i passeggeri, porti un contributo importante di sviluppo di traffico sull’aeroporto e sia un’occasione di crescita per il territorio attraverso l’indotto che la presenza della nuova Compagnia Aerea potrà determinare.”

La flotta Livingston è in costante incremento nel rispetto dei tempi e del piano annunciato. Così come previsto dal piano flotta, per questa stagione Summer 2012 sono in servizio 5 airbus A320.
A regime, Livingston disporrà di 11 velivoli: 8 aeromobili Airbus A320 di corto-medio raggio e 3 aeromobili Airbus A330 di lungo raggio.

Il driver principale dell’offerta Livingston è quello di far vivere al passeggero la gratificante esperienza di un volo “su misura”. I servizi offerti sono gestibili da casa e in mobilità su piattaforma web, oppure a bordo, tramite lo schermo individuale LCD per mezzo dell’inflight entertainment.
Il cliente Livingston, infatti, potrà scegliere direttamente il pasto da consumare a bordo e usufruire di servizi di intrattenimento caratterizzati da un’ampia library di prodotti multimediali. Inoltre, è allo studio la modalità per poter prenotare direttamente dal sito Livingston il parcheggio in aeroporto a tariffe vantaggiose, l’imbarco preferenziale, la possibilità di usufruire della sala vip in attesa del proprio volo, servizi già attivi per i voli in partenza da Milano Malpensa. Saranno presto disponibili anche la spedizione anticipata del bagaglio a destinazione in modalità door-to-door, il trasferimento tra la propria residenza e l’aeroporto, l’auto a noleggio e il noleggio con conducente.

Il network di Livingston per la stagione estiva per i voli di corto/medio raggio propone mete turistiche consolidate: Egitto/Mar Rosso, Grecia, Tunisia, Israele, Turchia, Marocco, Isole Baleari e Isole Canarie.
Per l’Italia, Lampedusa. Inoltre, Livingston opera voli verso destinazioni di pellegrinaggio, quali Lourdes e Medjugorje e collegamenti verso i Balcani e la Scandinavia.

“Siamo molto soddisfatti dell’opportunità che Verona ci offre – ha dichiarato Giorgio Valenti, direttore commerciale di Livingston – per proporre un modello di business funzionale, assortito e valido, che prevede differenti prodotti: il mercato leisure, i pellegrinaggi, l’incoming e l’incentive. L’aeroporto di Verona diventerà un base di riferimento per un territorio e un bacino di utenza che intendiamo consolidare, approfondire e riconfermare per le potenzialità che gli appartengono.”

Redazione

Il tutto fare di Lifestyleblog.it :)